18
luglio

Io e Te, Diaco ‘punge’ la Boralevi che pubblicizza il suo libro: «E’ più di buon gusto farlo dopo» – Video

Pierluigi Diaco

Frizioni ad Io e Te, la trasmissione di Pierluigi Diaco. Ospite della puntata odierna, in cui si parlava di maternità, è stata la giornalista Antonella Boralevi. Nel momento in cui il conduttore ha presentato la scrittrice, quest’ultima appena inquadrata ha mostrato alle telecamere il suo libro, che aveva ovviamente portato con sé. “Pigi”, ormai protagonista autoreferenziale del suo stesso programma, non ha gradito la promozione anticipata da parte della sua ospite.

Bolarevi ha risposto così al saluto di Diaco:

Ti ho portato questo eh! Il mio romanzo!

Dinanzi al maldestro tentativo di fare pubblicità al proprio lavoro, la faccia di Diaco non è stata sicuramente delle più felici. Il conduttore ha prontamente punzecchiato:

“Vuoi regalarlo a me in privato o vuoi farlo vedere davanti le telecamere?”

La Boralevi a quel punto ha cercato di salvarsi in corner (“Entrambe le cose!”) ma Diaco ha aggiunto:

“Magari questo lo facciamo dopo perché forse è più di buon gusto!”

Una frecciata da maestrino che lì per lì, al di là del tono ironico (ma visibilmente stizzito), si sarebbe potuta evitare. In chiusura Diaco è però ritornato sulla questione facendo notare alla Boralevi che egli aveva già provveduto a procurarsi il suo romanzo e che lo avrebbe mostrato a tempo debito:

“Voglio dire alla Boralevi che io avevo già qui il tuo libro, un conduttore si prepara sempre… quindi non c’era bisogno che tu lo portassi (…) L’invito che tu volevi farti da sola a farlo vedere, io l’avevo già pensato“.

Dopo l’incidente del cellulare, Diaco si è reso protagonista di un’altra piazzata. Se è vero (e in effetti lo è) che l’impazienza pubblicitaria della Boralevi è stata di cattivo gusto, è altrettanto vero che il conduttore avrebbe potuto utilizzare un’altra modalità per farlo notare alla diretta interessata. Del resto, anche certe uscite da primadonna non sono il massimo del garbo.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Diaco
Io e Te, Pierlugi Diaco: «Hanno bevuto oggi in regia. Gli autori sono impazziti!»


pierluigi diaco
Io e Te, Diaco sclera con Vira Carbone perchè aveva il cellulare acceso: «Lo trovo maleducatissimo» – Video


Mara Venier.jpg
Io e Te, Mara Venier irrompe a sorpresa: «Sono Mark Caltagirone» – Video


Diaco Io e Te
Io e Te, Mara Venier telefona a sorpresa: «Ti invidio un programma garbato ed elegante». Diaco si commuove

3 Commenti dei lettori »

1. Marco Urli ha scritto:

18 luglio 2019 alle 18:07

Lui è nato antipatico e lo si è notato da subito nei primi programmi radiofonici che da poppante gli hanno offerto ma in questo caso ha fatto benissimo a bastonare la sua ospite, una piena di sè, snob e presuntuosa, dall’espressione velenosa. Presentatrice flop (quando le diedero l’occasione) senza un minimo di conoscenza dei tempi tecnici-produttivi della tv; scrittrice? Ma mi faccia il piacere. Una come tante e tanti che hanno bivaccato nei salotti televisivi a dire cretinate imbarazzanti.



2. Socrate ha scritto:

18 luglio 2019 alle 23:10

In questo caso l’antipatico della coppia è la Boralevi. Insostenibile, non si capisce come è che sta ancora in tv. E poi presentarsi con il proprio libro in bella vista, ma che tristezza. Con tutte le arie da gran signora che si dà.



3. Giacomo ha scritto:

19 luglio 2019 alle 14:19

La boralevi sarà stata inopportuna nel mostrare il libro… ma sinceramente trovo offensivo l’atteggiamento che ha il conduttore diaco…. sempre con questo suo atteggiamento da primadonna della serie ” sono tutta io gli altri non sono nessuno” lui che si vanta delle buone maniere quando invece è uno dei tanti che non le usa… è imbarazzante da vedere questo conduttore…..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.