22
marzo

Ascolti TV | Domenica 21 marzo 2021. Ranieri e Zingaretti vincono con il 21.9%. D’Urso 12.5%, Fazio 11.2%-7.6% e Giletti 5%-5.5%

Il Giudice Meschino - Luisa Ranieri e Luca Zingaretti

Il Giudice Meschino - Luisa Ranieri e Luca Zingaretti

Nella serata di ieri, domenica 21 marzo 2021, su Rai1 la replica de Il Giudice Meschino, in onda dalle 21.32 alle 24.01, ha conquistato 4.982.000 spettatori pari al 21.9% di share. Su Canale 5 Live – Non è la D’Urso, in onda dalle 21.47 alle 25.22, ha raccolto davanti al video 2.124.000 spettatori pari al 12.5% di share (presentazione 2.433.000 – 8.6%). Su Rai2 9-1-1 ha catturato l’attenzione di 1.197.000 spettatori (4.2%) nel primo episodio e di 1.256.000 spettatori (4.8%) nel secondo. Su Italia 1 Pirati dei Caraibi: La Maledizione del Forziere Fantasma ha intrattenuto 1.507.000 spettatori con il 6.5% di share. Su Rai3 Che Tempo che Fa ha raccolto davanti al video 3.140.000 spettatori pari ad uno share dell’11.2% (presentazione 1.885.000 – 7%) e Che Tempo che Fa – il Tavolo 1.691.000 (7.6%). Su Rete4 Forever Young è stato visto da 557.000 spettatori con il 2.3% di share. Su La7 Non è l’Arena ha segnato il 5% con 1.329.000 spettatori nella prima parte e il 5.5% con 785.000 spettatori nella seconda (presentazione 1.237.000 – 4.4%). Su Tv8 Bruno Barbieri – 4 Hotel è la scelta di 699.000 spettatori (2.6%) mentre sul Nove Pearl Harbor segna il 2.1% con 419.000 spettatori. Su Rai Premium la replica di Canzone Segreta registra 144.000 spettatori (0.6%). Sul 20 The Italian Job si porta al 2.3% con 590.000 spettatori e su Iris Scarface sigla il 2% con 409.000 spettatori. Su Sky Sport Serie A il match Roma-Napoli è stato visto da 563.000 spettatori con il 2.1% di share; lo stesso incontro, su Sky Sport Uno, ha registrato l’1.4% con 384.000 spettatori. 

Access Prime Time

Paperissima al 12.7%.

Su Rai 1 Soliti Ignoti sigla il 18.5% con 5.235.000 spettatori e su Canale 5 Paperissima Sprint registra una media di 3.592.000 spettatori con uno share del 12.7%. Su Italia1 CSI Miami ha totalizzato 1.346.000 spettatori (4.8%). Su Rete 4 Stasera Italia fa compagnia a 1.210.000 spettatori nella prima parte (4.3%) e a 1.081.000 (3.8%) nella seconda. Su TV8 4 Ristoranti segna il 2.7% con 744.000 spettatori e sul Nove Little Big Italy se convince 418.000 (1.5%).

Preserale

Bassa Tempesta d’Amore.

Su Rai1 L’Eredità – La Sfida dei sette ha ottenuto un ascolto medio di 3.816.000 spettatori (17.7%) e L’Eredità 5.281.000 spettatori (21.5%) nella seconda. Su Canale 5 Avanti il Primo! Weekend segna 2.697.000 spettatori con il 12.9% di share e Avanti un altro! Weekend 3.956.000 (16.4%). Su Rai2 Novantesimo Minuto informa 900.000 spettatori (4.4%) nella prima parte e 1.072.000 spettatori (4.5%) nella seconda, mentre Hawaii Five – 0 sigla il 3.5% con 915.000 spettatori. Su Rai3 il TGR segna il 13.5% con 3.401.000 spettatori. Su Italia 1 CSI Miami ha totalizzato 780.000 spettatori (3%). Su Rete4 Tempesta d’Amore convince 822.000 spettatori con il 3.2% di share.

Daytime Mattina

Bene Paesi che Vai.

Su Rai1 Uno Mattina in Famiglia ha raccolto 337.000 spettatori con il 14.8% di share nella presentazione, 759.000 (17.4%) prima parte e 2.005.000 (23.8%) nella seconda; Paesi che Vai segna il 19% con 1.840.000 spettatori. A Sua Immagine ha portato a casa un a.m. di 2.116.000 spettatori pari ad uno share del 17.7% e la Santa Messa è stata seguita da 2.309.000 spettatori (20.1%). Su Canale5 il Tg5 Mattina raccoglie un ascolto di 1.229.000 telespettatori con il 17.5% di share, lo Speciale Tg5 Nino 100 Anni interessa a 856.000 spettatori (9.5%) mentre la Santa Messa segna il 12.9% con 1.315.000 spettatori. Su Rai2 O Anche No ha tenuto compagnia a 114.000 spettatori (1.3%). Su Italia1 The Vampire Diaries totalizza un ascolto di 223.000 spettatori con uno share del 2.3% nel primo episodio e 274.000 spettatori (2.5%) nel secondo. Su Rai 3 Domenica Geo convince 569.000 spettatori con il 6.3% di share. Su Rete 4 Casa Vianello ha coinvolto 181.000 spettatori (1.9%) nel primo episodio e 231.000 (2.2%) nel secondo. Su La7 Omnibus realizza un a.m. di 130.000 spettatori con il 3.8% di share nelle News e 267.000 spettatori (3.3%) nel Dibattito.

