4
giugno

Confessione Reporter: Stella Pende va in Giappone per raccontare il dramma dei padri divorziati, in Romania dalle badanti depresse

Stella Pende

Confessione Reporter riparte dal Giappone e arriva fino in Italia. Per la dodicesima edizione, il programma giornalistico di Stella Pende tornerà oggi – 4 giugno – in seconda serata su Rete4 con nuove inchieste che avranno, come comune denominatore, la rilevanza sociale dei contenuti documentati. Nella prima puntata, dal paese del Sol Levante la conduttrice parlerà del dolore dei papà violentemente separati e privati dell’affetto dei loro bambini.

Si tratta di padri che dopo il divorzio sono completamente cancellati dalla vita della famiglia. Papà che si battono in una guerra solitaria, della quale il mondo non è a conoscenza. Molti uomini che hanno sposato ragazze giapponesi ed hanno poi divorziato, non riescono più a vedere i figli. Stella Pende scaverà nella burocrazia e nelle leggi locali per capire come sia possibile che non vengano tutelati i diritti di questi padri divorziati.

Verranno documentate realtà dolorose, ma in alcuni casi anche felici o aperte alla speranza.

Ho incontrato Tony, un papà italiano che non vedeva sua figlia da un’infinità di tempo, gli era vietato avvicinarla. Ma come lui ci sono comunità di italiani, francesi che aspettano di vedere figli e figlie. Due nonni sono finiti in carcere per aver tentato di avvicinare il nipotino. Questo papà grazie a noi e all’aiuto dell’ambasciata italiana è riuscito a riabbracciare la sua piccola, la mamma alla fine si è commossa e ha acconsentito a far vedere la bambina al papà, ma poi chissà cosa succederà

ha raccontato Stella Pende all’Ansa. Nelle puntate successive, Confessione Reporter sarà in Gran Bretagna, in un castello dove si studiano lo spiritismo e le guarigioni, e successivamente in Italia dove si trovano alcune realtà simili ma forse non altrettanto serie.

Il viaggio proseguirà in Romania, nell’Ospedale Socola dove curano le badanti affette dalla sindrome Italia: è il nome dato ai disturbi mentali e ai picchi depressivi che colpiscono le donne rumene che hanno lavorato come badanti o colf in Italia. Si tratta di problemi causati in particolar modo dalle dure condizioni di lavoro e dalle vessazioni psicologiche alle quali queste donne non raramente vengono sottoposte dai datori di lavoro, alcuni molto anziani e malati.

Queste donne mandano a casa tutti i soldi guadagnati con il lavoro, lasciano i figli poi quando tornano scoprono magari che i mariti o hanno speso tutto o sono alcolizzati o addirittura si sono rifatti una vita. Donne che insomma vivono tra due paesi e due famiglie. Una realtà sociale diffusa e poco approfondita di cui Stella Pende mostrerà i risvolti.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Confessione Reporter Incontri
Confessione Reporter-Incontri: Stella Pende intervista su Rete4 i big della tv. Ci sono anche Giletti, D’Urso e Mentana


Stella-Pende_Rete-4
CONFESSIONE REPORTER: STASERA SPECIALE “NON SOLO REGENI”


Stella-Pende_Rete-4
CONFESSIONE REPORTER: STELLA PENDE RIPARTE DALLE VIOLENZE DI BOKO HARAM IN NIGER


Confessione-Reporter-Stella-Pende
STELLA PENDE A DM: A CONFESSIONE REPORTER RACCONTO L’IMMIGRAZIONE DI CUI NESSUNO PARLA. FORMIGLI FA LA PIU’ BELLA TRASMISSIONE DI INFORMAZIONE D’EUROPA

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.