3
luglio

Le storie che cambiano il mondo su Sky Documentaries. Nel nuovo canale anche Pif, Saviano e una docu su Sarah Scazzi

il testimone

Pif - Il Testimone

È il genere che maggiormente negli ultimi anni ha subito un’evoluzione arrivando a sperimentare nuovi temi e linguaggi e sprigionando un’inesauribile forza nel racconto. Una vera propria golden age che ha avvicinato progressivamente un pubblico sempre più vasto. È su questa ricchezza che il neonato Sky Documentaries (canale 122 e 402) poggia la sua connotazione distintiva nel panorama televisivo italiano. Sky Documentaries è il posto perfetto per i documentari di approfondimento e d’inchiesta. Le icone, le leggende e i momenti che segnano il tempo, dalla musica all’attualità e alle biografie più appassionanti. Il canale vuole raccontare le storie che cambiano il mondo e per farlo si affida ad un mix di produzioni originali e di importazione.

Pif e Roberto Saviano su Sky Documentaries

Volto simbolo è Pif che ha inaugurato il canale con la nona edizione de Il Testimone.  Il programma, divenuto un vero e proprio cult, è giunto a un nuovo livello di maturità, riuscendo sia a trattare temi civili e impegnati sia a esplorare mondi più leggeri. Il proseguimento dell’attività cinematografica e il debutto come romanziere di Pif si riflettono in questa nuova stagione che, pur dovendo fare i conti con le restrizioni del momento, non rinuncia al racconto immediato e partecipe delle realtà contemporanee più significative, concentrandosi soprattutto sull’Italia, vista con l’occhio di una piccola telecamera che il conduttore porta con sé nei suoi reportage. Nel primo episodio – disponibile on demand – la drammatica vicenda di Giulio Regeni, raccontata attraverso l’incontro tra Pif e i genitori del ragazzo.

Altro volto di spicco, legato a uno dei titoli più attesi del canale,  è Roberto Saviano che introdurrà le quattro puntate di Dangerous Old People. Cosa fanno killers, rapinatori, piccoli e grandi criminali dopo aver consumato la vita tra faide e decenni di carcere? I pochi che sopravvivono, cosa diventano? Rimaniamo in Italia anche con Stiletto Murders, documentario, in onda prossimamente, che indaga l’ondata di femminicidi, da nord a sud del paese, concentrandosi su alcuni casi che hanno scosso l’opinione pubblica, per comprendere le ragioni del fenomeno.

La storia di Sarah Scazzi da un inedito punto di vista

Sul filone cronaca, il titolo di punta del prossimo autunno è il documentario in quattro puntate Sarah – La Ragazza di Avetrana, che ripercorrerà il caso più mediatico degli ultimi 15 anni. “L’idea è di raccontare un caso stranoto con l’interesse a quanto i media lo abbiano influenzato” ha spiegato il direttore del canale Roberto Pisoni.

Le stelle dello sport

Entro fine anno, troverà spazio su Sky Documentaries anche SIC (titolo provvisorio), titolo originale sul campione di motociclismo Marco Simoncelli, ricordato a dieci anni dalla scomparsa avvenuta tragicamente. Il racconto dei grandi sportivi è, in generale, una delle componenti pregiate del canale 122. Già dal 13 luglio, gli spettatori avranno modo di scandagliare il patrimonio umano e professionale di Tiger Woods. Il golfista è stato il più giovane giocatore a vincere il Masters, finendo con un margine di vittoria da record di 12 colpi, ed è stato anche il primo Masters Champion afroamericano. Il successo di Tiger ha avuto però un prezzo: ha dovuto affrontare lotte personali con il razzismo, dubbi su sé stesso e la frustrazione di vivere sotto i riflettori dei media. Dal golf al pugilato con la storia dell’“uomo più cattivo del pianeta”, Iron Mike Tyson contrapposta a quella del gigante gentile della Gran Bretagna, Frank Bruno. Bruno v Tyson sarà in onda ad agosto.

Gli avvenimenti che hanno segnato la società contemporanea

Sportivi ma anche donne che hanno segnato la storia contemporanea come Hillary Clinton. Con Hillary, in arrivo prossimamente, Sky Documentaries offre un ritratto straordinariamente intimo della donna diventata un modello per milioni di persone in tutto il mondo. Il biopic documentaristico si avvale di interviste esclusive alla stessa ex First Lady, a Bill e a Chelsea Clinton.

Su Sky Documentaries il 9 luglio, porta la firma di HBO Allen v. Farrow, docu-serie divisa in quattro parti che ripercorre l’oscura storia di uno degli scandali più noti di Hollywood: l’accusa di abuso sessuale di Mia Farrow contro Woody Allen che coinvolge Dylan, loro figlia adottiva; il successivo processo per la custodia, la rivelazione della relazione di Allen con un’altra figlia della Farrow, Soon-Yi, con cui poi si sposò. Avvalendosi di filmati familiari inediti e di nuove interviste, questa serie riapre una delle ferite più dolorose nel mondo dello spettacolo.

David Letterman e il “film perduto” di Steve McQueen

A completare l’offerta di prime visioni di spicco di Sky Documentaries anche Steve McQueen – Il film perduto. Nel 1965, Il tentativo di Steve McQueen di fare il film “definitivo” sulla F1 è stato abbandonato a metà delle sue riprese. Ma quelle scene, che erano state girate e che si è pensato a lungo fossero perdute, sono state recentemente ritrovate. A narrare questa storia ci sarà una leggenda della televisione americana: David Letterman.

L’offerta di Sky Documentaries è disponibile on demand e in streaming grazie al servizio Now.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Sky Documentaries - Hillary (2)
Ecco i quattro nuovi canali Sky: la conferenza stampa in diretta

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.