Daytime Mezzogiorno

Linea Verde da record.

Su Rai1 l’Angelus è stato seguito da 2.984.000 spettatori (20.7%) e Linea Verde ha intrattenuto 4.198.000 spettatori (22.6%). Su Canale 5 Le Storie di Melaverde piacciono a 1.105.000 spettatori (9.9%) nella prima parte e a 1.506.000 spettatori (12.4%) nella seconda e Melaverde ha interessato 2.543.000 spettatori con il 15.9% di share. Su Rai2 Un Ciclone in Convento conquista 543.000 spettatori con uno share del 3.3%. Su Italia1 The Vampire Daries sigla il 2.3% con 304.000 spettatori e Sport Mediaset XXL ha registrato un a.m. di 1.155.000 spettatori con il 5.5%. Su Rai3 la replica de Il Posto Giusto registra 368.000 spettatori con uno share dell’1.8%. Su Rete4 Il Ritorno di Colombo ha fatto compagnia a 505.000 spettatori con il 2.5%. Su La7 L’Ingrediente Perfetto è stato scelto da 169.000 spettatori con l’1.5% di share.

Daytime Pomeriggio

La Fialdini, con Baglioni, al 13.7%.

Su Rai1 Domenica In è la scelta di 3.757.000 spettatori (18.7%) nella prima parte e di 3.170.000 (17.3%) nella seconda. Da Noi… a Ruota Libera segna il 13.7% con 2.595.000 spettatori. Su Canale 5 L’Arca di Noè ha raccolto 3.145.000 spettatori con il 14.7%, Beautiful 2.653.000 (12.8%), Il Segreto 2.106.000 (11.2%) e Una Vita 1.959.000 (10.9%). Domenica Live registra il 12.7% con 2.405.000 spettatori (presentazione 2.059.000 – 11.6% e Ultima Sorpresa 2.169.000 – 10.7%). Su Rai2 Quelli che Aspettano ha convinto 1.278.000 spettatori (6.5%) e Quelli che il Calcio 1.277.000 (7%) nella seconda; A Tutta Rete interessa a 1.029.000 spettatori (5.7%). Su Italia1 Lethal Weapon segna il 3.2% con 579.000 spettatori nel primo episodio e il 3.8% con 668.000 spettatori nel secondo. Su Rai3 Mezz’Ora in più è stato seguito da 1.399.000 spettatori (7.4%) e Mezz’Ora in più – Il Mondo che Verrà da 1.062.000 spettatori (5.9%); Kilimangiaro – Il Grande Viaggio sigla il 5.9% con 1.062.000 spettatori mentre Kilimangiaro il 9% con 1.711.000 spettatori. Su Rete 4 I Signori della Truffa ha registrato 362.000 spettatori con l’1.9%. Su La7 Downton Abbey ha appassionato 193.000 spettatori (share dell’1.1%).

Seconda Serata

Bene Pressing.

Su Rai 1 Speciale Tg1 ha conquistato un ascolto di 590.000 spettatori pari ad uno share del 6.4%. Su Canale 5 il TG5 Notte ha intrattenuto 463.000 spettatori con il 12.8% di share. Su Rai2 La Domenica Sportiva è stata vista da 947.000 spettatori (6.3%) e L’Altra DS da 343.000 spettatori (4.4%). Su Italia1 Pressing Serie A segna un netto di 481.000 ascoltatori con il 7.4% di share. Su Rai 3 Tg3 Mondo è visto da 589.000 spettatori (4.9%). Su Rete 4 Per Grazia Ricevuta è la scelta di 162.000 spettatori (1.9%).

Telegiornali

TG1
Ore 13.30 5.995.000 (28%)
Ore 20.00 6.221.000 (23.4%)

TG2
Ore 13.25 2.368.000 (11.8%)
Ore 20.30 1.522.000 (5.4%)

TG3
Ore 14.15 2.405.000 (11.9%)
Ore 19.00 2.637.000 (11.4%)

TG5
Ore 13.00 3.973.000 (19.5%)
Ore 20.00 5.026.000 (18.7%)

STUDIO APERTO
Ore 12.25 1.754.000 (10.1%)
Ore 18.30 1.104.000 (5.4%)

TG4
Ore 12.00 535.000 (3.5%)
Ore 18.55 680.000 (3%)

TGLA7
Ore 13.30 583.000 (2.7%)
Ore 20.00 1.607.000 (4%)

TG8
Ore 12.00 115.000 (0.7%)

Ascolti tv per fasce auditel (share %)

RAI 1 18.81 21.44 19.84 21.66 16.47 19.08 18.8 18.7
RAI 2 4.92 1.38 2.22 6.64 6.6 4.12 4.68 5.08
RAI 3 7.44 4.77 5.24 6.3 7.02 9.88 10.41 5.95
RAI SPEC 7.06 9.79 11.28 8.03 6.78 5.78 5.58 5.55
RAI 38.23 37.37 38.58 42.64 36.87 38.87 39.48 35.27

