31
dicembre

I 10 migliori programmi TV del 2020

Festival di Sanremo

Festival di Sanremo

La TV ha vissuto un 2020 a due facce. C’è un prima e un dopo la pandemia; a marzo molto è cambiato, tra programmi saltati, altri cancellati e altri ancora rinviati, in un contesto complicato, con studi deserti per l’impossibilità di far entrare pubblico. Nei dodici mesi che si vanno a chiudere c’è comunque chi ha brillato e merita secondo DavideMaggio.it di finire tra i 10 migliori programmi dell’anno. Ecco quali sono.

Classifiche 2020: i migliori programmi tv

C’È POSTA PER TE

C'è Posta per Te

C'è Posta per Te

Dopo vent’anni e più di 20 edizioni (la prossima,  al via il 9 gennaio 2021, sarà la 24° stagione), C’è Posta per Te si conferma il people show per eccellenza della televisione italiana. E’ il programma che più di tutti sa raccontare i sentimenti, spesso contrastanti, che dominano nelle famiglie ed è anche quello in cui Maria De Filippi sa dare il meglio di sé. Non è un caso che la conduttrice porti spesso ‘pezzi di C’è Posta’ nelle altre sue creature, ma il pubblico continua a preferire sempre l’originale. Quest’anno la trasmissione del sabato sera di Canale 5 ha portato a casa numeri decisamente alti, con una media di oltre 6 milioni di spettatori e uno share vicino al 30%. Per trovare risultati maggiori occorre tornare all’edizione del 2004.

IL CANTANTE MASCHERATO

Il Cantante Mascherato

Il Cantante Mascherato

Finalmente una novità degna di nota. Milly Carlucci porta su Rai 1 la versione italiana di The Masked Singer, show che vede personaggi famosi protagonisti ‘nascosti’ di una gara canora in maschera. Il dover indovinare chi si nasconde sotto le maschere, l’eccentricità dei costumi, le voci camuffate e l’alea di mistero incuriosiscono e piacciono. Format godibile, seppur perfezionabile, che il pubblico dell’ammiraglia Rai – solitamente esigente difronte alle novità – ha apprezzato (quasi 4,2 milioni di spettatori in media, con oltre il 20% di share).

FESTIVAL DI SANREMO

Festival di Sanremo

Festival di Sanremo

Il Festival di Sanremo entra di diritto, ogni anno, tra i programmi da ricordare. E’ l’evento televisivo e musicale che conta e non può essere altrimenti. Tanto onore, ma anche tanti oneri, soprattutto quando la Rai inciampa in un’annata no. E’ successo in passato, poteva succedere ancora dopo due edizioni di successo targate Claudio Baglioni; invece Amadeus alla sua prima e meritata volta all’Ariston ha alzato l’asticella e raccolto numeri che non si vedevano da tempo: complice anche l’ora tarda di chiusura, le cinque serate hanno portato a casa quasi il 55% di share, con più di 10 milioni di spettatori. Fiorello è stato la spalla ideale, Tiziano Ferro la nota musicale che ci voleva (eppure, a tratti fuori contesto) e la vittoria di Diodato l’inizio di un anno almeno per lui da incorniciare. D’obbligo il bis per Ama.

CHE TEMPO CHE FA

Che Tempo Che Fa

Che Tempo Che Fa

Fabio Fazio cambia la rete (fino a maggio su Rai 2, da settembre su Rai 3) ma non il programma. Che Tempo Che Fa è sempre il solito talk di interviste della domenica sera, ’spezzato’ dagli interventi di Luciana Littizzetto, con Filippa Lagerback in prima fila a scaldare la poltrona. Vi domanderete: “Allora perché è tra i dieci migliori programmi dell’anno?”. La trasmissione, da marzo a maggio, ha saputo più di tutti raccontare ed informare il pubblico sulla pandemia da Covid-19. Niente isterismi, nessun allarmismo, una corretta informazione, molti consigli, voce ad esperti e non ai ‘chiacchieroni’ (che hanno invece imperversato altrove). Insomma, Fazio ha garantito un vero servizio pubblico. Il fresco ritorno a Rai 3, dopo due anni a Rai 1 e uno a Rai 2, ha persino aumentato gli ascolti. E’ la rete giusta.

PROPAGANDA LIVE

Propaganda Live

Propaganda Live

Come Che Tempo Che Fa, anche Propaganda Live su La7 è stato tra i programmi ‘meglio accesi’ durante la prima fase della pandemia. Quello condotto ogni venerdì sera da Zoro è un talk alternativo, meno impostato e più chiacchierato, dove i fatti di maggiore rilevanza della settimana sono non soltanto tema di dibattito ma anche materiale per i reportage realizzati dallo stesso conduttore. In onda in una serata piuttosto affollata, il programma garantisce buoni ascolti (media in questa stagione attorno al 5% di share). Inoltre, tra quelli di La7, è certamente il più vicino al pubblico social, rivolgendosi con il giusto linguaggio ad un target poco consono alla rete. E non è un caso che lo speciale di Capodanno sia stato affidato proprio a Propaganda Live.

