30
ottobre

Il Collegio 4, l’ansia di Mario Tricca è quasi arte: «Ho paura del futuro anche se non esiste, siamo sempre nel presente». Espulsa Alysia

Mario Tricca - Il Collegio 4

Mario Tricca - Il Collegio 4

All’interno de Il Collegio è trascorsa un’altra settimana piuttosto movimentata. Tra la cacciata di un’allieva e i provvedimenti nei confronti di altri, la classe affronta nuove lezioni, prove e, purtroppo per loro (ma anche per chi li ascolta!), interrogazioni. Ecco cosa è successo nella seconda puntata.

Alysia non supera l’esame da dentro o fuori

La bravata di portare in cortile in piena notte la cattedra ed altro materiale del collegio ha spinto il preside ad intervenire con un duro provvedimento: esame da dentro o fuori. Tutti, eccetto la migliore della prima settimana (Maggy Gioia) e gli uditori promossi a collegiali (Alex Djordjevic, George Ciupilan, Samuele Fazzi e Sara Piccione), sostengono la prova. Il clima è teso, complice una preparazione scarsa.

Tra i più preoccupati c’è Asia Busciantella, che piange; sicura di dover lasciare il collegio, la ragazza è invece riammessa. E con lei tutti gli altri, eccetto Alysia Piccamiglio, la peggiore. La sua prova è considerata disastrosa, che il preside riassume in una frase scritta dalla ragazza nel test:

Giuseppe Mazzini aveva guidato l’esercito dei Mille per la conquista di Fiume.

“Andarsene via è uno schifo”, commenta Alysia che, in lacrime, sveste i panni di collegiale degli anni ‘80, rimette i suoi e abbandona per sempre Il Collegio. Dispiacere e disappunto nel resto della classe, considerando anche il fatto che l’allieva non aveva partecipato allo ’scherzetto’ ma si era comunque addossata la colpa per solidarietà nei confronti degli altri. Una cosa è certa: doveva studiare, come ricorda Maggy Gioia.

Claudia ancora dal preside

Nella classe, che elegge rappresentanti Roberta Maria Zacchero e George Ciupilan, la strafottenza di Claudia Dorelfi è ormai un’abitudine, alla quale il preside non vuole affatto abituarsi. La ragazza, oltre a prendere di mira – con atteggiamenti da bulla – Maggy Gioia, è artefice dell’ennesima bravata: ruba la campanella nell’ufficio sorveglianti. Il preside la avverte:

“Lei ha un piede fuori”.

La punizione è riavvolgere i nastri di alcune cassette, ma i suoi atteggiamenti saranno tenuti sotto controllo. Claudia è però in buona compagnia, perché il preside ne ha anche per Asia Busciantella, maleducata con i professori, e Giulio Maggio, che disturba ripetutamente le lezioni. Nei loro confronti, per il momento, soltanto richiami.

Beata ignoranza!

Lo sciopero nazionale a cui aderiscono alcuni professori fa saltare una lezione. Gli allievi esultano, finché non ricevono una comunicazione: ad interrogare ci pensa il preside. E le ‘perle’, anche questa volta, si sprecano. Ricordiamone alcune:

- I Mille volevano liberare l’Italia dal nazismo

- Il Risorgimento è una religione

- La famiglia regnante del Regno di Sicilia? I Savoia

- Patriottisti e Patriottani

Arriva l’aerobica e Vincenzo non la prende bene

Nuove lezioni e attività animano la classe de Il Collegio 4, alle prese con l’informatica e il primo computer, il commodore 64; il 32° Festival di Sanremo; il cubo di rubik; l’aerobica. Una lezione, quest’ultima, alla quale Vincenzo Crispino decide di non partecipare, scontrandosi fin troppo animatamente con il sorvegliante che, invece, lo invita a rispettare le regole. L’allievo, però, non ne vuole sapere. Il motivo? La divisa da indossare:

Preferisco tornarmene a casa che mettere pantaloni del genere da ragazza in calore.

Mario tra ansia e arte

Un professore che conquista la classe c’è: è Alessandro Carnevale (Arte), che con la lezione sulla paura riesce a coinvolgere gli allievi, che si lasciano trasportare dalle sue parole. Alcuni fin troppo, se è vero che Martina Brondin si dichiara innamorata, mentre Vilma D’Addario vorrebbe sposarlo. Ed è proprio il concetto di paura a ’scatenare’ la sensibilità dei ragazzi, che nel caso di Mario Tricca si trasforma quasi in un misto tra ansia e arte:

“Io ho paura del futuro perché è tutto molto incerto. Ci penso spesso e in realtà non ha neanche senso perché il futuro non esiste, siamo sempre nel presente.

D’Annunzio, i migliori e i peggiori

E’ tempo di visita culturale per riscoprire il poeta e scrittore Gabriele D’Annunzio, visitando il luogo dove ha trascorso gli ultimi anni della sua vita: il Vittoriale degli Italiani, sul Lago di Garda. Un’uscita alla quale la classe si è preparata studiando la poesia La pioggia nel pineto, da ripetere a memoria sulla tomba del poeta italiano.

I migliori risultano essere Maggy Gioia e Mario Tricca, mentre i peggiori Alex Djordjevic e Sara Piccione, i quali dovranno imparare due poesie di D’Annunzio per salvare il loro posto all’interno del collegio. Al danno, si aggiunge anche la beffa: entrambi vengono nominati come i peggiori della settimana, mentre il titolo di migliori va a Mario Tricca e Roberta Maria Zacchero.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

,



Articoli che potrebbero interessarti


Il Collegio 4
Il Collegio chiude con 4 bocciati. I migliori Mario Tricca e Roberta Zacchero


Amici 19
Amici 19, seconda puntata di sabato 23 novembre 2019: Skioffi, Valentin e Javier entrano nella scuola. Scontro tra Alessandra Celentano e Timor Steffens


Una Storia da Cantare
Una Storia da Cantare: tanti ospiti per omaggiare Lucio Dalla… e confermare gli ascolti dell’esordio


Claudia Dorelfi espulsa - Il Collegio 4
Il Collegio 4, la classe fa ciò che non ha fatto il preside: espellere Claudia. Duro scontro tra Martina e Mario

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.