CANALE 5 13.2 14.65 11.27 15.11 11.4 15.53 10.98 13.56
ITALIA 1 4.36 1.34 2.34 5.19 3.33 3.24 5.62 6.91
RETE 4 2.54 1.22 2.25 2.58 2.14 3.21 2.92 2.23
MED SPEC 7.9 8.86 9.38 6.46 7.45 6.74 8.1 9.07
MEDIASET 28 26.07 25.25 29.34 24.32 28.72 27.61 31.77

LA7+LA7D 2.9 4.44 2.45 1.47 1.5 1.61 4.93 5.74

SATELLITE 17.15 17.62 17.22 14.13 22 17.71 15.68 15.09
TERRESTRI 13.72 14.5 16.49 12.41 15.31 13.08 12.31 12.12
ALTRE RETI 30.87 32.12 33.72 26.54 37.31 30.79 27.98 27.21



Articoli che potrebbero interessarti


ascolti grand hotel
Ascolti TV | Domenica 25 luglio 2021. Rai1 si rianima con ‘la Nonna in Freezer’ (16%), Grand Hotel 10.1%. Olimpiadi: l’Oro nel Judo Femminile al 23.7% (2 mln), in 2,6 mln (21.6%) per l’Oro nel Sollevamento Pesi


Benvenuti al Nord - Alessandro Siani e Claudio Bisio
Ascolti TV | Sabato 24 luglio 2021. La replica di The Voice Senior 13.8%, Benvenuti al Nord 12%, Jurassic Park 6.1%. Olimpiadi al 23.9% con il Taek Won Do


Cerimonia di Apertura - Olimpiadi Tokyo 2020
Ascolti TV | Venerdì 23 luglio 2021. Top Dieci in replica (15.9%) abbatte il finale di Masantonio (6.2%), superato anche da Rai3 (Una doppia verità 8%), Quarto Grado (8.6%) e Chicago P.D. (7.3%). Rai2 al 21.6% con la Cerimonia di Apertura delle Olimpiadi


a raccontare comincia tu
Ascolti TV | Giovedì 22 luglio 2021. Basta il 13.1% per vincere alle repliche di Doc. Borsellino 10%, A Raccontare Comincia Tu 7.4%. Matrimonio a Prima Vista: 2.1% su Real Time, col simulcast 5.2%

27 Commenti dei lettori »

1. ILMAPA ha scritto:

22 marzo 2021 alle 10:15

BUONGIORNO A TUTTI, BUON LAVORO ALLA REDAZIONE E BUONA SETTIMANA.

Riprendo un mio precedente commento in risposta a LA BOCCA DELLA VERITA’ ed alla sua ottima analisi (commento n. 20 sul post pubblicato nella sezione con i dati di ascolto di ieri: LEGGETELO, VE LO CONSIGLIO!) a cui non potrei aggiungere una sola parola talmente rispecchia una realtà che vorremmo si modificasse ma così non sarà.

Ed allora in mancanza di qualità nella sua programmazione, in mancanza di una vera strategia per imporsi o almeno contrastare la concorrenza e non solo RAI a MEDIASET potrebbero almeno attuare il tuo ultimo suggerimento del tuo intervento: IL RISPETTO VERSO IL TELESPETTATORE.

Per rispetto verso il telespettatore intendo una mia battaglia (persa) contro certi periodici che portano le programmazioni televisive e non si ribellano ai comunicati MEDIASET che annunciano l’inizio della serata ad un orario che poi viene completamente disatteso e ritardato di almeno 15-20 minuti ogni sera (tranne il sabato perché ci sono le produzioni della DE FILIPPI e la domenica, forse perché non hanno materiale sufficiente per prolungare PAPERISSIMA sino alle 21.45-21.50 di ogni altra sera).

Per rispetto verso il telespettatore intendo quell’abitudine diventata sempre più presente per cui, all’interno di un programma in diretta, viene annunciato un solo minuto di pubblicità “contate con noi 60 – 59 – 58…” ed effettivamente passato il minuto si rientra in studio. Neanche il tempo per gioire nel ripetere: “avete visto che l’interruzione è durata solo un minuto?” per poi annunciare il servizio seguente non prima di aver mandato in onda (a distanza anche qui di un solo minuto) la pubblicità canonica di 4-5 minuti. La considero una presa in giro ed il presentatore o intrattenitore dovrebbe rifiutare questa situazione semplicemente ridicola e di mancanza di rispetto per il telespettatore.

Per rispetto al telespettatore intendo anche quei momenti apparentemente inutili e poco seguito (quelli notturni) dove vengono riproposte repliche o spezzoni di programmi andati in onda sulla reti MEDIASET. Un solo esempio, minore, insignificante se vuoi, ma una notte in cui non prendevo sonno, seguivo una serie di barzellette di GINO BRAMIERI, quando sul più bello di una divertente barzelletta l’interruzione per far posto ad una televendita e non c’è più stata la ripresa (erano le 3 o le 4 di notte….) A parte il rammarico di non sapere come quella barzelletta ha avuto il suo fine, la mancanza di rispetto dovrebbe essere considerata anche in quei momenti in cui credono possono fare il bello e cattivo tempo trasmettendo, interrompendo ed inserendo pubblicità e non credo che quegli siano dei tassativi….

