23
maggio

Veronica Maya torna su Rai2 con L’Italia che Fa

Veronica Maya

Veronica Maya

«Prossimamente condurrò un programma culturale su Rete 4». Questo dichiarava Veronica Maya mesi fa a ilgiornale.it. E adesso il suo ritorno in tv è alle porte, ma non con il programma per la terza rete Mediaset. La conduttrice tornerà infatti in Rai, azienda dove tra altri e bassi ha lavorato negli ultimi 15 anni. 

Da lunedì 1 giugno alle 16.10 su Rai 2, dopo “Detto Fatto”, partirà “L’Italia che fa“, programma che racconterà storie di chi si impegna (o desidera impegnarsi) nei confronti del prossimo cercando un modo per ripartire. In ogni appuntamento quattro saranno le storie affrontate. La redazione sarà pronta a ricevere dal pubblico non solo indicazioni e segnalazioni, ma soprattutto proposte di chi in prima persona vorrà mettersi in gioco per aiutare gli altri.

Veronica Maya non è in video con un programma tutto suo dal 2017, anno in cui conduceva “Quelle brave ragazze” e “W la mamma”, programmi che ebbero ascolti bassi e che non furono riconfermati, rispettivamente, per una terza e seconda edizione. Dopo queste esperienze è stato possibile quasi esclusivamente vederla ospite nei salotti di Barbara D’urso.

Il programma è firmato da Libero Produzioni Televisive in collaborazione con Rai Pubblicità. La regia è affidata a Giovanni Caccamo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Resta a Casa e Vinci
Sospeso Resta a Casa e Vinci


L'Italia Che Fa
Gaffe a L’Italia Che Fa, Napoli ’si trasferisce’ nel Lazio


Quelle brave ragazze
Quelle Brave Ragazze: Maya, Ciampoli, Graci e LaMario tornano su Rai 1


veronica maya
W La Mamma: Veronica Maya raddoppia su Rai 1

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.