23
giugno

Serie A, Sky si rivolge all’Antitrust contro l’accordo giudicato «illegittimo» DAZN-Tim. La replica

Dazn

Il rifiuto di ogni mediazione da parte di Dazn, che di condividere la Serie A con Sky non ne ha voluto sapere (anche a fronte di una maxi offerta arrivata in extremis), ha spinto la pay tv ad un’azione avversa. In una nota, l’emittente satellitare ha fatto sapere di essere ricorsa all’Antitrust contro l’accordo esclusivo tra Dazn e Tim sui diritti tv del massimo Campionato per il prossimo triennio. Una decisione cui Tim ha replicato, contrattaccando. 

Sky si è rivolta all’Antitrust per essere sicura che milioni di consumatori e appassionati di calcio possano continuare a sottoscrivere la serie A attraverso una pluralità di fornitori di broadband e guardarla sulla piattaforma che preferiscono – satellite, DTT o OTT – esattamente come oggi

si legge nella nota della pay tv di Comcast, che prosegue con toni bellicosi in merito all’accordo di esclusiva – definito “illegittimo” – tra Tim e Dazn.

Questo accordo preclude all’Ott la possibilità di distribuire il campionato di Serie A attraverso altri operatori favorendo così Tim e rafforzando la sua posizione dominante nel mercato della banda larga. In un momento cruciale di passaggio per l’Italia dalla banda standard alla banda ultra larga, questo accordo di esclusiva non deve ledere la concorrenza. Per questo Sky invita l’Antitrust ad agire con urgenza per garantire che il campionato di Serie A possa essere fruito da tutti i consumatori in condizioni che favoriscono la concorrenza e la libera scelta“.

Una dura presa di posizione, che Sky ha fatto scattare dopo l’offerta da mezzo miliardo di euro inoltrata nelle scorse settimane a Dazn per ospitare la sua app su Sky Q e tramite un canale satellitare. Offerta tuttavia rifiutata dalla piattaforma streaming.

Serie A su Dazn, Tim replica a Sky

A seguito del ricorso di Sky all’Antitrust, Tim non ha esitato a contrattaccare. Nella replica, la società di telefonia si dice “stupita dalle preoccupazioni di Sky sulla concorrenza e la libera scelta dei clienti“, dopo che l’Autorità Garante della concorrenza e del mercato ha “accertato più volte che Sky è un soggetto dominante nel settore della pay tv detenendo una quota di mercato pari a circa l’80 per cento“. E ancora:

La modalità in streaming con cui gli appassionati possono vedere tutte le partite di Serie A anche per il prossimo triennio, si inserisce in un percorso avviato oramai da tempo e in cui Dazn, come Netflix, Amazon e Disney+ (e la stessa Sky con Now), rappresentano il futuro della distribuzione dei contenuti, fruibili nelle abitazioni e fuori casa con gli apparecchi tradizionali e con quelli di nuova generazione quali smartphone, computer e tablet. La diffusione di tutto il campionato di calcio in streaming rappresenta un elemento importante per la digitalizzazione del Paese, accelerando un processo di cui beneficeranno non soltanto i cittadini ma anche l’intera struttura industriale del Paese“.

Serie A, accordo Dazn-Tim: protesta di WindTre

Ma Sky non è stata l’unica voce critica nei confronti dell’accordo esclusivo Tim e Dazn. All’emittente satellitare si è aggiunto l’operatore WindTre, auspicando in una nota che “tutti gli appassionati di questo sport abbiano il diritto di scegliere la modalità di fruizione delle partite a loro più gradita” e invitando le autorità nazionali a garantire al pubblico l’esercizio di questo diritto “attraverso l’affermazione della pluralità tecnologica dell’offerta“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Serie A
Diritti tv, Serie A paralizzata: 11 voti per Dazn, 9 astenuti. Slitta la decisione


Maximo Ibarra, AD Sky Italia
Diritti Tv, Sky protesta: «Accordo Tim-Dazn ha criticità concorrenziali. Danneggia la Serie A»


Serie A
Diritti tv Serie A: 9 club disertano, salta l’Assemblea. Intanto Sky tenta il ribaltone


Serie A, diritti tv
Diritti tv, Serie A: nessuna offerta è stata ritenuta soddisfacente. Dazn in pole, non c’è Amazon

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.