16
dicembre

America’s Cup: la battaglia navale in diretta su Rai2

America's Cup, Luna Rossa

La battaglia navale sta per iniziare. Con tutta la tensione agonistica che, anche tra le onde, scorre nelle sfide più accese. Da stanotte a domenica 21 marzo, la baia di Auckland tornerà ad essere lo scenario dell’, il più antico trofeo sportivo del mondo per cui si compete tuttora. La 36esima edizione dell’evento – segnata quest’anno dall’inedito utilizzo delle nuove imbarcazioni ‘volanti’ Ac75 – sarà visibile in esclusiva free su e RaiPlay.

Nei giorni delle regate, che per effetto del fuso orario si svolgeranno quando in Italia sarà notte (a partire dalle 2.50), la seconda rete rivoluzionerà il proprio palinsesto per seguire i tre differenti momenti che caratterizzeranno la competizione. A sfidarsi nelle acque neozelandesi saranno quattro barche (ed altrettanti team): i tre sfidanti (i Challengers), cioè il team italiano Prada Luna Rossa, gli inglesi di Ineos e gli statunitensi di NY American Magic, più i detentori del trofeo (i Defenders), ovvero il Team Emirates New Zealand.

America’s Cup – Meccanismo e fasi

La prima tranche denominata America’s Cup World Series – quattro giorni da giovedì a domenica prossimi – vedrà in acqua tutte e quattro le imbarcazioni: nelle prime tre giornate si sfideranno in un girone all’italiana (Round Robin) che le metterà l’una contro l’altra, ogni giorno due volte. Il quarto giorno – domenica 20 – sarà invece la volta della Christmas Race, con tutte e quattro le barche in acqua in contemporanea: semifinali incrociate, sulla base dei risultati del girone di qualificazione, e finali per il primo e per il terzo posto.

Dal 15 gennaio al 21 febbraio, invece, si svolgerà la Prada Cup, ovvero la lunga lotta tra i tre equipaggi sfidanti per decidere chi, a marzo, contenderà il trofeo ai detentori neozelandesi nell’America’s Cup vera e propria.

America’s Cup in diretta – Rai2 e RaiPlay

Da giovedì 17 a domenica 20 dicembre le telecronache andranno in onda dallo studio Sr5 di Saxa Rubra Roma, in diretta su Rai2 e RaiPlay dalle 2.50 alle 06.00 del mattino e in replica dalle 8.15 alle 11.25 su Raisport +HD. A curare e condurre le trasmissioni sarà il giornalista e skipper Giulio Guazzini, che si avvarrà anche di un parterre di esperti velisti, tecnici e addetti ai lavori. In studio, per questo primo step della competizione ci saranno Ruggero Tita, campione mondiale di vela Nacra17 con Caterina Banti, velista dell’anno 2019, tesserato del gruppo sportivo Fiamme Gialle e già al timone di Luna Rossa Ac 75 ed Edoardo Bianchi, ingegnere navale che ha contribuito alla progettazione della prima Luna Rossa Prada Pirelli.

In collegamento dalla sede Rai di Ancona interverrà il progettista Paolo Cori specialista di America’s Cup e delle imbarcazioni Open-libera, mentre in collegamento dal Piemonte ci sarà Francesco De Angelis, già timoniere di Luna Rossa, l’unico Italiano ad aver vinto la Louis Vuitton Cup, ora Prada Cup, la regata preliminare per accedere alla sfida con il ‘Defender’. Tra gli ospiti, Mauro Pelaschier, timoniere di Azzurra nell’83.

I componenti dell’equipaggio di Luna Rossa, protagonisti in acqua in Nuova Zelanda, saranno collegati con la trasmissione prima e dopo le regate. Sintesi e interviste saranno riproposte nella rubrica settimanale “L’Uomo e il mare”, in onda ogni lunedì, sempre su Rai2.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Luna Rossa, America's Cup
America’s Cup, le sfide finali di Luna Rossa in diretta tv. Dove seguirla


America's Cup 2013 sulla Rai (4)
AMERICA’S CUP 2013: DIRETTA TV SUI CANALI RAI. MA A NAPOLI E’ POLEMICA


zelig
Pagelle TV della Settimana (22-28/11/2021). Promosso il ritorno di Zelig. Bocciato il pomeriggio ballerino di Rai2


Massimo Lavatore
Rai2, Massimo Lavatore nuovo direttore ad interim

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.