29
settembre

Cartabianca, Corona assente dopo il litigio. Berlinguer lo perdona: «Torni ma senza offese e insulti»

Cartabianca

Dopo il litigio in tv, ha momentaneamente isolato il Corona vir. L’uomo Corona – , s’intente – non ha infatti preso parte all’odierna puntata del talk show , che proprio la settimana scorsa era diventato il palcoscenico di una sua inconsulta sfuriata contro la padrona di casa. A distanza di sette giorni, è stata proprio quest’ultima a motivare l’assenza del suo barbuto ospite abituale.

Avrete notato che Corona non c’è. Sapete cosa è accaduto nella passata trasmissione. Il suo comportamento è stato talmente sgradevole da costringermi ad un certo punto a chiudere il collegamento che era in corso con lui (…) Penso sia giusto offrire un chiarimento a tutti voi che tanto interesse avete dimostrato in questi anni nei confronti delle nostre conversazioni di cui mi sono sempre assunta la piena responsabilità e che ho sempre considerato un elemento significativo di Cartabianca, con tutte le reazioni positive e le critiche anche aspre che hanno suscitato

ha affermato Bianca Berlinguer, riferendosi alla lite della settimana precedente, nella quale lo scrittore la aveva definita “gallina”. Nei giorni successivi – e a seguito di una dura nota di Viale Mazzini – Corona aveva presentato pubblicamente le proprie scuse. “Parole che mi sono apparse assolutamente sincere” ha commentato la conduttrice, che poi ha speso parole distensive nei confronti del suo ospite fisso.

Corona è una personalità forte e imprevedibile, spesso intrattabile. Ha alle spalle una vita piena di dolori e sofferenze, ma capace di interessare e divertire una parte di voi che in questi anni ci ha sempre seguito. È inevitabile che possa dividere, suscitare scalpore. Questo l’ho sempre saputo e talvolta io stessa sono rimasta disorientata e offesa come accaduto una settimana fa“.

ha proseguito la giornalista, dicendosi convinta che queste tensioni vadano risolte “in modo aperto e dialettico, con un confronto anche duro ma senza ricorrere a misure disciplinari o azioni legali“. Una mano tesa allo scrittore montanaro, del quale la conduttrice ha auspicato il ritorno in trasmissione:

Spero che una volta decantata la situazione possa tornare tra noi suscitando come sempre approvazione e ostilità ma risparmiandoci per sempre, davvero per sempre, offese e insulti

Tra la Berlinguer e il suo ospite fisso, insomma, uno strappo si è effettivamente verificato ma non è stato insanabile. Nell’attesa di riaccoglierlo su Rai3, la conduttrice lo ha di fatto rimpiazzato con un altro scrittore: Corrado Augias. Il giornalista di Rai3, nella prima fase della puntata, ha infatti affiancato la padrona di casa proprio come faceva abitualmente il ruspante alpinista friulano.



Articoli che potrebbero interessarti


Mauro Corona
Mauro Corona si scusa con la Berlinguer: «Sono stato un cafone. Da 40 giorni non tocco alcol, risulto nervoso»


Mauro Corona, Bianca Berlinguer
Scontro Corona-Berlinguer, le scuse della Rai: «Inaccettabili offese alla conduttrice e alle donne»


Cartabianca
Mauro Corona, scontro con la Berlinguer: «Stia zitta, gallina!». «Non si permetta»


Mauro Corona e Bianca Berlinguer
Cartabianca, Corona: «Magari i giovani bevessero un bicchiere di vino ogni tanto». La Berlinguer lo bacchetta

1 Commento dei lettori »

1. PeppaPig ha scritto:

30 settembre 2020 alle 07:47

Ogni anno ci propinano la stessa sceneggiata, anche lo scorso anno accadde esattamente lo stesso. Siccome è lampante che la Berlinguer non rinuncerebbe a quel pò di share che porta Corona nemmeno se gli offendesse in diretta la mamma e la figlia, eviti almeno di fare il teatrino al quadrato, prima quando finge di scandalizzarsi, e poi quando finge di credere alla sincerità delle scuse.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.