20
novembre

Storie Contemporanee: Michela Ponziani a caccia delle ultime ricerche

michela ponziani

Michela Ponziani

Un nuovo programma dedicato alle ricerche più interessanti a cui stanno lavorando oggi gli storici italiani che si dedicano all’approfondimento di quanto accaduto dalla Rivoluzione Francese ai nostri giorni. E’ Storie contemporanee di Fabrizio Marini, Marco Mondini, Alfonso Notari, Michela Ponzani, per la regia di Leonardo Sicurello che Rai Storia propone da stasera alle 22.00.

Ogni settimana Michela Ponzani, con la partecipazione di Marco Mondini, presenta tre diverse indagini, per chiarire con i loro autori gli aspetti più rilevanti del loro studio, le novità del loro approccio, le scoperte effettuate, i risultati che si ripromettono di raggiungere.

Nel primo appuntamento, protagonista un fenomeno che coinvolse centinaia di migliaia di italiani, dopo la fine della Grande Guerra: le cartoline indirizzate al Milite Ignoto, un modo per elaborare dolori e lutti personali. All’Archivio Centrale dello Stato, Michela Ponzani incontra Barbara Bracco, intervistata sulla ricerca “Le cartoline al milite ignoto”. Marco Mondini, dal Museo ebraico di Roma, racconta, invece, insieme a Bianca Gaudenzi la storia dei beni culturali trafugati durante la Seconda Guerra Mondiale. Acnora all’Archivio Centrale dello Stato, infine, Marco De Nicolò propone la sua ricerca sui movimenti giovanili, tra cultura e politica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Franca Leosini
Rai, cancellata la replica di Storie Maledette con l’aggressore di Lucia Annibali. Ma il contenuto è sempre stato su RaiPlay


Giornata mondiale della televisione
Giornata Mondiale della Televisione: la speciale programmazione Rai


Sergio Mattarella all'Altare della Patria
Rai, programmazione speciale per la Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate


Fabrizio Salini
Rai Storia e Rai Sport salvi: Salini scongiura chiusure o accorpamenti dei canali Rai

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.