28
settembre

Illuminate: il docu-film di Rai3 riparte dal ricordo di Sandra Mondaini

Lucia Mascino racconta Sandra Mondaini

Quattro racconti originali per quattro grandi figure femminili. Incrociando la narrazione cinematografica, i documenti d’archivio e le testimonianze dirette, proporrà un nuovo ciclo di , docu-film a puntate dedicato alle donne che – per talento, carattere e umanità – hanno segnato la storia artistica italiana e raggiunto prestigiosi traguardi. La nuova serie, in onda da stasera in seconda serata, approfondirà in particolare le storie ed il ricordo dell’attrice e soubrette Sandra Mondaini, della poetessa Alda Merini, della cantante lirica Renata Tebaldi e dell’architetto Gae Aulenti

A guidare il racconto saranno quattro attrici italiane: Lucia Mascino (per “Sandra Mondaini”, diretto da Maria Tilli),  (per “Alda Merini”, diretto da Marco Spagnoli), (per “Renata Tebaldi”, diretto da Maria Tilli) e Matilde Gioli (per “Gae Aulenti”, diretto da Claudio Di Biagio e Maria Tilli). Le suddette narratrici si immergeranno ciascuna nella vita di una specifica personalità, cercando di sottolinearne l’eredità artistica o culturale.

Rai3, Illuminate – Sandra Mondaini

Nel primo dei quattro docu-film, Lucia Mascino ripercorrerà la vita di Sandra Mondaini nel decimo anniversario dalla scomparsa (ricorso per l’esattezza il 21 settembre). L’attrice verrà invitata da Giorgia Trasselli, l’ex “tata” della sit-com Casa Vianello, a partecipare ad un’asta di beneficenza dedicata proprio a Sandra. Questa sarà l’occasione ideale per ripercorrere la vita straordinaria della prima soubrette comica della tv italiana, entrata nell’immaginario collettivo con i suoi personaggi, per il suo sodalizio professionale e sentimentale con Raimondo Vianello, le sue scelte di vita spesso difficili.

Tra i testimoni che hanno contribuito al racconto ci sono amici, parenti e ed ex colleghi dell’attrice milanese. Tra di essi, la figlia e il nipote ‘adottivi’ di Sandra e Ramondo, Rosalie e John Mark Magsino, ma anche Antonella Elia, Giancarlo Magalli, , Simona Izzo e Ricky Tognazzi, Edoardo Vianello, il biografo di Sandra Mondaini Federico Bravetti e molti altri.

Rai3, Illuminate – Nuove puntate, protagonisti

Analogamente, anche nelle altre puntate le narratrici saranno aiutate nel loro compito da alcune voci che hanno vissuto con le protagoniste: per Alda Merini, la figlia Flavia Carniti, Carla Fracci e Beppe Menegatti, il musicista, compositore e amico delle Merini Giovanni Nuti, il suo editore e amico Alberto Casiraghy, Pompeo Martelli, psicoterapeuta e direttore del Museo Laboratorio della Mente; per Renata Tebaldi, Katia Ricciarelli, Beatrice Venezi, la governante ed amica Ernestina Viganò, la soprano Chiara Taigi, il biografo Vincenzo Bisogni, Giovanna Colombo, Presidente del Museo Renata Tebaldi di Busseto, e tanti amici e colleghi della Fondazione Renata Tebaldi di San Marino; per Gae Aulenti, la figlia Giovanna Buzzi, la nipote Nina Artioli, Stefano Boeri, Antonello Fassari, il pittore Tullio Pericoli, la giornalista Lina Sotis, l’architetto e assistente di Gae Aulenti, Vittoria Massa.

Il racconto si snoderà anche attraverso alcuni luoghi simbolo della vita e dell’eredità delle quattro donne ‘Illuminate’ ricordate da Rai3. Si passerà quindi dai Navigli di Milano, luogo frequentato della Merini, al Museo Laboratorio della Mente di Santa Maria della Pietà a Roma; dal Teatro Titano di San Marino, dove il soprano Renata Tebaldi ha passato gli ultimi anni della sua vita, alla Triennale di Milano per apprezzare alcuni dei lavori di Gae Aulenti.



Articoli che potrebbero interessarti


Anele_Illuminate_ ep 1 Margherita Hack_ Francesca Inaudi 1
Illuminate: Rai3 ripercorre le vite di quattro protagoniste del Novecento


DMCHARTS
DM CHARTS: QUAL E’ LA MIGLIORE SIGLA TV DEL NUOVO MILLENNIO? VOTAZIONI CHIUSE


Massimo Ranieri
Massimo Ranieri è «Qui e Adesso» su Rai 3


Report
Report, nuove inchieste su Regione Lombardia e sessualità al tempo del Covid

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.