Per rispetto al telespettatore (altra mia battaglia persa) è l’inizio di una trasmissione all’orario convenuto (vedasi mio precedente rilievo) ma che fa si che chi vuole seguire uno sceneggiato che inizia alle ore 21.50 e termina, infarcito di pubblicità, oltre la mezzanotte, scoraggia molto pubblico che il giorno dopo deve lavorare, e non sarà invogliato a seguirlo. Può essere questa una delle cause di certi insuccessi negli ascolti di alcune fiction alcune delle quali meritevoli di ben altro trattamento (un solo esempio: IL PROCESSO con VITTORIA PUCCINI: sarebbe stato un piccolo tassello nella giusta direzione ma ha fallito negli ascolti a C5. Io l’ho rivisto su Netflix e fossi stato nella dirigenza di C5 mi sarei mangiato le unghie per avere tra le mani e rovinato una simile produzione). Credo che oramai tanti attori di fronte a fiction per C5 dove l’ascolto è ai minimi termini, rifiuteranno sempre più di farne parte, vil denaro permettendo.

Per rispetto al telespettatore intendo non insistere nel proporre sempre le solite facce, ma sperimentare nuovi personaggi, errore che sta facendo anche la RAI nell’insistere con CARLO CONTI ed AMADEUS e qui nessuno mette in dubbio la loro bravura e professionalità, ma la troppa esposizione alla fine rischia di diventare un boomerang che alla fine non si ritorcerà negativamente anche per la RAI. Unica segnalazione positiva per la RAI: l’aver valorizzato STEFANO DE MARTINO che a MEDIASET hanno lasciato perdere. Ci sarà molto da migliorare su DE MARTINO, ma quel volto nuovo in RAI è un ulteriore sconfitta per MEDIASET.

Ti ho portato solo 5 esempi (ma ce ne sono molti di più) che denotano quello che tu sostiene alla fine del tuo commento: la mancanza di rispetto per il Telespettatore. Per migliorare una rete ci vuole ben altro (idee e novità soprattutto) ma se almeno questi insignificanti e facili punti da considerare, venissero adottati si recupererebbe il rispetto dello spettatore, e questo sarebbe un primo passo, anzi mi scuso, un GROSSO PRIMO PASSO nel rispettare quel pubblico che tornerebbe a fidelizzarsi su quella rete mentre ora inesorabilmente e lentamente sta scemando verso altri lidi, anche se MARIA DE FILIPPI rappresenta una, o forse l’unica, vera boccata di ossigeno che a Mediaset possono permettersi.

Grazie ancora per il tempo che mi hai dedicato con il tuo commento su cui rifletterò a lungo e ti rinnovo la mia stima ed i miei saluti.



2. john2207 ha scritto:

22 marzo 2021 alle 10:17

soprendente risultato per una fiction in replica. Sempre male la D’Urso che non ne approfitta. Cresce Fazio, stantio Giletti sempre in cerca di sensazionalismo e populismo spiccio. Da segnalare il buon risultato di 4hotel su Tv8



3. rossella ha scritto:

22 marzo 2021 alle 10:55

IL MAPA ho letto il tuo post, devi tenere conto pero’ che Mediaset campa di pubblicita’ quindi il rispetto per il telespettatore non e’ al primo posto per loro; al primo posto c’e’ la vendita di spazi pubblicitari all’interno di trasmissioni con ascolto decente, quindi Striscia si allunga fino alle 21.40 perche’ garantisce buoni introiti e buon share, se mettessero l’isola dei famosi alle 21.20 sicuramente non garantirebbe il 17/20 di share che serve loro per vendere spazi pubblicitari ad un determinato prezzo. Le fiction poi sono perennemente uno flop, quindi non hanno tanti pezzi forte da proporre in prima serata De Filippi a parte.
Discorso diverso per Rai 1 perche’ li si che manca totalmente il rispetto, se fai caso nei promo di Canale 5 non indicano mai l’orario di inizio delle 21.20 ma viene detto “Stasera in prima serata” lasciando un orario generico, su rai 1 invece il caro Cotoletta fa mettere “Stasera ore 21.20″ quando il programma invece in realta’ inizia alle 21.40 SEMPRE.
Perche’ Soliti ingonti termina alle 21.27 circa, poi pubblicita’, poi in caso di fiction riassunto puntata precedente (in caso di varieta’ invece una inutile anteprima), poi pubblicita’ e poi inizio trasmissione e questo ti sembra normale? quando basterebbe far finire Soliti ignoti alle 21.20 in modo da iniziare puntuali alle 21.30 che per me e’ gia’ tardi.



4. il-Cla83 ha scritto:

22 marzo 2021 alle 10:57

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti.
La D’Urso non approfitta del fatto che la fiction proposta da Rai1 questa volta fosse in replica e si mantiene sui soliti e modesti ascolti. Il giudice meschino con Zingaretti e Ranieri funziona e ottiene 5 milioni. Bene Italia1 con il classico dei Pirati dei caraibi. Ottimo anche ieri sera Fazio e stabile Giletti. Malissimo il film proposto da Rete4. A mio avviso la domenica sera su questa rete funzionerebbero meglio film a carattere religioso (non esiste solo La tunica e I dieci comandamenti da trasmettere a Pasqua) o i sempreverdi film di Don Camillo, film cha hanno un pubblico molto over e che potrebbero rosicchiare qualche decimale alle fiction di Rai1.. altrimenti andranno avanti a fare il 2%.
Ottima la Venier, mentre basso tutto il pomeriggio di Canale5 compresa Domenica Live che viene battuta dalla Fialdini. Molto bene su Rai3 il Kilimangiaro ma anche Quelli che su Rai2 al 7%. Bonolis fa quel che può in una domenica spentissima. Si salva come sempre Melaverde con due milioni e mezzo.



5. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 11:00

Carissimi amici e carissime amiche del blog buona giornata. @ilMapa. Sul mancato rispetto nei confronti dello spettatore da parte di mediaset, soprattutto per quel che riguarda gli orari di inizio del prime time, ormai non dico più niente per non ripetermi. Sono andato avanti mesi a dire che ormai la prima serata è diventata una seconda serata, che non si può costringere gli spettatori a fare le 2 di notte, che bisogna ridurre la bulimia di ricci e chiudere striscia alle 21.20. Si vede che a mediaset va bene così. Io ormai ho esaurito le parole. Temo che sia una battaglia persa. Vedremo la fiction con la Ferilli cosa farà mercoledì. Se non realizza almeno 4 milioni di spettatori è flop e cominciando quasi alle 22 come sempre il rischio c’è. Per favore fermate Ricci. Striscia ormai è noioso con tutti quei servizi messi lì per allungare il brodo. Un altro consiglio non richiesto per mediaset. Se ci tenete all’isola almeno questa settimana scambiate i giorni con ciao Darwin che è una replica. Giovedì su Rai 1 gioca la nazionale che performa sempre alla grande. Detto questo, anche ieri barbararugiadadelmattino ha portato a casa la pagnotta. Il 12.5 non è affatto un risultato malvagio e il programma ieri è stato molto gradevole e fluido. Stasera l’isola. Il punto sui miei beniamini. Paul di travolgente simpatia sta conquistando tutti. Daniela continuamente bullizzata, emarginata ed irrisa porta avanti con coraggio e dignità la battaglia animalista ma sinceramente avendo tutti contro non so quanto reggerà. Bacioni a TUTTI TUTTI TUTTI OSDB COMPRESI. Saluti super al grande Marcello, a Salvo, a Stefano, a Maria Cristina, a Viola. Informazione di servizio. Al contrario de ILMAPA a me i complimenti piacciono molto. Quindi non lesinateli fatemeli pure in abbondanza. Se sono sinceri meglio se no vanno bene anche quelli di circostanza. Prendo tutto. Grazie. Ciao.



6. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 11:22

@rossella tutto giusto però non si spiega perché sorrisi e canzoni riporta sempre l’inizio del prime time mediaset alle 21.20.



7. il-Cla83 ha scritto:

22 marzo 2021 alle 11:32

Se posso dire la mia, è proprio il non indicare un orario di inizio trasmissioni, ma dire genericamente “in prima serata” la più grave mancanza di rispetto. Io telespettatore vorrei degli orari.. puoi anche decidere di partire una sera alle 21.30 come il sabato e una sera alle 21.50 come il lunedi ma dimmelo per favore, venti minuti di differenza non sono pochi e almeno uno lo sa, e non rischia di innervosirsi stando in attesa. E’ questo il motivo per cui non guardo quasi più nulla in televisione, e sopratutto su Canale5.



8. ILMAPA ha scritto:

22 marzo 2021 alle 12:04

@ALBERTO&LAURA: da quanto scrivete ci dobbiamo quindi rassegnare ed inevitabilmente accettare l’inizio della prima serata agli orari tardi a cui ci hanno abituato. Sto commentando da poche settimane e non sono al corrente dei Vostri precedenti interventi nei quali combattevate il malcostume di una serata ad orari tardi. Mi potrei unire alla vostra battaglia ma credo che alla fine non conterà più niente. Purtroppo battaglia persa come da vostro commento.
A questo punto, sinceramente, COMPLIMENTI per i vostri interventi e tanti rinnovati amichevoli saluti… E per le prossime volte cercherò di non dimenticarmeli.



9. Marcello ha scritto:

22 marzo 2021 alle 12:05

Ciao a tutti,

Sono d’accordo con Alberto&laura al commento 6, anche se per MEDIASET il prime time UFFICIALE è alle 21.20, considerano lo sforamento dalle 21:20 come evento straordinario seppur lo straordinario è prevalente rispetto alla norma.

Il discorso è sempre il solito, e cioè quando si trovano un prime time forte rispettano l’orario ufficiale, contrariamente spalmano STRISCIA.



10. Antonio ha scritto:

22 marzo 2021 alle 12:20

Ma come si fa a dire che 12.5% è un buon risultato? Stiamo parlando di un programma che finisce oltre l’una di notte. Se finisse prima probabilmente farebbe l’8%.



11. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 12:46

@ILMAPA grazie mille. So che a te i complimenti non piacciono e quindi non ricambio. Ti do solo un saluto e un abbraccio.



12. Viola ha scritto:

22 marzo 2021 alle 12:58

Io voglio solo dire che Striscia non lo seguo più ma se dopo ci sono programmi che mi interessano come l’Isola,io alle 21 e 40 cambio sul 5.Riguardo l’orario di fine programma devo far notare che anche le fiction che inseguo su rai uno terminano alle 23 e 40 circa e dopo le22e30 la pubblicita e’continua.Ovvero quando chi decide ormai e’sicuro che il povero telespettatore trattato da pollo vuole continuare a vedere la fine.Spero di essermi spiegata.Questo vuol dire che la mancanza di rispetto e ‘da parte di canale 5 come da parte di rai uno.Fateci caso:dopo circa un’ora di fiction ininterrotta si susseguono pubblicità a iosa .Perciò siate obiettivi e non vedete le pecche solo da una parte.Certo le fiction sono quasi sempre belle ma e’dura a volte arrivare un quarto d’ora prima di mezzanotte.Ciao.



