31
agosto

Coronavirus, Stefano Coletta: «Ormai mi sento il direttore di una Asl più che di una rete tv»

Stefano Coletta

prova a sdrammatizzare. Ad alleggerire con una battuta quella che, invece, è una situazione tutt’altro che simpatica sotto vari punti di vista: sanitario innanzitutto e televisivo poi. Dopo i casi di coronavirus rilevati nei gruppi di lavoro di alcuni programmi tv (di Rai1 in particolare), il direttore della rete ammiraglia del servizio pubblico ha commentato così – ironizzando – l’argomento:  

Ormai mi sento direttore di una Asl più che di una rete televisiva, perché la materia principale in queste settimane è il Covid

ha affermato Coletta, nell’ambito della conferenza stampa di presentazione degli eventi di ‘Da Verona accendiamo la Musica’, che comprendono tre serate benefiche in onda in diretta su Rai1: due puntate dei Seat Music Awards (il 2 e il 5 settembre) e ‘La Partita del Cuore’ (il 3 settembre).

Il riferimento del direttore, in particolare, era agli imprevisti legati al coronavirus che purtroppo hanno colpito anche la prima rete Rai: proprio ieri, il programma di Pierluigi Diaco – «Io e te» - veniva sospeso a causa di un caso di positività riscontrato in una collaboratrice della trasmissione (qui la reazione del conduttore). E, nei giorni scorsi, dalla squadra di Ballando con Le Stelle arrivava la notizia della positività al virus da parte del ballerino Samuel Peron e del pugile Daniele Scardina, concorrente della nuova edizione dello show.

Notizie che, anche a Rai1, hanno fatto scattare i ferrei protocolli sanitari previsti nei casi di contagio all’interno delle produzioni televisive.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Tv7
Tv7: il programma anticipa la seconda ondata ed entra in Rianimazione


Amadeus
Coronavirus, colpiti «Soliti Ignoti» ed «Elisir». Salta lo speciale di Amadeus in prime time


Andrea Bocelli, Music Awards
Rai1 ricorda le vittime del Coronavirus con Andrea Bocelli. Ma sul serio?!


Pierluigi Diaco
Stefano Coletta: «Tutto vorrei tranne che leggere Gay1. Giudicherei i conduttori per la professionalità».

1 Commento dei lettori »

1. luca_parma ha scritto:

31 agosto 2020 alle 17:01

Benvenuto nel mondo reale. Pensi a come si devono sentire i datori di lavoro privati i quali sono i responsabili di tutto coloro che succede all’interno delle loro aziende.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.