21
maggio

Pomeriggio Cinque mostra l’auto bruciata dove potrebbe essere stata caricata Denise Pipitone

Pomeriggio Cinque

Pomeriggio Cinque

Nuova possibile svolta nel giallo legato al rapimento di Denise Pipitone. Proprio in queste ore, la procura di Marsala sta infatti facendo le verifiche su un’automobile bruciata, ritrovata nei pressi di via Rieti, che potrebbe corrispondere a quella indicata dal testimone anonimo in una lettera fatta recapitare, nei giorni scorsi, a Giacomo Frazzitta, il legale di Piera Maggio. La stessa vettura dove, subito dopo il rapimento, sarebbe stata caricata la piccola Denise. In diretta, a Pomeriggio Cinque, Barbara D’Urso ha mostrato in esclusiva le immagini della macchina, approfondendo la situazione.


A introdurre l’argomento, è stata la D’Urso attraverso due fotografie:

“Eccola lì, guardate. Sono due immagini che vi mostriamo e vi spieghiamo perché. Perchè c’è una possibilità, un sospetto, che quella che è bruciata da tanto tempo potrebbe essere l’auto bruciata allora. Quella nella quale fu vista dal testimone la piccola Denise Pipitone insieme a tre persone“.

Parole confermate dall’inviata Giuliana Zanca, in collegamento dalla Procura di Marsala:

Pare che siano state fatte, siano in corso ancora delle verifiche su quest’auto che è stata trovata, tra l’altro, in una delle zone dove noi siamo stati spesso. Si trova vicino via Rieti, che è una zona molto importante in tutta la storia di Denise Pipitone. E’ un’auto senza targa, parzialmente bruciata, di colore scuro. Gli inquirenti probabilmente vogliono capire se è un’auto utilizzata, magari, per il rapimento di Denise o è l’auto indicata nella lettera anonima che è stata inviata, qualche giorno fa, proprio all’avvocato Frazzitta, in cui una persona parla proprio di un’automobile“.

Una macchina identificata inizialmente come una Ford Fiesta, vista qualche ora prima da un carrozziere e guidata a forte velocità da una donna con i capelli biondi, corti alle spalle, con una sfumatura rossa. Descrizione che corrisponderebbe a quella di Francesca, un’amica di Anna Corona. Una rete di sospetti che si infittisce sempre di più, anche per via delle dichiarazioni del testimone anonimo che, a detta dell’ex maresciallo di Marsala, avrebbe infatti indicato anche i nomi delle persone che, quel giorno, si trovavano nell’auto insieme a Denise. La D’Urso ha letto le argomentazioni dell’uomo:

Se l’autore della lettera ha riconosciuto chi c’era dentro l’auto? Ovviamente sì. Le indica pure e fa i nomi. Posso dirvi che questi tre individui, all’interno della macchina, sono all’interno dell’indagine. Questa persona ha visto Denise Pipitone circa 45 minuti dopo il rapimento, ma non era su una Ford Fiesta, ma era un’altra tipo di macchina. Nella lettera anonima si fa riferimento a un’altra vettura e c’è scritta la zona precisa dove è stata vista. Vista le informazioni dettagliate ci auguriamo che si faccia sentire l’anonimo. Per quanto riguarda i nomi fatti sulla lettera, sono persone già sentite dentro le indagini. Chi sono? Possiamo parlare di famiglia allargata. Se riguarda la famiglia di Anna Corona? Diciamo famiglia allargata ma non mi fate dare troppi dettagli che non posso“.

Intanto, in seguito al test del DNA, è emerso che Elena Denisa, la ragazza rom sottoposta a accertamenti dopo essere stata rintracciata a Scalea, non sarebbe Denise Pipitone.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Denisa - Pomeriggio Cinque 3
Pomeriggio Cinque, spunta fuori la presunta Denise: «Non sono io»


Ore14, Milo Infante
Ore 14 torna con tre speciali su Denise Pipitone e una seconda serata


Barbara D'Urso - Pomeriggio Cinque
Pomeriggio Cinque, Barbara D’Urso: «Torniamo fortissimi e unitissimi a settembre»


Quarto Grado
Denise Pipitone, Quarto Grado: riaperta l’inchiesta. Indagati Anna Corona e Giuseppe Della Chiave

1 Commento dei lettori »

1. Dobby ha scritto:

21 maggio 2021 alle 18:28

Ma un minimo di DIGNITA’?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.