14
aprile

Coronavirus, l’AGCOM sospende i programmi di Adriano Panzironi

Adriano Panzironi - Il Cerca Salute

Adriano Panzironi - Il Cerca Salute

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM), con apposite delibere n.152 e n.153/20/CONS, ha ordinato la sospensione per un periodo di sei mesi dell’attività di diffusione dei contenuti da parte dei servizi di media audiovisivi sul canale 880 Sat e sul canale 61 dtt a seguito della programmazione del format Il Cerca Salute e dello speciale Quello che non vi hanno detto sul Corona-virus, in relazione al “metodo Life 120″ di Adriano Panzironi.

I provvedimenti in questione sono stati emessi all’esito di due apposite istruttorie avviate successivamente alla dichiarazione dello stato di emergenza nazionale correlato al rischio sanitario connesso al Covid-19, in cui si è accertata la violazione delle disposizioni che impongono il rispetto della salute pubblica e vietano di indurre comportamenti che possano metterla in pericolo. Per l’AGCOM, “tali trasmissioni non possono essere in alcun modo qualificate come programmi scientifici, né tantomeno di “informazione scientifica”, né può essere ipotizzabile un richiamo alla “libertà di informazione”, che comunque, in una fase come l’attuale legata al Coronavirus, deve necessariamente assumere i caratteri della doverosità ed inderogabilità”.

In particolare, secondo l’AGCOM, “nei programmi oggetto delle decisioni è stata accertata la diffusione di contenuti, commerciali e non, potenzialmente suscettibili di porre in pericolo la salute degli utenti in quanto induttivi di una sottovalutazione dei rischi potenziali connessi al virus Covid-19 e dell’erroneo convincimento che lo stesso virus possa essere trattato o prevenuto con misure non terapeutiche, ma alimentari o di mera integrazione. Con la conseguenza che questi contenuti, peraltro associati alla promozione e vendita diretta di integratori “Life 120”, possano indurre negli spettatori una riduzione della consapevolezza e dei conseguenti comportamenti di vigilanza e responsabilità rispetto ai rischi sanitari e quindi risultare pregiudizievoli per la salute dei consumatori/utenti”.

Tale condotta – si legge nei provvedimenti – è stata ritenuta particolarmente grave in quanto è stato utilizzato un modulo comunicativo basato sulla suggestionabilità dello spettatore medio per proporre, associandola alle tematiche relative alla epidemia da Covid-19, la promozione dello stile di vita e della commercializzazione dei prodotti “Life 120”, prospettando gli stessi, se non come alternativa, quantomeno come imprescindibile complemento alle indicazioni terapeutiche provenienti dalle autorità sanitarie. Da qui la decisione di sospenderne immediatamente la messa in onda. Le decisioni sono da subito esecutive, ma potranno essere impugnate davanti al TAR del Lazio dagli interessati entro 60 giorni dalla loro notifica.

L’AGCOM ha, inoltre, informato che analoghe istruttorie sono state avviate anche su altre emittenti locali da parte dei competenti Comitati regionali per le comunicazioni (Corecom), per evitare la diffusione di messaggi che possano compromettere la salute pubblica.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Barbara Palombelli
Coronavirus, Rai3 e Rete4 si trasformano in «tele-pandemia». Ecco i dati Agcom


Tv7
Tv7: il programma anticipa la seconda ondata ed entra in Rianimazione


soliti ignoti amadeus
Soliti Ignoti: confermato lo speciale di domenica in diretta


Tommaso Zorzi
Tommaso Zorzi al GF Vip con la febbre

4 Commenti dei lettori »

1. Mario ha scritto:

15 aprile 2020 alle 11:19

Quindi Gli hano Revocato la Concessione solo che al momento via satellite sembra trasmettere ancora e poi ancora su alcune tv locali è ancora presente andrebbe cancellato anche i profili social e youtube !



2. Mario ha scritto:

15 aprile 2020 alle 11:20

Quindi Gli hanno Revocato la Concessione solo che al momento via satellite sembra trasmettere ancora e poi ancora su alcune tv locali è ancora presente andrebbe cancellato anche i profili social e youtube !



3. emy ha scritto:

15 aprile 2020 alle 11:32

E come mai certi programmi che nell’ultimo mese hanno fatto vedere certi servizi falsi e anche indotto ad azioni altamente nocive per gli animali o dichiarazioni altamente fallaci non vengono sospesi?



4. Maria Cristina Giongo ha scritto:

17 aprile 2020 alle 11:43

Emy ha ragione, andrebbero chiusi tanti altri programmi disinformativi che alla fine diventano pericolosi! Ma che vanno avanti anche in questo terribile periodo di epidemia.

Anche Mario ha ragione, si dovrebbe controllare che i programmi di Panzironi spariscano completamente! Bravo AGCOM per essere finalmente intervenuto!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.