28
febbraio

La Rai vende a Netflix 80 film. Incasserà 2,7 milioni

A casa tutti bene

La Rai ci ha guadagnato. E pure. L’azienda del servizio pubblico ha venduto alla piattaforma streaming i diritti per la trasmissione di 80 film, ottenendo in cambio 2,7 milioni di euro. Per alcune di queste pellicole, l’emittente di Viale Mazzini conserverà i diritti di trasmissione sui suoi canali televisivi e su RaiPlay.

Netflix, in particolare, ha acquistato da Rai Cinema i diritti per 61 titoli (sborsando 2,4 milioni di euro) ed ha ottenuto altri 19 film che Rai Cinema aveva a sua volta acquisito precedentemente da produttori terzi. Quest’ultima cessione – riporta Repubblica – è costata 300 mila euro. La piattaforma pay renderà disponibili i nuovi titoli ai suoi abbonati entro il dicembre del 2023.

Tra le pellicole accaparrate da Netflix ci sono A casa tutti bene, realizzato nel 2018 da Gabriele Muccino, Metti la nonna in freezer, diretto da Giancarlo Fontana e Giuseppe Stasi, ed Ella&John, film del 2017 con la regia di Paolo Virzì. Altri titoli inclusi nel bouquet, Contromano di Antonio Albanese e Arrivano i prof, diretto da Ivan Silvestrini.

Per alcuni degli 80 film venduti a Netflix, come accennato, la Rai conserverà la possibilità di trasmissione sulle proprie reti televisive e la permanenza delle suddette pellicole su RaiPlay per un periodo di quattordici giorni dalla messa in onda televisiva.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Suburra 3 - Francesco Acquaroli
Suburra chiude: terza e ultima stagione dal 30 ottobre su Netflix – Video


Ayrton Senna
Ayrton Senna: la vita del pilota di Formula1 diventa una serie TV


Hilary Swank
Away: su Netflix Hilary Swank è un’astronauta in missione su Marte


Il Giovane Wallander - Netflix
Il Giovane Wallander: su Netflix il ‘prequel’ sulla vita del commissario svedese

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.