3
giugno

The Planets: Rai4 trasmette la docuserie BBC sul Sistema Solare

Planets - Rai 4

The Planets - Rai 4

Gli otto pianeti che compongono il Sistema Solare saranno al centro di The Planets, la docuserie scientifica targata BBC in onda da stasera alle 23.15 su Rai 4. Cinque episodi, della durata di un’ora ciascuno, che si avvarranno di spettacolari effetti visivi al fine di trasportare i telespettatori in mondi ancora non del tutto conosciuti.

Tutti gli appuntamenti verranno presentati da Brian Edward Cox, fisico di fama mondiale e docente all’Università di Manchester. Il compito della docuserie sarà dunque quello di mostrare in che modo sono nati e si sono trasformati nel tempo i vari pianeti del Sistema Solare. Il viaggio comincerà dai cosiddetti pianeti interni, ossia Mercurio, Venere e la Terra. In seguito, si passerà a quattro puntate monografiche dedicate a Marte, capace di accendere l’immaginazione degli osservatori terrestri, a Giove, che ha influenzato lo sviluppo di tutti gli altri pianeti, a  Saturno, a Urano e a Nettuno.

Prodotta da Andrew Cohen e Gideon Bradshaw, la serie è stata trasmessa dalla BBC tra maggio e giugno 2019. Planets è andata in onda pure in America, ma in quel caso si è scelto “curiosamente” di aggiungere la voce narrante dell’attore Zachary Quinto. La regia è stata curata da Stephen Cooter e Martin Johnson.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


William Shatner - The UnXplained
The UnXplained: su Rai4 il ‘capitano Kirk’ alla guida della docuserie che indaga sul soprannaturale


Avamposti, Nove
«Avamposti»: la docuserie sui Carabinieri del Nove è un anti-Gomorra


Filippo Nigro
Mostri Senza Nome – Roma: Filippo Nigro racconta quattro delitti irrisolti della Capitale


Perry Mattfeld - In The Dark
In The Dark: su Rai 4 la non vedente Murphy cerca di far luce su un delitto per tutti inesistente

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.