30
settembre

Amazon Prime Video: problemi per lo streaming di Juventus-Chelsea

Juventus-Chelsea

Juventus-Chelsea

Altra serata di problemi tecnici per il calcio in streaming. Dopo i disservizi di DAZN e quelli di Infinity+, ieri anche Prime Video ha fatto i conti con la protesta degli abbonati per la qualità del servizio offerto in occasione dell’attesa partita di Champions League tra Juventus e Chelsea.

Dopo aver discretamente figurato all’esordio dello scorso 15 settembre in occasione di Inter-Real Madrid, ieri sera Prime Video ha mostrato evidenti problemi legati all’illuminazione delle immagini. Una “defaiance” a corrente alternata: Juventus-Chelsea in alcuni minuti di gioco era in penombra e in altri – come hanno ironizzato gli utenti sui social – “sembrava mezzogiorno”.

Una serata non proprio ‘ccezionale, come direbbe il telecronista Sandro Piccinini, che già all’inizio del secondo tempo ha ammesso i problemi e si è scusato per conto di Prime con il pubblico. Al termine del match, anche la giornalista Giulia Mizzoni, conduttrice sul campo dello studio live in compagnia di Claudio Marchisio, Patrice Evra e Gianfranco Zola, ha subito rivolto le “sue” scuse ai telespettatori prima di procedere con il post partita:

“Ci scusiamo per i problemi riscontrati da alcuni di voi”



Articoli che potrebbero interessarti


Vlahovic (foto Twitter @juventusfc)
Champions League: si chiudono gli ottavi con Juventus-Villarreal su Prime


Milan-Liverpool
Champions League: si chiude la fase a gironi con il Milan su Canale 5 e l’Atalanta su Prime


Probemi tecnici su Infinity durante la Champions League
Problemi tecnici Infinity+ con lo streaming della Champions


Champions League su Prime Video
Champions League, Amazon annuncia le prime 3 partite in esclusiva: ecco quali sono

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.