21
gennaio

Sanremo 2020: i big esclusi

Marcella Bella

Marcella Bella

Se – salvo sorprese dell’ultima ora – il rapper Junior Cally sarà al Festival di Sanremo 2020, malgrado le proteste di chi crede avrebbe meritato l’esclusione a priori, c’è chi è stato escluso per davvero in favore del suddetto rapper, di Elettra Lamborghini, dei Pinguini Tattici Nucleari e tanti altri (qui la lista dei 24 big).

Diversi sono i nomi della musica che avevano presentato (almeno) un brano in gara ma non sono rientrati nella rosa dei 24 cantanti. Tra questi, secondo Il Messaggero, ci sarebbero Samuele Bersani, Arisa, Rocco Hunt e Giusy Ferreri, il duo indie Di Martino e Colapesce, Silvia Salemi con Mario Venuti, Mietta e Ivana Spagna. Tutti loro hanno preferito mantenere un basso profilo non smentendo né contestando l’esclusione dalla kermesse, c’è invece chi non ha preso benissimo la decisione del direttore artistico. In primis Marcella Bella – giudice di Ora o Mai Più, presentato proprio da Amadeus – che giorni fa commentava così su Facebook la chiusura del 2019:

Subire un’ingiustizia fa sempre male, soprattutto quando arriva da chi non te l’aspetti (…) L’anno vecchio è andato via portandosi dietro tante cose belle che ho vissuto (…) ma spero che abbia portato via per sempre alcune persone che credevo amiche leali e sincere e che invece mi hanno pugnalato alle spalle… I prossimi giorni e mesi non saranno facili, ma cercherò di combattere da guerriera, come ho sempre fatto”.

Facile dedurre che la delusione della cantante sia proprio nei confronti di Amadeus. A riprova del dente avvelenato che la cantante avrebbe nei suoi confronti, qualche giorno fa Marcella ha pubblicato una foto che la ritrae durante il Festival di qualche anno fa, utilizzando come didascalia una chiara ed inequivocabile frecciatina: Quando Sanremo ERA Sanremo”. Esclusi anche i vincitori di Ora o Mai Più, ovvero Lisa e Paolo Vallesi (rispettivamente della prima e seconda edizione). Se il secondo ha preso la notizia dell’esclusione con sportività (“Sarei un ipocrita nell’affermare che non sono rimasto deluso dall’esclusione dal Festival, ma non ho rancori verso chi ha dovuto effettuare delle scelte”), la cantante calabrese ha manifestato, invece, tutta la sua amarezza attraverso una serie di pungenti battute veicolate in questi giorni attraverso i suoi canali social:

Tutti mi chiedono se sia vero che Ora o Mai Più dalla prossima edizione si chiamerà Ora e Mai Più… francamente non saprei rispondere, ma potrebbe essere il nome più appropriato (…) I fan chiedono ed io rispondo… Motivazione della mia esclusione a Sanremo? Secondo Amadeus, pur avendo presentato un brano interessante non farò parte di questo Festival! (…) Per il prossimo Sanremo 2091 ho deciso di imparare a Twerkare e ad usare l’Autotune… evvai!” (il riferimento è ad Elettra Lamborghini, ndDM)”.

Lisa ha anche attaccato Junior Cally. La lista dei ‘grandi esclusi’, però, è ancora lunga, d’altronde sono stati più di duecento i brani presentati alla commissione del Festival. E’ il settimanale Chi a svelare altri nomi che sarebbero rimasti fuori dai giochi: dai The Kolors a Irama, da Shade a Bianca Atzei. Si parla anche di Fred De Palma, di Lorenzo Fragola, di Chiara Galiazzo, ddi Lorenzo Licitra e di Giovanni Caccamo. Tra le ‘collaborazioni’ non selezionate si fanno i nomi del trio formato da Grazia Di Michele, Mariella Nava e Rosanna Casale, dei Dear Jack in coppia con Amii Stewart e di Silvia Mezzanotte in duetto con Dionne Warwick.

Visualizza questo post su Instagram

#quandosanremoERAsanremo

Un post condiviso da Marcella Bella (@marcellabella.official) in data: 3 Gen 2020 alle ore 11:26 PST

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Camille Cabaltera
Sanremo Giovani: tre cantanti esclusi. Al loro posto Camille Cabaltera, Enrico Nadai e Ophelia


elodie
Elodie vs Marco Masini: «Dirmi ‘devi mangiare’, non è da str0nzo?» – Video


Michela Murgia
Michela Murgia, festival delle assurdità: «Sanremo 2020 maschilista, sessista, ipocrita»


Bugo
Bugo alla prima di Una Storia da Cantare

1 Commento dei lettori »

1. Rito Ignazio ha scritto:

23 gennaio 2020 alle 09:24

Io farei una trasmissione con tutti questi cantanti esclusi… sarebbe carino…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.