13. Loretta ha scritto:

22 marzo 2021 alle 13:12

Buon inizio di settimana a tutti, bene la replica del film per la ti della coppia d’oro di Rai Fiction. Non né approfitta Barbarella, stazionaria nei suoi modesti numeri domenicali. Bene Fabio Fazio, con la sua super ospite…chissà se avrà elargito un cachet alla speaker della Camera dei Rappresentanti con la benevolenza del ns. ambasciatore a Washington? Io credo di no, ma magari nel Blog ci può essere qualcuno più informato di me….Per il resto benissimo Zia Mara. Un saluto a chi mi saluta.



14. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 13:19

Scusate se torno un’ultima volta sugli orari, che è una questione che mi sta molto a cuore anche perché la mattina ho sempre la sveglia puntata alle sette, poi mi taccio se no divento noioso e non mi fate più i complimenti. Dunque che sia una battaglia persa lo si evince dal fatto che a sorrisi e canzoni, che compro tutti i martedì, e dove l’orario di inizio è sempre indicato 21.20, sono arrivate in passato caterve di lettere di protesta di lettori infuriati per i continui slittamenti. Il direttore Aldo Vitali si è sempre associato nello stigmatizzare tali comportamenti e ha assicurato che avrebbe segnalato a mediaset la questione. Fra l’altro sorrisi é Mondadori quindi siamo sempre nella famiglia Berlusconi. Risultato: zero spaccato. Promesse ma poi nulla è mutato. Per questo la ritengo una battaglia persa. Evidentemente come dice @rossella per i ricavi dell’azienda va bene così. È chiaro che c’è dietro una strategia precisa ed un’analisi costi benefici. Almeno però sorrisi riporti orari corretti. 21.50 che sono quelli reali e non 21.20 che sono quelli che mediaset passa alla rivista. E pazienza se a noi spettatori toccano sempre le ore piccole.



15. Maria Cristina Giongo ha scritto:

22 marzo 2021 alle 13:28

@Rossella ha ragione, “Mediaset campa di pubblicità, quindi il rispetto per il telespettatore non è al primo posto”.

Bene alla domenica pomeriggio Domenica in, A ruota libera e soprattutto l’Arca di Noè che ha battuto di molto la D’Urso. Penso che solo quando sarà finito Live non è la D’Urso potrà recuperare un po’ con Domenica live, in quanto gli ospiti sono quasi sempre gli stessi.

Io non avevo visto in passato la fiction su Rai 1. Non sapevo che fosse una replica, allora capisco gli ascolti non strepitosi.

Buon inizio di settimana a tutti!!!!



16. il-Cla83 ha scritto:

22 marzo 2021 alle 13:30

@viola io sono molto obiettivo, tant’è che spesso mi sono scontrato con chi non faceva altro che infangare Mediaset in tutti i modi prendendo a pretesto qualsiasi cosa. Ma su questa cosa degli orari non posso darti ragione. E’ vero, le 23.40 23.45 non è prestissimo ma comunque facendo uno sforzo riesci a seguirle.. Io ho provato a seguire fiction su Canale5.. è stato un incubo.. seguire Il processo (bellissima fiction) è stata un impresa.. partenze a orari assurdi, accorpamenti ecc. e ricordo che l’ultima puntata de Il silenzio dell’acqua terminò oltre la mezzanotte. Per una fiction che al netto della pubblicità dura 95-100 minuti è una cosa assurda. Nello stesso tempo su Netflix riesco a guardare 3 puntate o anche quattro di una stessa serie.. Allo stesso modo ho visto alcune fiction Rai come I medici e L’amica geniale.. e come dicevi tu.. alle 23,40 terminavano, riuscivo a seguirle bene, certo preferirei finissero prima ma lo reputo comunque un orario accettabile.



17. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 13:34

@viola hai ragione. È che io seguendo poco la Rai tendo più a vedere i difetti di mediaset che mi sta più a cuore. C’è dell’affetto nei miei rilievi. Detto questo se le cose stanno come dici il comportamento della Rai è doppiamente grave. Un’azienda di stato che ha gli introiti del canone non dovrebbe seguire le logiche della tv commerciale ma fare servizio pubblico e avere un sacro rispetto dell’utente che caccia i soldi. Almeno con tutti i suoi difetti mediaset è gratuita. Adesso mi taccio veramente. A domani. Ciao.