UNA PEZZA DI LUNDINI

Una Pezza di Lundini

Una Pezza di Lundini

Non ha fatto breccia nel pubblico, ma Valerio Lundini ha messo nella seconda serata di Rai 2 la pezza che ci piace. Una Pezza di Lundini è l’unico show che unisce comicità e umorismo, in un contesto dove tutto appare impreparato e improvvisato. Insieme ad Emanuela Fanelli, il comico conduce e intrattiene – quando c’è – l’ospite, in un’atmosfera surreale. Anzi, anti-televisiva.

MATRIMONIO A PRIMA VISTA

Matrimonio a Prima Vista

Matrimonio a Prima Vista

Diciamolo: Matrimonio a Prima Vista è il miglior programma di Real Time, ceduto da Sky nel 2019 dopo le prime tre edizioni. Solitamente i reality mettono alla prova amori e coppie; in questo caso, il format fa convolare a nozze dei perfetti sconosciuti che poi la vita, salvo rarissime eccezioni, porta al divorzio. Dinamiche sempre interessanti e risvolti inattesi, che fanno di Matrimonio a Prima Vista una proposta fresca e ‘genuina’ nonostante le cinque stagioni sulle spalle. L’ultima, tra l’altro, archiviata con un colpo di scena: il ‘marito’ di una coppia si è unito alla ‘moglie’ di un’altra coppia.

MASTERCHEF

Masterchef 2020

MasterChef

E’ arrivato alla doppia cifra, quella dell’edizione numero 10, con nuova linfa. Complice l’arrivo, lo scorso anno, di un nuovo capo progetto, MasterChef continua a imporsi come il miglior programma culinario nel panorama televisivo nostrano. Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli sono anche riusciti a rialzare la curva degli ascolti e l’interesse del pubblico.

CHE CI FACCIO QUI

Che Ci Faccio Qui

Che Ci Faccio Qui

Sofferenza, ingiustizia e rinascita rappresentano il perno di un appuntamento, oseremmo dire, toccante. Quelle che Domenico Iannacone porta nella seconda serata di Rai 3 sono storie collettive e individuali in cui l’elemento del corpo e dell’aspetto ritorna continuamente, all’apparenza fragile ma potente. Protagoniste sono le persone che, dopo drammi di diversa natura, si trovano nella condizione di vivere una seconda vita sulle ceneri della precedente. Che Ci Faccio Qui arriva alle loro cicatrici e ai loro segni indelebili sul corpo, testimonianze – come detto – di sofferenza e ingiustizia ma soprattutto di rinascita.

QUI E ADESSO

Qui e Adesso

Qui e Adesso

Quando lo show fa rima con talento, puoi anche permetterti di osare e proporre un varietà diverso, meno ‘patinato’ e più confidenziale. Massimo Ranieri è sinonimo di spettacolo e questo ha portato per cinque serate su Rai 3. Qui e Adesso è un misto di televisione e teatro, palcoscenici che l’artista partenopeo sa da sempre calcare con maestria, nonché il miglior modo per intrattenere e distrarre il pubblico in questo particolare periodo storico. Meritava altri ascolti (media a 1,4 milioni di spettatori e il 6% di share).



Articoli che potrebbero interessarti


Luciana Littizzetto
Sanremo 2020, Luciana Littizzetto e i consigli anti-polemica ad Amadeus. Video


DE FILIPPI_PRIMA PUNTATA C'E' POSTA PER TE 2017
Le Pagelle della Settimana TV (6-12/3/2017). Promossi C’è Posta Per Te e MasterChef. Bocciati Ceccherini e il daytime in convento di Rai2


Francesco Renga
FESTIVAL DI SANREMO 2014: CLASSIFICA PROVVISORIA DEI BIG. PRIMO FRANCESCO RENGA


fiorello - il più grande spettacolo dopo il weekend
2011, UN ANNO DI SUCCESSI: DA SANREMO A FIORELLO, DAL DELFINO BOVA A MONTALBANO, PASSANDO PER ANNOZERO FINO A X FACTOR 5

3 Commenti dei lettori »

1. vicky ha scritto:

31 dicembre 2020 alle 19:37

io li boccio tutti soprattutto propaganda e forse salvo solo Ranieri.



2. Lorenzo78 ha scritto:

31 dicembre 2020 alle 23:20

D’accordo su tutto tranne che su C’è posta per te. Il fatto che abbia un ascolto monstre non cancella certo il fatto che sia una trasmissione indecente che dovrebbe stare di diritto tra le trasmissioni peggiori dell’anno



3. riccardo ha scritto:

2 gennaio 2021 alle 20:37

Buona sera vedo manca report e a me piaceva anche all togheter now



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.