5
giugno

Donna Pamela e Eliana Michelazzo tentano di sbugiardarsi a vicenda

Pamela Perricciolo

Pamela Perricciolo

Dopo Eliana Michelazzo e Pamela Prati, è arrivato il turno di Pamela Perricciolo. Se l’ex agente di Pamela Prati aveva già anticipato a Selvaggia Lucarelli la sua versione sul Prati-gate, in un’intervista fiume rilasciata a Fan Page, Donna Pamela chiarisce le sue responsabilità e prova a dare una spiegazione ai punti oscuri di questo perfido gioco di identità fittizie e matrimoni inesistenti. Ma soprattutto, dopo le accuse dalla Michelazzo, la Perricciolo conferma – fornendo audio e foto di conversazioni avvenute tra le due – il coinvolgimento di Eliana in questa controversa vicenda.

Primo punto, la relazione di Eliana con Simone Coppi. Se la Michelazzo ha dichiarato di aver scoperto solo ora, dopo 10 anni, che dietro l’uomo si celerebbe Donna Pamela, la Perricciolo fornisce le prove del contrario. Nello specifico screenshots di loro conversazioni (in basso le foto) e un audio, in cui la Michelazzo, una volta alzatosi il polverone sul caso Caltagirone, sostiene di aver paura che l’attenzione si sarebbe spostata sul caso di Simone Coppi. Eliana, in questa nota vocale, afferma:

“Adesso esce fuori pure la parte mia non ti preoccupare. Adesso vanno su Simone, su di me, vedrai. Faranno due più due, visto che abbiamo fatto le stesse cose con Marco”.

Dunque, sostiene la Perricciolo, la Michelazzo era consapevole dell’inesistenza di tale Simone Coppi, e aggiunge:

“Eliana aveva iniziato a sentirsi con una persona. Lo incontrò a Fontana di Trevi. In quel periodo ebbe qualche problema, dire che fosse sposata serviva a far capire che non era da sola. All’inizio non era consapevole del fatto che Simone non esistesse ma dopo l’ha capito. È partito tutto per proteggerla e poi non siamo più tornate indietro, era una situazione di comodo”.

Anche Mark Caltagirone non esiste, così come le decine di profili di cui dispone la Aicos e di cui – sottolinea la Perricciolo – non è l’unica responsabile (“Abbiamo fatto questa grandissima cavolata in tre. In agenzia disponiamo di tanti profili falsi, impossibile dire chi di noi li abbia utilizzati). Donna Pamela, però, decide di mettere il dito nella piaga e smontare ulteriormente le dichiarazioni dell’ex corteggiatrice di Uomini e Donne. Quest’ultima ha detto a più riprese di aver denunciato la sua ex socia interrompendo con lei ogni tipo di rapporto. La Perricciolo, con tanto di screenshots come testimonianza, prova a dimostrare il contrario, sostenendo di aver ricevuto un sms da Eliana Michelazzo poco prima della confessione:

“Credo che Eliana temesse di perdere l’agenzia e quindi è accaduto di tutto. Ricevetti un messaggio da lei poco prima di sapere che aveva raccontato quelle cose di me. Mi scriveva: ‘Tutelati, vai via. Domani ti porto soldi’. È crollata psicologicamente e ha cercato di salvarsi e salvare l’agenzia”.

Queste sono solo alcune delle dichiarazioni con cui Pamela Perricciolo (ri)trascina Eliana Michelazzo nello scandalo che sta catalizzando l’attenzione di media e giornali. Intanto, questa sera, Donna Pamela sarà ospite a Live – Non è la D’Urso (in diretta o differita?), pronta a smontare pezzo dopo pezzo le dichiarazioni della Michelazzo, ma anche a chiarire la questione relativa al finto Sebastian Caltagirone, di cui si è parlato proprio mercoledì scorso dalla D’Urso a seguito delle parole della mamma del bambino.

La replica di Eliana

Neanche a dirlo, la Michelazzo ha già replicato, attraverso le stories di Instagram, alla sua ex socia:

“Tu adesso continui a dire grandi fregnacce ed è pericolosa questa cosa, oltre che ti ho denunciato e continuerò a denunciarti perchè mi hai rovinato la vita. Io ho video tuoi dove tu mi dici ‘Io non sono Simone’. Ma come, se Simone me lo sono inventato, perchè mi dici io non sono Simone? (…) Hai mandato messaggi alla gente, hai scritto a imprenditori per far finta di creare situazioni di lavoro con Mark Caltagirone che conosci solo tu. Hai fatto contratti falsi.

Eliana ‘giustifica’ le conversazioni (mostrate dalla Perricciolo) che la inchioderebbero dicendo che queste siano state estrapolate da discorsi più ampi. Quando, nell’audio vocale, la Michelazzo faceva un paragone tra Caltagirone e Coppi (alludendo quindi, verosimilmente, all’inesistenza di entrambi), Eliana sostiene di essersi preoccupata esclusivamente perchè, essendo stato Coppi un magistrato, avrebbe potuto avere problemi a seguito del polverone mediatico generatosi. E, dopo aver pubblicato svariate note vocali in cui la Perricciolo ‘organizza’ uno degli incontri tra la Prati e il finto Sebastian Caltagirone, aggiunge:

“Ci sono talmente tante persone che testimoniano contro di te che tu non hai più scampo, tu stai facendo la guerra a me quando la guerra la devo fare solo io a te (…) Ricordati che io ho tante cose tue dove calunni la gente, dove mandi video online e fai finta di essere stata aggredita, non scherziamo Pamela”.



Articoli che potrebbero interessarti


Pamela Prati, Pamela Perricciolo ed Eliana Michelazzo
Pamela Perricciolo: «Alla Prati hanno congelato i 40 mila euro di cachet di Verissimo. Eliana se la rigirano come vogliono. Me ne vado a Zanzibar»


Eliana Michelazzo
Eliana Michelazzo: «Sono stata raggirata dalla Prati. Dopo 10 anni ho capito che mio marito non esiste. Chiedo di essere aiutata»


Manuela Arcuri - Storie Italiane
Manuela Arcuri sul matrimonio della Prati: «Un copione già scritto. E’ un gioco delle due agenti perverso e malato»


Pamela Prati con Pamela Perricciolo
L’avvocato di Pamela Prati fa un esposto contro Eliana Michelazzo e Pamela Perricciolo

3 Commenti dei lettori »

1. vito ha scritto:

5 giugno 2019 alle 21:02

basta con questa buffonata. meglio che queste tre truffatrici vadano in carcere invece di prendere in giro tutti gli italiani con un po’ di sale in zucca in testa



2. vito ha scritto:

5 giugno 2019 alle 21:08

basta parlare di queste tre truffatrici



3. Rezon ha scritto:

5 giugno 2019 alle 23:46

lo schifo, il cancro, il vomito, il ribrezzo. non saprei come definire questa storia. capisco che “è la stampa, bellezza”, ma questa è BRUTTEZZA pura!



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.