21
dicembre

Coletta, anche meno!

the voice senior

The Voice Senior

La proclamazione del vincitore di Ballando con le Stelle era stata solo l’antipasto. Questa volta Stefano Coletta ha fatto ancora di più. Il direttore di Rai1, ieri, non solo ha premiato il vincitore di The Voice Senior, Erminio Sinni, ma le sue intenzioni (“volevo dire una frase soltanto“) si sono trasformate in un sermone di oltre 1 minuto a proclamazione appena avvenuta, quando l’orologio segnava mezzanotte e mezza.

Il risultato è che, se ogni gara che si rispetti si conclude con i ringraziamenti e il discorso del vincitore, chiamato spesso a riesibirsi sui titoli di coda, The Voice Senior ha salutato i telespettatori con le frasi del direttore – perfetto sconosciuto per il pubblico – che ha lasciato Sinni “senza parole” (il cantante ha dovuto affidarsi ai social per ringraziare). Del resto, ad ascoltare il suo “monologo”, è Coletta il vincitore di questa prima edizione del programma. Prima dei ringraziamenti di rito, il direttore non ha potuto non rimarcare il suo ruolo (“Ho voluto con tutte le forze questo programmaquello che mi ha portato a scegliere questo programmachi mi conosce lo sa... Antonella, abbiamo dimostrato…“) per poi chiosare – da vera star – con la frase ad effetto: “Non è mai tardi per un’infanzia felice“.

E’ vero che ogni tanto – soprattutto in Rai – c’è bisogno anche di rimarcare i propri meriti (anche se i veri successi parlano da soli) ma questa tipologia di presenzialismo, mista a vanità, lascia davvero perplessi. Anche meno, direttore!

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


The Voice Senior
The Voice Senior, ecco il talent ‘over’ di Antonella Clerici. Coletta: «Contento se Rai1 fa il 17% dalle 20.30 alle 22.30»


Stefano Coletta
Top Dieci non va al sabato perchè è «un programma da proteggere, potrebbe diventare un classico di Rai 1». Tutte le novità della seconda edizione


Festival di Sanremo 2021
Sanremo, si pensa di cassare il PrimaFestival


Sanremo 2021, sala stampa
Sanremo 2021, conferenza stampa della quarta serata. Amadeus sbotta per le domande sulla durata: «Amore mio, non posso dare il vincitore all’1 quando ho 26 artisti. Chi verrà dopo di me farà diversamente»

5 Commenti dei lettori »

1. Mister Zapping ha scritto:

21 dicembre 2020 alle 13:39

Era dai tempi di Fabrizio Del Noce che non assitevamo a cotanto presenzialismo e autoreferenza. Però Del Noce almeno si metteva in tiro per le occasioni importanti, Coletta fa tanto il fenomeno e poi si presenta in casa degli italiani col golfino sgualcito per non dire nulla.



2. Vale ha scritto:

21 dicembre 2020 alle 15:55

Condivido sul mancato ringraziamento del vincitore a cui purtroppo non si è data la parola, ma per quanto riguarda il discorso di Coletta l’ho trovato invece molto idoneo. In un tempo non così eccessivo (1.30) non ho visto autoreferenzialismo ma semplicemente la chiosa di un programma su cui molti non avrebbero scommesso, a maggior ragione in questo periodo. Quindi giusto aver concluso spiegando la sua ideazione e cosa il programma rappresentasse.
In un clima così piacevole come quello creato in questo programma, dove non c’era competizione ma solo il piacere dello show, quel discorso è stata la giusta conclusione.



3. Mister Zapping ha scritto:

21 dicembre 2020 alle 17:04

Discorso che poteva fare tranquillamente la padrona di casa Antonella Clerici, che essendo anche una conduttrice navigata non si sarebbe dimenticata il vincitore per strada.



4. PeppaPig ha scritto:

21 dicembre 2020 alle 19:59

Mister Zapping ho pensato esattamente quello che hai scritto nel tuo primo commento.
Presentarsi in prima serata con un vestito e un taglio di capelli decenti mi sembrerebbe il minimo sindacale, volendo proprio apparire ….
Anche alla finale di Ballando non si poteva guardare.



5. Maria Cristina Giongo ha scritto:

22 dicembre 2020 alle 12:35

Concordo con Viola e sul premiare un programma finalmente semplice, piacevole, come dovrebbero riprendere a fare molto più spesso!

E ovviamente sono d’accordo con PeppaPig; e Mister Zapping



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.