5
marzo

Troupe di Sky News aggredita dai russi vicino a Kiev

Stuart Ramsey

Un vero e proprio agguato alle porte di Kiev, ripreso dalle telecamere nella sua drammaticità. La raffica di proiettili sembrava non finire più e solo per miracolo un giornalista, un cameraman e tre produttori di Sky News sono riusciti a non subire gravi conseguenze. Una troupe britannica dell’emittente satellitare è stata coinvolta in un’imboscata russa: decine di colpi sono stati sparati contro l’automobile sulla quale il gruppo stava viaggiando.

A raccontare la pericolosa disavventura è stato Stuart Ramsey, il reporter di Sky News rimasto ferito alla schiena dai colpi esplosi dalle armi dei combattenti di Mosca. La troupe era diretta nella città di Bucha, dove un convoglio russo era stato da poco distrutto dalle forze armate ucraine. “Fonti fidate ci avevano detto che la situazione era tranquilla“, ha testimoniato il giornalista britannico, ripercorrendo poi i concitati momenti dell’assalto russo.

Dal nulla è partita una piccola esplosione, ho visto qualcosa colpire la macchina e una ruota scoppiare“, ha spiegato Ramsey. Da lì il veicolo è stato colpito da una raffica di proiettili. Due pallottole hanno raggiunto il giubbotto antiproiettile del cameraman Richie Mockler, un’altra il cronista. I due, insieme al resto del team della testata – i produttori Martin Vowles, Andrii Lytvynenko e Dominique Van Heerden – sono poi riusciti a uscire dal veicolo e si sono rifugiati in una fabbrica nelle vicinanze, dove sono stati accolti dai custodi. Dopo ore di tensione, sono stati riportati dalla polizia ucraina nella capitale Kiev.

Nel filmato che documenta l’accaduto in presa diretta, si odono i primi spari, seguiti da una raffica di colpi. La troupe tenta di farsi scudo all’interno dell’abitacolo, ma l’imboscata prosegue. I proiettili che bucano la lamiera dell’automobile, si vedono scintille, si vede anche la scia rossa di un proiettile tracciante che rimbalza sull’asfalto. “Siamo giornalisti!“, esclamano invano i quattro occupanti dell’auto, che escono dal veicolo con giubbotti ed elmetti in testa e si mettono al riparo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Eurovision, Ucraina
La Russia esclusa dall’Eurovision 2022. «Porterebbe discredito»


Matrioskhi 2 @ Davide Maggio .it
MATRIOSKHI 2: LA TRATTA DELLE SCHIAVE DEL SESSO TRA EUROPA E ORIENTE


Ucraina trionfa all'Eurovision 2022
L’Ucraina non vuole rinunciare all’Eurovision 2023: «Abbiamo il diritto di ospitare il concorso. Chiediamo margini per ulteriori trattative»


ESC Trophy websize
L’Eurovision Song Contest 2023 non sarà in Ucraina. Probabilmente nel Regno Unito

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.