14
settembre

Petra: la serie in giallo e tutta al femminile di Sky con Paola Cortellesi – Trama e Cast

Petra - Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi

Petra - Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi

C’è una nuova detective in tv, una donna dura ma ironica, dal passato turbolento ma con la voglia di fare bene il proprio lavoro. Si chiama Petra Delicato, la interpreta Paola Cortellesi nella nuova serie Sky, prodotta con Cattleya – parte di ITV Studios – in associazione con Bartlebyfilm, al via questa sera alle 21.15 su Sky Cinema Uno.

Quattro storie gialle tutte al femminile, ispirate al personaggio creato da Alicia Giménez-Bartlett e dirette da Maria Sole Tognazzi, per la prima volta regista di una serie tv. La serie, ambientata a Genova, racconterà dei casi polizieschi ma porterà in video anche la storia di un’amicizia speciale, quella che nascerà tra Petra e il suo vice, Antonio Monte (Andrea Pennacchi): sarà lui l’unico a comprendere fino in fondo questa donna così particolare, ad apprezzarla ed aiutarla, riuscendo a sua volta a migliorarsi in uno scambio conflittuale ma sincero, che sarà il motore del racconto.

Petra: la trama

Petra Delicato è stata un’avvocatessa, ma ha abbandonato una brillante carriera, è entrata in Polizia e, dopo aver lavorato per anni in archivio, ora diventa operativa ed entra a pieno titolo nella Squadra Mobile di Genova. È una donna dura e insieme sensibile, rigida e anticonformista, fredda perché troppo passionale. Dopo due divorzi, è convinta che l’amore sia un sentimento sopravvalutato che mina la lucidità dell’essere umano. Per questo motivo adesso preferisce tenere le distanze, vivere in un quartiere isolato e godersi delle avventure senza sottostare ai vincoli sociali. A quarant’anni ha imparato a essere fedele solo a se stessa, tanto nella vita professionale quanto in quella privata. A dire sempre la verità, per quanto scomoda possa essere.

Monte è il vice ispettore che la affianca in tutte le indagini. È un uomo di mezza età, vedovo e con un figlio lontano, decisamente vecchia scuola, sensibile al buon cibo e pronto a menare le mani quando serve. Ha convinzioni ben radicate su come funziona il mondo, ma la sua vita è stravolta dall’arrivo di Petra, un capo donna, diversa da tutti i capi e da tutte le donne che ha conosciuto fino a quel momento. Dopo un inizio burrascoso, grazie a lei Antonio ritroverà l’entusiasmo per il lavoro e per la vita, e perfino lo slancio per aprirsi a nuove relazioni.

Petra: il cast

Intorno a loro tanti altri personaggi, ovvero Nicola (Diego Ribon) e Lorenzo (Simone Liberati), gli ex mariti di Petra e sua sorella Amanda (Beatrice Aiello); il Commissario della Squadra Mobile Pessone (Antonio Zavattieri), il Capo della Squadra Mobile Corona (Riccardo Lombardo), il Pubblico Ministero Iacalone (Nicoletta Robello) e l’Ispettore di Polizia Egor (Cristian Popa); il Medico legale Erminia (Cristina Pasino), il veterinario Luca (Alessandro Tedeschi) e l’addestratrice di cani Valentina (Alessia Giuliani).

Gli autori della serie sono Giulia Calenda, Furio Andreotti e Ilaria Macchia. La prima puntata, in onda questa sera, si intitola Riti di Morte e racconta un’indagine che parte da una serie di stupri ai danni di ragazze minorenni, marchiate dall’aggressore con un oggetto che lascia una cicatrice a forma di stella alpina.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Petra - Paola Cortellesi e Andrea Pennacchi
Petra è da scalfire, ma il diamante è Andrea Pennacchi


Nero a metà 2 - Rosa Diletti Rossi e Miguel Gobbo Diaz
Nero a Metà 2: Claudio Amendola apre la nuova stagione di Rai Fiction


Paola Cortellesi sarà Petra
Palinsesti Sky 2020/2021: Fiction, Serie Tv e Cinema. Arriva il biopic su Totti


Vivi e lascia Vivere - Antonio Gerardi
Vivi e lascia Vivere: Elena Sofia Ricci, da ‘sorella’ a madre inarrestabile

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.