29
settembre

Pagelle TV della Settimana (21-27/09/2020). Promossi Reazione a Catena e The Boys. Bocciati Garko e il silenzio sull’AresGate

Adua del Vesco

Adua Del Vesco (Us Endemol Shine)

Promossi

9 a Reazione a Catena. L’intesa con i telespettatori del preserale è vincente. Il programma, aiutato quest’anno dall’assenza di concorrenza, si conferma come uno dei format più apprezzati della televisione. La messa in onda estiva, apparentemente un limite, negli anni si è rivelata una forza.

8 a The Boys 2. E’ vero, l’irruenza della prima stagione è andata svanendo, tuttavia la serie con i ’super anti eroi’ è ancora fresca e foriera di sorprese. Sembra pagare anche la scelta dei produttori di rilasciare la serie alla vecchia maniera, una puntata per volta (eccetto per il triplo debutto).

7 a Battiti Live. Mentre il Music Festival di Canale 5 si fermava, la squadra di Radio Norba ha proseguito la sua mission nell’estate musicale consolidando un rapporto con il pubblico che va avanti dal 2003 su Telenorba e dal 2017 anche su Italia 1. Sul fronte conduzione, si potrebbe migliorare.

6 a Guillermo Mariotto. Un po’ ci fa, un po’ ci è, di sicuro a Ballando con le stelle è il custode dell’imprevedibilità. L’importante è, però, non farsi prendere troppo dal personaggio: l’essere eccentrico soltanto per il gusto di esserlo è antipatico, oltre che fastidioso.

Bocciati

5 a Gabriel Garko. A sorpresa, dopo anni di menzogne e sulla spinta dell’AresGate, l’attore decide di rivelare il suo reale orientamento sessuale. Se il momento in sè è stato di vera commozione e sentito, è il contesto che infastidisce. Che c’entra il Grande Fratello Vip? Il paradosso è poi che Garko non si sbottona perchè lo farà a Verissimo dando implicitamente manforte a chi lo accusa di aver taciuto sinora per meri interessi economici.

4 a Concita De Gregorio. A diMartedì, la giornalista se la prende con Sallusti perchè la chiama per nome e non per cognome denotando – a suo dire – un atteggiamento sessista (clicca qui per maggiori info). Anche meno.

3 all’ennesimo battibecco Mauro Corona-Bianca Berlinguer. Questa volta il ruspante scrittore esagera dando della gallina alla conduttrice, eppure il siparietto per il quale la Rai si è persino scusata sembra soltanto il passo in più rispetto a quello che normalmente accade da diverso tempo.

2 a Federico Fashion Style vs Antonella Mosetti che a Live – Non è la D’urso cominciano ad inveire vicendevolmente. Momento topico lui che l’accusa di non aver pagato il conto, e lei che gli rinfaccia di fare lo “slave” di notte. Qui di “style” ce n’è poco.

1 all’AresGate interruptus. Adua Del Vesco e Massimiliano Morra fanno scoppiare la bomba nella casa del Grande Fratello Vip, i contenitori di Canale 5 si buttano a capofitto (in maniera fin troppo scandalistica) salvo venire brutalmente stoppati. Ma censurando la faccenda Mediaset fa una figura ancor peggiore.



Articoli che potrebbero interessarti


vanessa-incontrada
Pagelle TV della settimana (28/09-4/10/2020). Promossi Guanciale e Gabibbo. Bocciati Garko e Del Vesco


Cartabianca
Cartabianca, Corona assente dopo il litigio. Berlinguer lo perdona: «Torni ma senza offese e insulti»


Mauro Corona
Mauro Corona si scusa con la Berlinguer: «Sono stato un cafone. Da 40 giorni non tocco alcol, risulto nervoso»


Mauro Corona, Bianca Berlinguer
Scontro Corona-Berlinguer, le scuse della Rai: «Inaccettabili offese alla conduttrice e alle donne»

3 Commenti dei lettori »

1. Paolo ha scritto:

29 settembre 2020 alle 13:20

Ma questo Federico Fashion Style ha rovinato i capelli solo a influencer e oche sfigate e bollite? Chiedo per un amico.



2. Danilo ha scritto:

29 settembre 2020 alle 15:01

Gli ultimi 3 punti rispecchiano perfettamente certa televisione:
3)La Berlinguer per fare qualche spettatore in più deve chiamare questo “personaggio”.Che di sicuro tornerà,non ci sono dubbi.
2)Due sguaiati che litigano dalla D’Urso,call me surprised!
1)Garko che per $$$ va al GFVip ed a Verissimo.



3. PeppaPig ha scritto:

29 settembre 2020 alle 18:55

Scusate ma siete proprio sicuri che ci sia qualcosa da censurare? Forse il problema è proprio che dietro lo scandalo ….. niente. Ad ogni modo credo più all’esistenza di Mark Caltagirone che alla ingenua spontaneità della “confessione” notturna di Adua.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.