20
settembre

10 Serie Cult che non troverai in Streaming

Beverly Hills 90210

Beverly Hills 90210

C’è tutto, ma non proprio tutto. Si pensa che l’avvento dello streaming abbia abbattuto qualunque confine, rendendo immediatamente disponibile per il pubblico qualsivoglia contenuto. Ma, se è vero che le più importanti piattaforme vantano ormai cataloghi invidiabili, nei quali trovare tutte le novità e anche molte chicche del passato, è altrettanto vero che ci sono alcuni titoli cult, carissimi ai telespettatori, che ancora oggi non risultano fruibili tutti in una volta. Sebbene datate, viste più volte in replica sul piccolo schermo e in alcuni casi disponibili in DVD, queste serie al momento restano un miraggio streaming per agli appassionati del genere, e ne abbiamo selezionate per voi dieci.

10 amatissime Serie TV non disponibili in streaming

Beverly Hills 90210
L’attesissimo reboot è andato in onda in America e ai neofiti potrebbe venire la voglia di vedere com’erano un tempo Brenda, Brandon, Kelly e compagni. Ma il telefilm americano, che in Italia andò in onda su Italia 1 dal 1992 al 2000 per un totale di 10 stagioni, farebbe gola anche ai fan di un tempo, che vorrebbero ripercorrere le vicende che accompagnarono la loro adolescenza.

Streghe
Il suo reboot non ha avuto grandi consensi e Rai 2, che lo aveva cancellato dal prime time dopo il primo appuntamento, lo ha proposto ai telespettatori nei pomeriggi di fine agosto bissando l’insuccesso. Anche in questo caso potrebbe essere interessante per molti fare un confronto con l’originale, rivedendo o scoprendo le 8 stagioni che dal 1999 al 2006 hanno avuto per protagoniste le sorelle Halliwell.

La Signora in Giallo
E’ da anni un appuntamento fisso del mezzogiorno di Rete 4, ma nel 1988 debuttò su Rai 1 ed è sull’ammiraglia Rai che sono andate in onda in prima tv le 12 stagioni ambientate a Cabot Cove, con protagonista Angela Lansbury nei panni di Jessica Fletcher. Trasmesse in qualunque orario possibile, hanno raccontato un numero sconfinato di delitti, tutti risolti dall’anziana “investigatrice”.

ER – Medici in Prima Linea
Prima di Grey’s Anatomy c’è stato un altro medical che ha appassionato il pubblico e che, tra un bisturi ed una malattia sospetta in pronto soccorso, gli ha fatto battere il cuore. ER, di cui sono state prodotte ben 15 stagioni, è andato in onda su Rai 1 dal 1999 al 2006 dando la popolarità tra gli altri a George Clooney.

Ally Mc Beal
5 stagioni con protagonista Calista Flockhart hanno raccontato dal 2000 al 2005 le storie di una donna che, nel portare avanti la propria carriera da avvocato, si destreggia con una vita privata poco felice. Trasmessa da Fox Life, Canale 5 e Italia 1, nonchè in replica su La5, la serie è stata molto apprezzata per l’approccio un po’ surreale, con il quale venivano messe in scena le fantasie della protagonista.

I Simpson
Le stravaganti ed irriverenti avventure di Homer, Marge e dei loro figli sono un appuntamento imperdibile nella fascia post prandiale di Italia 1 ormai da tempo, ma hanno debuttato nel 1991 in Italia nella seconda serata di Canale 5. Trentuno stagioni prodotte finora ed un’altra già confermata, create da Matt Groening, hanno raccontato finora con sarcasmo vizi e virtù della società americana. Potrebbe arrivare sul nuovo Disney+.

Dr. House – Medical Division
Creata da David Shore ed incentrata sul personaggio di Hugh Laurie, un medico misantropo, zoppo e dal carattere intrattabile, la serie è andata in onda su Italia 1 e Canale 5 dal 2004 al 2012, ma le repliche sono state appuntamento fisso fino alla passata stagione tv. A caratterizzarla otto stagioni ed un gran numero di indagini mediche, nelle quali il Dr. House cercava “l’assassino”, ovvero la malattia, con il metodo Sherlock Homes.

La famiglia Addams
Serie ABC risalente al 1964 e costituita da due stagioni per un totale di 64 episodi, creata da David Levy. Le avventure di Gomez, Morticia e della loro lugubre famiglia debuttarono su Rai 2 ma negli anni sono state replicate soprattutto dalle reti Mediaset.

NCIS
E’ uno dei telefilm più longevi della tv di oggi – 16 stagioni finora – ed un punto di riferimento per i telespettatori di Rai 2, che ne hanno fatto la conoscenza nel 2005 e che ancora oggi ne seguono le avventure inedite in prime time e le repliche nel preserale. Ha avuto due spin off (NCIS Los Angeles e NCIS New Orleans) e creato un vero e proprio mito per gli appassionati di serie tv, ovvero l’agente speciale Leroy Jethro Gibbs (Mark Harmon).

I Robinson
The Cosby Show, che debuttò in Italia nel 1983, ha appassionato il pubblico di Canale 5 fino al 1993 per un totale di otto stagioni e 201 episodi. La serie, una commedia familiare con protagonista una famiglia di colore, ha avuto come perno principale Bill Cosby nei panni del rassicurante ginecologo Cliff Robinson; per ironia della sorte, però, l’interprete è stato condannato per stupro dopo l’accusa di circa 50 donne. Le vicissitudini del protagonista hanno in generale provocato nel mondo un ostracismo nei confronti della serie.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


High School Musical - La serie
Disney+ dal 12 novembre in Usa. Nel catalogo la serie su High School Musical e il live action di Lilli e il Vagabondo


StarzPlay
StarzPlay è disponibile in Italia su Apple TV – Prezzi e catalogo


Disney+
Disney+, arriva lo streaming d’animazione: costi e dettagli sul catalogo


Calcio, partite in streaming
Pay Tv: 2 milioni di abbonamenti illegali. Campania e Puglia in testa alla classifica dei pirati

3 Commenti dei lettori »

1. Marco ha scritto:

20 settembre 2019 alle 12:51

Veramente si trovano quasi tutte, non dovete cercarle su Google, suvvia un po’ di dimestichezza nella rete.



2. ale88 ha scritto:

20 settembre 2019 alle 13:47

in realtà dr house è disponibile su prime video…



3. alessio ha scritto:

20 settembre 2019 alle 20:52

vi siete scordati del telefilm più importante della storia… le 7 stagioni di BUFFY THE VAMPIRE SLAYER (non è in streaming da nessuna parte)



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.