27
novembre

Massimiliano Morra: «Devo tutto alla Ares. Mi manca Alberto Tarallo»

massimiliano morra

Massimiliano Morra

Dopo settimane in cui è calato il silenzio più assoluto, a Mediaset si torna a parlare di Aresgate complice l’uscita di Massimiliano Morra dalla casa di Grande Fratello Vip 5. Se a Live non è la D’Urso l’argomento non è stato toccato, malgrado il confronto di Massimiliano con le 5 ‘temibili sfere’, situazione diversa a Verissimo di Silvia Toffanin.

Nella puntata in onda domani, Massimiliano Morra parla in primis della falsa storia d’amore con Adua Del Vesco ripetendo la poco convincente versione sui loro attriti:

Tra me e Adua non c’è mai stato nulla se non un’amicizia. Dopo la nostra finta relazione, l’ho corteggiata tanto e insistentemente perché nel tempo mi ero molto legato a lei, ero quasi innamorato. Da parte sua c’erano dei segnali che mi facevano intuire che ci fosse un interessamento. Poi, per il mio eccessivo corteggiamento, la situazione è precipitata”.

Sul suo passato professionale con il mondo Ares, l’attore dice:

“Nessuno mi ha mai obbligato. Il sistema mi ha consigliato di costruire una finta storia per promuovere la fiction in cui ero protagonista. Ero giovane e avevo solo un obiettivo: diventare attore. Non avevo neanche altre relazioni stabili perché non volevo distrarmi dal mio lavoro”.

In merito alle forti confidenze fatte ad Adua dentro la casa del Grande Fratello Vip, Morra aggiunge gettando palesemente acqua sul fuoco:

“Tante cose sono arrivate in maniera distorta. Devo tutto alla Ares. Sono persone che mi hanno creato dal nulla. Ho reagito così perché da un momento all’altro sono stato allontanato e non ho più lavorato senza conoscere i motivi. Questo mi ha portato a un malessere interiore che mi ha provocato depressione e attacchi di panico”.

Infine, alla domanda di Silvia Toffanin, che gli chiede se abbia mai più sentito il produttore Alberto Tarallo, Massimiliano confessa:

No l’ho più sentito e mi dispiace. Alberto e Teo (Losito ndr) sono stati i miei papà artistici. Mi mancano tanto”.

Ma Tarallo non era Lucifero in persona per Morra?



Articoli che potrebbero interessarti


Massimiliano Morra e Adua Del Vesco
AresGate: chi è il Lucifero di cui parlano Adua Del Vesco e Massimiliano Morra?


Alberto Tarallo
AresGate: Alberto Tarallo avrebbe diffidato Mediaset


ELISABETTA GREGORACI
Elisabetta Gregoraci: «Briatore mi ha sgridato. Nathan era geloso di Pierpaolo»


gfvip padre massimiliano
GF Vip 5, il padre di Morra attacca Zorzi: «Avete deriso mio figlio pure per le mutande, perché non glielo dite in faccia?». Pur di difendere Tommaso, Signorini prende una cantonata

1 Commento dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

28 novembre 2020 alle 07:12

Che ci fosse del marcio nelle cosiddette “ingenue rivelazioni notturne” era chiarissimo fin dal principio, e lo ha confermato il fatto che, non appena vista la mala parata, tutto sia stato messo così rapidamente a tacere. Spiace comunque che nessuno abbia stigmatizzato come si dovrebbe un modo di fare televisione che non risparmia nemmeno le persone scomparse.
Per certi versi c’è persino del comico nel modo in cui gli autori del GF e i loro supporters hanno tentato così maldestramente di creare il finto caso con stupidaggini tipo la setta satanica, sfruttando personaggi come questo (e altri disperati dentro e fuori la Casa) che per i famosi 5 minuti di visibilità farebbero e direbbero tutto e il suo contrario.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.