3
giugno

L’Approdo: Gad Lerner torna con un talk su Rai3 e riparte dalla Lega

Gad Lerner

Un imponente relitto del mare al centro dello studio, di questi tempi evocativo più che mai. Gad Lerner riparte così. Tra le polemiche (non ultima, quella sul suo compenso) e la volontà di raccontare l’Italia di oggi. Dopo anni di reportage in esterna, da stasera (ore 23.10) il giornalista tornerà su Rai3 alla conduzione di un nuovo talk show in cinque puntate intitolato L’Approdo.

Il titolo e, più in generale, la mission del programma traggono ispirazione dall’omonima trasmissione culturale della tv in bianco e nero in onda a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta che, oltre a vantare un comitato scientifico composto da eminenti personalità del mondo culturale dell’epoca tra cui Giuseppe Ungaretti, trattava le arti e la cultura nel senso più nobile e raffinato del termine. Di tempo ne è passato ed ora Gad Lerner proverà ad attualizzare quel progetto d’approfondimento cominciando dal fenomeno leghista.

Già, ad aprire il nuovo programma sarà proprio un focus sulla Lega, a partire dalle sue origini e sino all’attuale mutazione sovranista operata con successo (di voti) da Matteo Salvini. Nel corso della prima puntata sarà trasmessa un’intervista esclusiva, realizzata sotto il Monumento al Guerriero di Legnano (MI) tutt’ora simbolo della Lega, a Francesco Speroni, uno dei padri fondatori della Lega Nord, Ministro delle Riforme del primo Governo Berlusconi, esponente di punta della Lega dalla sua nascita fino al 2014 quando decide di non ricandidarsi all’europarlamento.

Ospiti in studio il politologo Marco Tarchi, professore ordinario presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Firenze e lo storico Luciano Canfora. Al talk in studio saranno alternati reportage di approfondimento girati in esterna di cui Gad Lerner sarà protagonista.

Il ritorno del giornalista libanese in Rai avviene non senza polemiche. Nei giorni scorsi Matteo Salvini aveva criticato la scelta di dare nuovamente spazio a Lerner nei palinsesti del servizio pubblico, arrivando a chiede all’AD Fabrizio Salini se quella con Gad in onda fosse la Rai del cambiamento.

Ulteriori polemiche sono di seguito sorte riguardo al compenso assegnato a Lerner per L’Approdo. Il quotidiano La Verità aveva attribuito al giornalista un cachet da 60mila euro a puntata, cifra tuttavia smentita dalla Rai con una nota ufficiale.

In merito a indiscrezioni sul programma L’approdo in onda per 5 puntate da domani su Rai3, la Rai precisa che si tratta di una nuova serie, in linea con le precedenti già realizzate da Gad Lerner sulla stessa rete. Il compenso complessivo riconosciuto a Gad Lerner è di 69.000 euro lordi per l’intero programma

ha fatto sapere l’azienda di Viale Mazzini.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Matteo Salvini
Rai, Salvini contro il ritorno di Lerner: «Chiedo a Salini se è questo il cambiamento. Tanto vale rimettere Orfeo»


Gad Lerner, La difesa della razza
La difesa della razza: Gad Lerner su Rai3 racconta l’Italia razzista


Ricchi e Poveri, Gad Lerner
Ricchi e Poveri: Gad Lerner mostra le disuguaglianze e cerca i contrasti. Ma la soluzione non c’è


Operai - Gad Lerner, Ken Loach
Operai: Gad Lerner dà voce ai lavoratori invisibili e sogna Marx

1 Commento dei lettori »

1. Socrate ha scritto:

4 giugno 2019 alle 09:11

Lerner è una delle persone più odiose, supponenti, opportuniste, faziose e fintobuoniste mai apparse sulla scena pubblica. Purtroppo tocca dar ragione a Salvini. Finchè saranno in circolazione personaggi come lui la Lega arriverà al 50%. Ma anche oltre. Ci arriverà un giorno la sinistra a capirlo, prima di scomparire definitivamente?



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.