18. stefanor ha scritto:

22 marzo 2021 alle 14:11

Ciao a tutti Alberto&laura in primis sempre cosi’ meravigliosi,
Maria Cristina, ILMAPA, Salvo,ecc,ecc…volevo anch’io accodarmi
alle lamentele sugli orari che sforano fino a tarda sera, ma questa
volta mi soffermerei sulla RAI, l’ente al quale sono molto piu’
legato e proprio per questo mi duole vedere la tv che preferisco
non avere rispetto per i propri telespettatori andando cosi’ oltre
con gli orari…! Capisco tutto la guerra degli ascolti, ecc.ecc. ma
la ”mia” come la ”nostra” tv perche’ sovvenzionata anche da noi,
dovrebbe porsi dei limiti negli orari…! Chi non ricorda quando le
trasmissioni serali iniziavano alle 21,15? Adesso non ricordo se
Carosello iniziava alle ore 20,30 o a che ora qualcuno mi potrebbe
aiutare…
Adesso vorrei chiedere a qualcuno di voi che e’ informato sulle varie
programmazioni delle serie…dove potrei andare a ripescare la serie
”the undoing” con Kidman e la De Angelis?
per ILMAPA soltanto adesso posso darti un indirizzo piu’ ‘’sincero” per quanto riguarda la commedia con musica di Loretta Goggi e Massimo Ranieri, si chiama ”Dal primo momento che ti ho visto” e l’ho ripescata semplicemente…su Youtube! ciao



19. laboccadellaverità ha scritto:

22 marzo 2021 alle 14:35

Buongiorno e buon inizio settimana a tutti..la mia deve ancora iniziare!!

@ILMAPA è un piacere interagire con te, sopratutto perchè denoto la capacità di sviluppare riflessioni che, per non essere prolisso, lascio come traccie.

Sul rispetto del telespettatore hai colto al volo cosa intendevo dire, e certamente, è un “peccato” di cui anche la Rai in diverse forme è colpevole.

Un esempio molto elementare, se vuoi una battaglia persa.

Le previsioni del tempo.

E’ uno dei segmenti di maggiore ascolto a livello mondiale.

Tranne i tg Mediaset, non ve ne più traccia se non ad orari che definire ignobili è un complimento. (se non erro R1 le trasmette intorno alle 17,50)

In tempi passati erano l’appuntamento poco prima del tg con il Colonello Bernacca o Guido Caroselli, divenuti dei veri e propri personaggi.
Qualcuno ricorderà la pubblicità di un famoso amaro con Bernacca seduto ad un tavolino in mezzo alla strada.

Cosa impedisce al tg1 delle 20 di mandarlo alla fine del tg?

“Per migliorare una rete ci vuole ben altro (idee e novità soprattutto) ma se almeno questi insignificanti e facili punti da considerare, venissero adottati si recupererebbe il rispetto dello spettatore, e questo sarebbe un primo passo”

Idee e novità

Mancano le une sono sparite le altre.

Il discorso sarebbe molto lungo da sviluppare, ma per inciso si potrebbe cominciare a rimettere al centro gli autori televisivi, il cui compito oggi è scrivere le scalette… esce Tizio, entra Caio,NERO ( che in gergo indica la pubblicità)

Conseguenza del fatto che i programmi non si creano, non si sviluppano ma si comprano i Format all’estero si incartano e si portano a casa, e su cui hai poco o nulla da lavorarci sopra.

Una volta i consigli d’amministrazione decidevano i palinsesti.
e si partiva da un discorso sui generis…cosa vogliamo offrire al pubblico il sabato sera, con chi?, questo personaggio piuttosto che quest’altro.

Si pensava al regista e all’autore che doveva costruire la trasmissione, e allora arrivava Falqui al sabato sera con il Varietà o Enzo Trapani per citarne un’altro.

Prima Corrado poi Mina e anni dopo Baudo erano incontrastati mattatori del sabato sera ma contemporaneamente erano scuole di televisione, sopratutto quella Baudiana.

Oggi tutto questo non solo non esiste più ma non è possibile.

Prendiamo “LA CANZONE SEGRETA”

Serena Rossi è un personaggio con grandi qualità.
Ha tutte le carte in regola per imporsi nel mondo dello spettacolo e della televisione di un certo tipo, ma non è addatta a quel programma.

Non ha una “scuola” alle spalle, e il rischio e di bruciarla.

Se fosse riavvolto il nastro indietro di 30 anni, sarebbe stata creta perfetta nelle mani di Baudo, come lo è stata la Cuccarini.

Il programma, che è un format francese, mal si adatta alla visione italiana, e andrabbe messo in mani esperte, ma proprio perchè è un format hai poche capacità decisionali, devi seguire una traccia altrimenti è un altro programma.

Con una squadra di autori, un racconto che faccia vivere al protagosta “il momento” senza esserne mero spettatore e sopratutto un personaggio in grado di sviluppare l’emozione avrebbe ascolti nettamente diversi.

Ora immagina lo stesso programma nelle mani sapienti di una come RAFFAELLA CARRA’. (causa covid non avrebbe mai accettato di tornare in tv)

Avrebbe secondo il tuo giudizio lo stesso effeto prodotto dalla conduzione di Serena Rossi? (attenzione non parlo di ascolto, ma di gradimento ovvero dell’idea e sensazione che lo spettatore riceve nel vedere una trasmissione).

Questo per dire, che giustamente il ricambio è ossigeno, è linfa, ma non lo si può fare in una sorta di, passatemi il termine, dilettanti allo sbaraglio.
Perchè poi l’effeto che crei è quello del “vuoto”
E ti ritrovi con le varie ISOARDI, BALIVO (tanto per citarne due) che si sono ritrovate in prima linea non avendone gli strumenti.

Devi crearne le condizioni e cucire abiti su misura per far emergere, questo oggi in tv manca.
Come si puo prendere uno dal GF e sostituirlo ad un professionista come Bonolis.
Potra magari fare ascolti sulla “scia del momento” ma ha vita breve..



