13
luglio

Rai3 suona «La Dedica»: Pino Rinaldi racconta le serenate in musica popolare

Pino Rinaldi, La Dedica

La musica popolare italiana come veicolo di emozioni. Come insieme di sonorità che richiamano la tradizione e raccontano il presente, attraverso una serenataRai3 scopre la forza e il valore di questa comunicazione in note soffermandosi proprio sulle canzoni e sulle storie che le hanno ispirate. La Dedica, nuovo programma in onda da oggi in access (ore 20.20) dal lunedì al venerdì per 15 puntate, approfondirà la genesi di alcuni brani di musica popolare sconosciuti ai più, dietro ai quali si cela però un triangolo pieno di vita. 

I protagonisti in ciascuna puntata saranno infatti tre persone in carne ed ossa, che trasmettono, nei loro racconti, emozioni e ricordi: il cantante, il committente, che è l’ispiratore della storia che verrà trasformata in canzone e infine il destinatario, a cui viene dedicata appunto la canzone. Ogni dedica, ovviamente, sarà anche un messaggio, un incoraggiamento, una motivazione, un segno di buon auspicio nei confronti di una particolare persona.

Narratore e ideatore di questo insolito viaggio realizzato al termine del lockdown sarà il giornalista Pino Rinaldi, conosciuto al pubblico della terza rete per i suoi approfondimenti sulla cronaca nera (prima a Chi l’ha visto? e poi con Commisari). Dallo studio, il conduttore introdurrà e legherà le puntate con lanci, commenti e considerazioni. Il focus – si legge in un comunicato – sarà su alcuni artisti italiani con un forte legame con il territorio locale e che, anche grazie alla diffusione social, sono diventati dei “veri e propri interpreti del sentimento di una comunità“.

I brani popolari raccontati da La Dedica saranno scritti e cantati in dialetto, con arrangiamenti che conservano i suoni del territorio, sviluppando nel contempo nuovi mondi musicali. Il racconto sarà svolto attraverso riprese realizzate nelle location ed integrate con materiali personali originali forniti dai protagonisti stessi delle puntate.

Al centro della prima puntata ci sarà il gruppo musicale “Il Trio Monti“, composto da  tre giovani amici, romani doc, appassionati alle canzoni tradizionali romanesche che ancora risuonano in alcune case e in alcune strade. Il nome del trio ha origine dal fatto che gli elementi che lo compongono provengono da tre dei monti di Roma: Giampiero Mannoni, alla voce è di Monte Mario; Valerio Mileto, alla chitarra, è di Montesacro mentre Emanuele De Simone, al mandolino, è di Monte Verde. Il Trio comincia ad esibirsi nei locali, nei festival, nelle feste di piazza, nelle osterie, dove lo spirito popolare e goliardico della canzone romana è sempre vivo. Il lavoro di ricerca sulla canzone romana è sempre vivo, cercando di creare nuovi linguaggi e nuove proposte della romanità.

Rai3, La Dedica – puntate e protagonisti

Ecco, nel dettaglio, i protagonisti delle 15 puntate e le loro rispettive regioni di provenienza (dettaglio non secondario vista la ‘territorialità’ valorizzata).

1) LAZIO – TRIO MONTI
2) SICILIA – CALANDRA & CALANDRA
3) PUGLIA – ENZA PAGLIARA
4) BASILICATA – RENANERA
5) SARDEGNA – LAURA SPANO
6) CAMPANIA – ROSARIO MIRAGGIO
7) PUGLIA – ANTONIO CASTRIGNANO’
8) SARDEGNA – CECILIA CONCAS
9) CALABRIA – BEHIKE MORO
10) LAZIO – GIULIA ANANIA
11) EMILIA ROMAGNA – MIRKO CASADEI
12) TOSCANA – LORENZO BAGLIONI
13) VENETO – PATRIZIA LAQUIDARA
14) SICILIA – LELLO ANALFINO E TINTURIA
15) ABRUZZO – SETAK
Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Commissari - Sulle Tracce del Male
Rai3 alla scoperta dei veri «Commissari». Pino Rinaldi a DM: «E’ una trasmissione fatta di una verità assoluta»


Roberto Vicaretti
Titolo V: Roberto Vicaretti e Francesca Romana Elisei condurranno il nuovo talk di Rai3


Tutto su mia Madre
Tutto su mia Madre è il nuovo docureality di Rai 3


Agorà, Luisella Costamagna
Agorà: Luisella Costamagna debutta senza impaccio. E già fa la prima della classe

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.