2
luglio

Agcom, diffida a Mediaset per l’«hate speech» di Feltri e Zanicchi su Rete4

Vittorio Feltri, Fuori dal Coro

Le opinioni di Vittorio Feltri ed Iva Zanicchi non sono piaciute all’Agcom. L’Autorità ha infatti diffidato Mediaset per le affermazioni pronunciate dal noto giornalista nel talk show di Rete4 condotto da Mario Giordano (puntata del 21 aprile scorso) ed ha mosso contestazioni alle parole che la cantante pronunciò nel medesimo programma il 16 giugno. Motivo della reprimenda: il linguaggio discriminatorio che i due hanno utilizzato, rispettivamente, nei confronti dei meridionali e degli immigrati

Il fatto che la Lombardia sia andata in disgrazia per via del coronavirus ha eccitato gli animi di molta gente che naturalmente è nutrita da un sentimento di invidia o di rabbia nei nostri confronti perché subisce una sorta di complesso di inferiorità. Io non credo ai complessi di inferiorità, credo che i meridionali in molti casi siano inferiori

dichiarò Feltri in un’accesa puntata di Fuori dal Coro accompagnata da prevedibili polemiche dovute proprio a quelle affermazioni. In riferimento a quell’episodio il Consiglio dell’Autorità – spiega una nota – ha accertato la “violazione del regolamento di contrasto all’hate speech” (ovvero l’incitamento all’odio).

In particolare, il Garante ha rilevato che il conduttore della trasmissione, Mario Giordano, non si dissociò adeguatamente dalle asserzioni del direttore editoriale di Libero. Pertanto, sulla base della “ripetitività e della gravità dell’insieme degli episodi già contestati all’emittente per la medesima trasmissione“, è stato applicato l’articolo 7 comma 3 del Regolamento, con la diffida a Mediaset a non reiterare le condotte contestate.

All’indomani dei fatti, quando già l’Agcom avviò un procedimento sanzionatorio nei confronti di Rti, Feltri aveva specificato di essersi riferito ad un’inferiorità economica e non antropologica (posizioni peraltro ribadita ora, a seguito del richiamo formale). Ma non è bastato, così come non bastarono a suo tempo le precisazioni dello stesso Giordano.

Sotto la lente dell’Autority è finito anche un altro episodio consumatosi nella puntata di Fuori dal Coro del 16 giugno: secondo il Garante, Mediaset avrebbe violato il Regolamento di contrasto all’hate speech a motivo di alcune dichiarazioni di Iva Zanicchi, che in quell’occasione si riferì con queste parole agli immigrati:

Questi giovani africani che vengono qua, qualcuno poverino forse farà pure tenerezza, non vedi che non hanno rispetto? Sono prepotenti, pretendono, vogliono. Cosa fanno? Vanno in città, spacciano, se possono stuprano“.

L’Agcom si è dunque riservata un’analisi complessiva dell’intero ciclo della trasmissione di Rete4 al fine di individuare un’eventuale natura sistematica di violazione.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Mario Giordano e Vittorio Feltri a Fuori dal Coro
Caso Feltri, Agcom avvia un procedimento sanzionatorio contro Rti


Vittorio Feltri
Fuori dal Coro, Feltri: «L’esame di maturità andava abolito. Gli insegnanti avranno capito dopo cinque anni se un allievo è un cogli0ne!»


Fabrizio Salini
Rai, nuova policy su agenti e produttori. Chi sarà il primo ad aggirarla?


Vittorio Feltri
Vittorio Feltri contro Pierluigi Diaco: «Lascia in pace quel povero cagnolino al quale stai sui coglioni»

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.