10
ottobre

Bake Off 2020 rientra nei ranghi, Philippe no

Bake Off 2020 - Philippe twerka

Bake Off 2020 - Philippe twerka

Dopo sei puntate Bake Off Italia è tornato all’ovile: per la prima volta in questa nuova edizione i telespettatori hanno assistito alle tre prove canoniche del programma – creativa, tecnica e quella a sorpresa – salutando le sfide in gruppi che l’avevano caratterizzata fino a questo punto. Un tuffo nel passato, o meglio un passo indietro, che fa quasi pensare che la vera gara stia iniziando soltanto adesso.

Va bene la liturgia, va bene l’identità dello show, ma il tentativo di spezzare la routine con un meccanismo nuovo era stato apprezzabile, un modo per rimodernare un tendone che dopo otto stagioni rischiava di diventare antiquato. Invece, no: il bakery show si è ributtato nel solito tran tran, puntando ancora una volta su prove salate – già apparse ad onor del vero la scorsa settimana – che con il format non c’entrano affatto.

Di interessante c’è che per la prima volta quest’anno è stato anche assegnato il grembiule blu, incoronando il migliore di una puntata dedicata al sud Italia. E’ toccato a Monia, la quarantacinquenne di Ascoli Piceno, stavolta impeccabile, ma che nelle prime cinque puntate non si era particolarmente fatta notare. A voler fare un primo bilancio, in questa puntata destinata a fare da spartiacque, gli aspiranti pasticceri più promettenti sono il milanese Matteo, sempre calmo e concentrato, la bionda ed ambiziosa designer Sara e il controverso Philippe, che ha perso un’altra occasione per fare la persona seria, twerkando sulle note di Pem Pem per festeggiare il secondo posto nella prova tecnica: ma non gli era bastato cucinare a torso nudo ed essere richiamato dai giudici?

Bake Off 2020: cosa è successo nella sesta puntata

Prova creativa: Casatiello napoletano e zeppole di San Giuseppe
Prova Tecnica: Cassata siciliana di Damiano Carrara
Prova a sorpresa: Taralli dolci, cartellate e pasticciotti pugliesi
Grembiule blu: Monia
Eliminati: Giovanni

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Clelia D'Onofrio
Bake Off 2020: il ritorno di Lady Clelia


Benedetta Parodi e Maria
Bake Off 2020: malore per Maria


Philippe Bake Off
Bake Off 2020: Philippe cucina a torso nudo, Csaba e Knam lo smontano


La Torta Realissima di Ernst Knam
Bake Off 2020 celebra i 10 anni di Real Time con qualche assenza di troppo

3 Commenti dei lettori »

1. ale88 ha scritto:

10 ottobre 2020 alle 11:44

Veramente è stata Benedetta ad obbligare Philippe a ballare se fosse arrivato tra i primi 5 della prova tecnica…



2. Stefania Stefanelli ha scritto:

10 ottobre 2020 alle 13:50

@ale88: Non lo ha obbligato. Durante la prova lui ha detto di essere bravo nel “movimento del bacino” e ha accennato al twerking, lei gli ha detto che avrebbe potuto farlo per festeggiare e lui ha accettato. Poteva dire no.



3. Gilberto ha scritto:

10 ottobre 2020 alle 16:13

@Stefania Stefanelli: in realtà durante la puntata lui l’ha lanciata come boutade e, alla fine della classifica, è stata proprio Benedetta a dirgli che avrebbe dovuto pagare pegno, essendo entrato in top 5, quasi obbligandolo.

Inoltre, piccola nota a margine per quanto riguarda le prove salate: “puntando ancora una volta su prove salate – già apparse ad onor del vero la scorsa settimana – che con il format non c’entrano affatto”.
Si vede che non ha seguito con particolare attenzione il format originale inglese che si basa, come suggerisce il nome stesso del programma, su tutti i prodotti da forno e non solo su quelli dolci.
Che poi la versione italiana abbia puntato più sui dolci che sul salato è un’altra storia, ma che poco ha a che fare con il format in sé.

Un saluto!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.