28
giugno

Roberto Poletti difende il suo sbarco in Rai: «Non so cosa voglia dire sovranismo. Io e Salvini siamo amici che non parlano di Rai»

Roberto Poletti

Roberto Poletti

Non so cosa voglia dire sovranismo, io sono me stesso. A parlare è Roberto Poletti, il nuovo conduttore di Unomattina Estate (e probabilmente anche da settembre), arrivato in Rai non senza polemiche. Ex direttore di Radio Padania, biografo di Matteo Salvini e inviato nelle piazze per le trasmissioni di Paolo Del Debbio, il giornalista rivendica la sua carriera e nega di essere sbarcato a Viale Mazzini grazie alla vicinanza alla Lega e al ministro dell’interno:

Io e Salvini abbiamo cominciato insieme a Radio Padania. Eravamo ragazzi e siamo diventati amici. Amici che non parlano di Rai. Io gli chiedo come va, lo sento, ma non gli ho mai posto il problema di come stavo io. Del programma in Rai ho discusso solo con la direttrice Teresa De Santis. Sono un giornalista professionista da 25 anni, ho una rete di relazioni, non sono stato pescato dal buco, ma del lavoro ho parlato solo con lei”

ha dichiarato a Repubblica. Poletti ammette, tuttavia, di essere approdato a Rai 1 con qualche timore, proprio a causa del ‘gran parlare’ che c’è stato attorno al suo nome:

“Arriva il mostro sovranista, dicevano. Temevo che in azienda fossero un po’ prevenuti dopo la campagna di stampa contro di me. Invece siamo una squadra, io mi sento protetto, tutti danno il massimo”.

Unomattina Estate si sente a suo agio e, a giudicare dall’entusiasmo, anche nel posto giusto, dove dimostra – dice – di saper “parlare alla pancia del paese” come l’amico Salvini:

Parlo un linguaggio semplice, domande chiare risposte chiare, se non capisco faccio ripetere e non voglio educare la gente che qualcuno considera ignorante [...] Ero il volto delle piazze a Quinta Colonna (ex programma di Rete 4, ndDM), ho girato tutta l’Italia e ho visto che i politici parlavano un linguaggio che la gente non capiva. Nelle prime trasmissioni, quando mi collegavo dal Sud, Salvini veniva mandato a quel paese. Poi sono cominciati gli applausi. Salvini si faceva capire, magari non diceva cose eccezionali ma entrava nel cuore delle persone.



Articoli che potrebbero interessarti


Roberto Poletti, Matteo Salvini
Roberto Poletti condurrà UnoMattina Estate. Scoppia la polemica: «E’ il biografo di Salvini»


dm live 24 - 8 agosto 2012
DM LIVE24: 8 AGOSTO 2012. SIMPATICO UNO DUE DI SALERNO E MUCCITELLI, QUELLI CHE… LO SPOT, I SONDAGGI DI SALVINI


Matteo Salvini
Offese sul web, Salvini querela il giornalista Rai. Viale Mazzini corre ai ripari: codice sull’uso dei social


Valentina Bisti, Roberto Poletti
Uno Mattina: nuovo inizio per Poletti e Bisti

3 Commenti dei lettori »

1. Gianni ha scritto:

28 giugno 2019 alle 20:30

Un altro “raccomandato a mia insaputa”.
Un po’ come il 90% delle donne in tv. Tutte moglie e compagnie di qualcuno ma che non sanno che il marito le ha raccomandate.

Anche lui si sarà auto-convinto di essere stato scelto epr la bravura…giusto per dormire sereno la notte.
Ma la verità vista da fuori è così ovvia!



2. alena ha scritto:

2 luglio 2019 alle 14:39

Poletti se non sai cosa significa sovranismo chiedilo alla Cuccarini che lei lo sa benissimo visto che guarda caso come te è arrivata proprio adesso in Rai.



3. Francisca Jacoba Maria Sienot ha scritto:

2 luglio 2019 alle 15:20

Raccomandato pure lui come era il ex di salvini che fa PROVA DEL CUOCO



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.