25
settembre

Arena ‘60 ‘70 ‘80 accende il sabato sera di Rai 1, con Amadeus che torna dj – Il cast di cantanti

Amadeus

Amadeus

Ci sarà un ricco parterre di artisti nazionali e internazionali ad Arena Suzuki ‘60 ‘70 ‘80, lo show in onda questa sera e sabato prossimo (25 settembre e 2 ottobre 2021) su Rai 1 per celebrare con i suoi protagonisti un trentennio di musica indimenticabile.

Arena Suzuki ‘60 ‘70 ‘80: il cast

Prenderanno parte alle due serate-evento gruppi come gli Europe, che con The Final Countdown hanno segnato un’epoca, i Village People e la loro Ymca, gli Alphaville di Forever Young e gli Opus di Live Is Life. Non mancheranno grandi nomi della musica italiana: Gianna Nannini, Loredana Bertè, Roberto Vecchioni, Raf, Umberto Tozzi, Patty Pravo.

E poi Alan Sorrenti con la celebre Figli delle stelle, Donatella Rettore, Gazebo (re della disco music con brani come I Like Chopin e Masterpiece), Orietta Berti, Edoardo Vianello, i Righeira, Tony Hadley degli Spandau Ballet, Marcella Bella, Sabrina Salerno, Samantha Fox (sex symbol degli anni ‘80 e regina delle classifiche internazionali con hit come Touch Me (I Want Your Body) e Nothing’s Gonna Stop Me Now), Fausto Leali, Ivana Spagna, Sandy Marton con l’iconica People From Ibiza, Sergio Caputo, Tracy Spencer, Peppino Di Capri e Maurizio Vandelli dell’Equipe 84.

Nello specifico, protagonisti della prima puntata di questa sera saranno gli Europe, Loredana Bertè, Umberto Tozzi, Alan Sorrenti, Orietta Berti, Johnson Righeira, Sandy Marton, Maurizio Vandelli, Samantha Fox, Edoardo Vianello, Tracy Spencer, Sergio Caputo, Ivana Spagna. Tutti gli altra nella seconda puntata.

Arena Suzuki ‘60 ‘70 ‘80: Amadeus torna dj

Le due serate – registrate – vanno in scena all’Arena di Verona e segnano una prima volta di Amadeus:

Saranno due serate di grande festa per tutti con alcuni dei protagonisti musicali di questo trentennio che saranno presenti all’Arena dal vivo per far cantare e ballare tutti. Una serata per i giovanissimi che conoscono queste hit intramontabili e i meno giovani che hanno voglia di ricordare. Per me è una grande emozione, un debutto. E’ la mia prima volta come conduttore all’Arena, pur essendo cresciuto a Verona non è accaduto nella mia carriera, neanche ai tempi del Festivalbar”

ha dichiarato il conduttore, che sarà nuovamente dj. Da dietro una consolle, uno dei nuclei fondamentali della scena di Arena Suzuki ‘60 ‘70 ‘80, farà ascoltare il suo repertorio da dj-vocalist, la sua playlist, un diario sentimentale articolato anche dai suoi incontri con gli ospiti:

Tornerò a fare il mio primo lavoro: il disc jockey. Sarà bellissimo e ci divertiremo insieme”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Amadeus,
Arena ‘60, ‘70, ‘80 torna nel 2022 con Amadeus. Aperte le prevendite dello show


Amadeus
Amadeus lancia Arena ‘60, ‘70, ‘80: «Due serate di festa, senza nostalgia». Ecco i primi ospiti


Amadeus
Amadeus arriva al sabato sera e lancia Affari Tuoi Family. Coletta: «Stiamo dialogando con lui rispetto a Sanremo e ad altri eventi»


Elettra Lamborghini
L’anno che verrà: Amadeus brinda al 2020 in diretta da Potenza. Il cast

4 Commenti dei lettori »

1. Marco ha scritto:

26 agosto 2021 alle 21:43

Troppo sovraesposto…..
- questo programma
- tutte le sere soliti ignoti
- speciale telethon
- ultimo dell’anno
- Epifania lotteria….

Chi è che poi ha voglia di rivederlo a Sanremo? Che novità e aspettative può portare visto che è sempre così tanto in onda???

Almeno quest’anno lo speciale telethon,il capodanno e l’epifania se li dovrebbe evitare….



2. Luigi ha scritto:

26 agosto 2021 alle 22:31

Poche parole: Amadeus è caduto troppo in basso!



3. Luciano Macera ha scritto:

29 agosto 2021 alle 01:08

Uno spettacolo del genere avrebbe senso se vi partecipassero realmente i nomi più importanti ed iconici di quel trentennio. Ma, tranne alcune eccezioni, gli artisti rappresentativi di quel periodo non sono tanti e, soprattutto, sono sempre i soliti: quelli che accettano di partecipare a trasmissioni-nostalgia e che sono spesso presenti nei palinsesti di quasi tutte le reti e che, ormai, non rappresentano più una novità… neanche nei più remoti anfratti dell’universo evocativo dei ricordi!



4. vinny ha scritto:

25 settembre 2021 alle 20:55

La De Filippi è in tv sette giorni su sette da anni



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.