13
giugno

Matrimonio a Prima Vista: Stefano e Wilma non riescono a divorziare. Respinto anche l’annullamento

Stefano Soban e Sara Wilma Milani

Stefano Soban e Sara Wilma Milani

Non tutti i matrimoni hanno il lieto fine. Lo sanno bene Stefano Soban e Sara Wilma Milani, protagonisti della seconda edizione di Matrimonio a Prima Vista Italia, reality show andato in onda su Sky Uno (in un autunno le nuove puntate su un’altra rete). I due, terminata l’esperienza nel programma, hanno scelto di sciogliere l’unione celebrata ma, a causa di alcuni cavilli legali, il giudice incaricato del caso sta rendendo problematico il loro desiderio di non essere più marito e moglie.


I fatti risalgono al 2017: come prevedeva lo spirito della trasmissione, Stefano e Wilma hanno deciso di convolare a nozze da perfetti sconosciuti, accettando di farsi riprendere dalle telecamere per circa tre mesi. Fin dal primo istante, la coppia non è riuscita però a trovare la giusta affinità e così entro sei mesi, periodo stabilito dal contratto sancito con la produzione, hanno scelto di divorziare.

Da allora, forse un po’ a sorpresa, è cominciata l’odissea degli sposini: dopo essersi recata ad Abbiategrasso, il suo comune di residenza, Wilma ha scoperto ad esempio che il luogo e la data del suo matrimonio con Stefano erano stati registrati in maniera errata. L’unione, stando ai documenti, era stata infatti celebrata il 30 novembre in provincia di Potenza, e non il 21 novembre a Chiaravalle, motivo per il quale non era possibile avviare le pratiche per la separazione (le cui spese sarebbero state coperte interamente dalla produzione).

In cerca di una soluzione, i coniugi Soban hanno quindi optato per l’annullamento delle nozze, recandosi al tribunale di Pavia, ma, proprio per colpa del contratto sottoscritto con il programma, hanno visto naufragare questa loro richiesta: nonostante una clausola specifica, che obbligava i “concorrenti” a pagare una penale di 100mila euro se avessero abbandonato il programma, il giudice ha ritenuto che nessuno abbia costretto Stefano e Wilma sposarsi, respingendo di fatto l’ipotesi che lo scambio dei voti nuziali non fosse avvenuto nella “totale libertà”. Del resto, specifica lo stesso giudice,  nessuno ha certamente obbligato Soban e la Milani a firmare l’accordo.

Stefano e Wilma, incassato l’ennesimo stop, stanno quindi valutando l’idea di procedere con un ricorso in appello per mettere la parola fine a quello che, visti i presupposti, non sarà affatto un divorzio a prima vista.



Articoli che potrebbero interessarti


Matrimonio a Prima Vista 2 - Wilma e Stefano
Matrimonio a Prima Vista 2: finale rimandato. Sospetta gravidanza per Wilma


Matrimonio a Prima Vista 2 -Sara e Steven
Matrimonio a Prima Vista 2 al via su SkyUno: ecco le coppie che si sposeranno al buio (foto)


Qui e Adesso
I 10 migliori programmi TV del 2020


Matrimonio a Prima Vista - Wilma e Stefano
Matrimonio a Prima Vista 2: 6 Mesi Dopo… un Divorzio

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.