5
ottobre

Io ti Cercherò: Alessandro Gassmann torna ad indagare su Rai 1

Io ti Cercherò - Alessandro Gassmann

Io ti Cercherò - Alessandro Gassmann

In attesa di tornare in video con la nuova stagione de I Bastardi di Pizzofalcone, Alessandro Gassmann arriva questa sera su Rai 1 con la serie Io ti Cercherò, un altro poliziesco che si muove su una linea ancora più emozionale: l’attore interpreta, infatti, un ex poliziotto che cercherà la verità sulla morte del figlio, morto apparentemente suicida.

Quattro prime serate, realizzate da Rai Fiction e Publispei per la regia di Gianluca Maria Tavarelli, porteranno il pubblico in giro per una Roma piena di contraddizioni, spaziando dalla periferia ai quartieri più esclusivi, dove si snoderà l’indagine del protagonista Valerio e del Vicequestore Sara, sua fiamma del passato. Ad interpretarla Maya Sansa, mentre Giordano de Plano – ex volto di Squadra Antimafia – sarà il marito della donna.

In questo giallo complicato, pieno di dolore e sentimenti, che farà largo uso anche del feedback per raccontare il passato di una famiglia distrutta, una figura centrale sarà quella della vittima, Ettore (Luigi Fedele): benché morto, il ragazzo sarà sempre presente nel racconto, e l’indagine che suo padre porterà avanti sarà la sua occasione per conoscerlo davvero, anche se ormai è troppo tardi.

Io ti Cercherò: la trama

L’improvvisa morte del suo unico figlio Ettore (Luigi Fedele) costringe Valerio (Alessandro Gassmann), ex poliziotto, a ritornare a Roma per affrontare, con il dolore, i fantasmi della vecchia vita che credeva di essersi lasciato alle spalle, insieme al suo carico di errori e di rimorsi. Il caso di Ettore viene velocemente archiviato come suicidio, ma Valerio non ne è convinto. È quasi sul punto di accettare il suo dolore nascondendosi per sempre in un silenzio vuoto e pieno di sofferenza, quando Sara (Maya Sansa), amore del passato ed ex-collega, lo chiama per dirgli che anche lei non crede che Ettore abbia scelto di morire e che le cose non tornano. Perché sul verbale non risultano i nomi di chi era di turno quella notte? Per quale motivo gli orari non coincidono? Perché sembra che i testimoni abbiano paura di parlare, di dire cosa hanno visto? Valerio decide di tornare a Roma per scoprire la verità sulla morte di Ettore. Lo ospita Gianni (Andrea Sartoretti) suo fratello, anche lui poliziotto, che vive in periferia con sua moglie, Lisa (Giada Prandi). Sara lo aiuta nelle indagini e diventa il suo punto di riferimento. Anche Martina (Zoe Tavarelli), la fidanzata di Ettore, condivide con lui il dolore e la convinzione che non sia stato un suicidio e lo guida nella riscoperta del figlio: un ragazzo che amava profondamente la vita e aveva ancora tantissime cose da fare. Il percorso che Valerio dovrà fare per scoprire la verità lo porterà a sentire Ettore ancora più vicino, ad essere più consapevole della profondità del loro legame che la lontananza e i silenzi non avevano intaccato. Come lui, suo figlio combatteva a testa alta, non sopportava le ingiustizie e voleva essere utile, dare una mano a chi ne aveva bisogno. Ma proprio questa determinazione aveva portato Ettore ad avere a che fare con gente senza scrupoli.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Io ti Cercherò - Maya Sansa e Alessandro Gassmann
Io ti Cercherò: tutti i personaggi


Emily in Paris - Lily Collins
Emily in Paris, come Carrie a Manhattan


L'Allieva 3 - Chiara Mastalli, Giorgio Marchesi
L’Allieva 3: Alice Allevi è diventata medico legale


Petra - Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi
Petra: la serie in giallo e tutta al femminile di Sky con Paola Cortellesi – Trama e Cast

1 Commento dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

5 ottobre 2020 alle 19:58

Mi pare che riecheggi parecchio “Pezzi Unici”. Speriamo sia altrettanto bello.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.