20. stefanor ha scritto:

22 marzo 2021 alle 14:53

quoto assolutamente tutto quello detto nel punto 19. da @laboccadellaverita’ soprattutto per quello che riguarda i format importati dall’estero, mi ripeto, considerando quello che di bello
c’è stato prima, in RAI, tipo bandire del tutto trasmissioni musicali
tipo ”Senza Rete”, senza parlare nuovamente di ”Canzonissima” non credo che oggi non avrebbe piu’ senso, si parla della discografia in disaccordo, ma non si dice sempre da parte degli stessi che ormai non c’e’ piu musica nelle trasmissioni televisive? E poi e’ stato fatto un tentativo ”maldestro” da parte di Canale 5 di riportare ”Giochi senza frontiere”, eliminandone pressoche’ totalmente il pathos, ma non si potrebbe ripristinarlo in qualche modo, magari evitando costose trasferte,ecc,ecc, tutte proposte queste che rivedute e corrette…chissa’…



21. Antonio ha scritto:

22 marzo 2021 alle 15:18

Rai e Mediaset sono entrambe a pagamento ed entrambe non lo sono. Il canone è una tassa che serve a vedere sia Rai che Mediaset. Allo stesso tempo nessuna delle due aziende richiede un abbonamento. La Rai inoltre oltre ad essere servizio pubblico è un’azienda sul mercato e deve seguire le regole di competitività sul mercato. Inizia alle 21.30 il prime time perché Mediaset ha iniziato rimandando l’inizio delle trasmissioni, colloca le pubblicità nella seconda parte dei programmi anche per catalizzare l’attenzione ma comunque deve collocarle per cui molto meglio avere un’ora senza interruzioni. Inoltre la maggior parte delle produzioni Rai finisce tra le 23:30 e mezzanotte e sono il venerdì e il sabato come giusto che sia si permette di titardare. Inoltre molti programmi di servizio pubblico sono esenti da pubblicità e soprattutto non interrompe i telegiornali con la pubblicità nonostante le numerose edizioni giornaliere.

Non sono uno stretto difensore della Rai ma certe precisazioni vanno fatte.



22. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 17:59

@laboccadellaverita scusa temo che hai confuso bernacca con calindri.



23. Nina ha scritto:

22 marzo 2021 alle 18:07

Incommentabile Fazio con la Pelosi.



24. laboccadellaverità ha scritto:

22 marzo 2021 alle 18:51

@alberto&laura

hai ragione era Calindri quello dell’amaro, Bernacca faceva la pubblicità ad un prodotto farmaceutico!

E’ l’età che avanza!!!!



25. laboccadellaverità ha scritto:

22 marzo 2021 alle 19:37

@alberto&laura

Hai ragione!
Quello dell’amaro era Calindri!!
Bernacca faceva la pubblicità di un azienda farmaceutica!

E’ l’età che avanza!!!!



26. Alberto&laura ha scritto:

22 marzo 2021 alle 20:29

Ma no. È il logorio della vita moderna.



27. ILMAPA ha scritto:

22 marzo 2021 alle 20:34

NON E’ IL CASO DI PASSARE DALLE PAROLE AI FATTI?

In diversi commenti odierni si fa riferimento alla parola RISPETTO verso il TELESPETTATORE che sembra un’opzione completamente disattesa sia dalla RAI che da MEDIASET.

Per “rispetto” nei tanti commenti si evidenzia il ritardo con cui hanno inizio le prime serate delle 2 principali RETI ed anche se non commento da molto tempo, a più riprese il problema viene evidenziato per condannare, questa che alla fine giustamente LA BOCCA DELLA VERITA’ ha definito il dovere di rispettare il telespettatore.

Mi chiedevo, visto che siamo in tanti a concordare su questa brutta piega che le TV hanno preso, visto che come sostengono giustamente (e complimentissimi veramente siete GRANDI, senza ironia) Alberto&Laura nel commento n. 14 le proteste anche all’interno di SORRISI E CANZONI lasciano il tempo che trovano (la consideravo la BIBBIA del telespettatore per essersi sempre schierata dalla parte dei lettori, ma evidentemente le ragioni del gruppo hanno la prevalenza) anche con l’aiuto di questo BLOG e del titolare DAVIDE MAGGIO che seguo con interesse e che certamente conosce le dinamiche televisive meglio di molte persone,

NON E’ POSSIBILE ATTUARE UNA FORMA DI PROTESTA COMUNE,
UNA (oserei dire) CROCIATA o LEVATA DI SCUDI VERSO LA RAI E MEDIASET perché

NEL RISPETTO DEL TELESPETTATORE, SI TORNI A RISPETTARE GLI ORARI DI INIZIO DEI PROGRAMMI IN PRIMA SERATA?

PENSATE CHE SE SIAMO D’ACCORDO TUTTI (anche se poi non cambierà nulla) solleveremo una questione che potrebbe fare rumore e qualificare ulteriormente questo BLOG e NOI TUTTI?

IPOTESI CONTRARIA: continueremo con i nostri commenti a condannare gli orari tardi di inizio di prima serata, continueremo a colpevolizzare STRISCIA per la sua lunga durata, continueremo con le solite lamentele che ogni giorno tanti AMICI lamentano e leggiamo in questo blog.

Ma poi ci ritroveremo a dire: sopravviviamo, DOMANI E’ UN ALTRO GIORNO…. (chiedo scusa a VIVIEN LEIGH/ROSSELLA per avere preso in prestito questa sua citazione)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.