14
maggio

Eurovision Song Contest 2019: questa sera la prima semifinale su Rai 4

ESC 2019 - Hatari in gara per l'Islanda

ESC 2019 - Hatari in gara per l'Islanda

Tutto pronto a Tel Aviv per l’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest. Questa sera dalle ore 21.00 andrà in onda la prima delle due semifinali, che sarà trasmessa in diretta in tutti i paesi partecipanti e che il pubblico italiano potrà seguire su Rai 4, con il commento di Federico Russo ed Ema Stokholma. La seconda andrà in onda giovedì prossimo, mentre la finale di sabato 18 maggio sarà trasmessa da Rai 1: accanto a Federico Russo ci sarà Flavio Insinna.

Mamhood, rappresentante nostrano con la canzone Soldi, si esibirà direttamente sabato, perchè l’Italia accede di diritto alla finale insieme a Francia, Regno Unito, Spagna e Germania; questi paesi, denominati Big Five, sono infatti i finanziatori dell’EBU, che organizza l’evento. E anche Israele, in quanto paese ospitante, ha già assicurato un posto in finale.

Nella prima semifinale di questa sera scende in campo, tra i diciassette paesi in gara, San Marino, che chiuderà la serata. Il pubblico italiano, pur volendo, non potrebbe comunque votare per il “vicino di casa”, perchè voterà con Regno Unito e Germania nella seconda semifinale, nel corso della quale sarà trasmesso anche un video per presentare Mamhood al pubblico internazionale. Da ricordare che ciascun paese non può votare per se stesso e si esprime attraverso una giuria di esperti ed il televoto.

ESC 2019: i paesi che si esibiscono nella prima semifinale

Ecco quali artisti, e dunque quali paesi, si esibiranno questa sera all’Expo di Tel Aviv; solo in dieci passeranno il turno e, insieme a quelli più votati della seconda semifinale, accederanno all’ultima puntata. L’ordine è quello di esibizione.

CIPRO – Tamta con Replay
Tamta Goduadze, classe 1981, è nata in Georgia ma si è trasferita in Grecia a vent’anni. Ha all’attivo quattro album ed è stata giudice di X Factor Georgia e X Factor Grecia. Il suo brano è stato scritto in inglese, proprio per il concorso.

MONTENEGRO – D’Mol con Heaven
I D’Mol sono un gruppo esordiente formato da sei componenti (Tamara Vujacic, Mirela Ljumic, Zeljko Vukcevic, Ivana Obradovic, Emel Franca, Rizo Feratovic). Il brano, in lingua inglese, è stato scritto da Dejan Bozovic, popolare cantautore montenegrino.

FINLANDIA – Darude feat. Sebastian Rejman con Look Away
Darude, vero nome Ville Virtanen, è un dj di fama internazionale; Sebastian Rejman è il leader delle band The Giant Leap e Sebastian & The 4th Line. Il brano, scritto da loro in inglese, è stato scelto attraverso un’edizione speciale del concorso di selezione nazionale.

POLONIA – Tulia con Fire of Love (Pali się)
Le Tulia sono il gruppo vocale femminile del momento in Polonia e prendono il nome da Tulia Bisczak, una delle componenti insieme a Joanna Sinkiewicz, Dominika Siepka e Patrycka Nowicka. Sono diventate famose con la loro versione di Enjoy the silence dei Depeche Mode, caricata su YouTube. Il brano, scritto in polacco ed inglese, porta la firma di Allan Rich e Jud Friedman,che hanno scritto tra gli altri per Whitney Houston, Ray Charles e Tina Turner.

SLOVENIA – Zala Kralj & Gašper Šantl con Sebi
Zala Kralj e Gašper Šantl, di Maribor, sono fidanzati e hanno all’attivo tre singoli e alcuni passaggi radiofonici. Il loro brano, in sloveno, è composto da Gasper Santl e scritta da Zala Kralj.

REPUBBLICA CECA – Lake Malawi con Friend Of a Friend
I Lake Malawi sono una band composta da Albert Cerny, Jeronym Subrt e Antonin Hrabal. Hanno pubblicato un album di grande successo e partecipato agli MTV Awards. Il brano è stato scritto in inglese da Cerny e ha fatto vincere loro il concorso di selezione nazionale.

UNGHERIA – Joci Pápa con Az én Apám
József è alla seconda partecipazione all’Eurovision dopo quella nel 2017, che gli valse l’ottavo posto. Cultore delle sonorità musicali del popolo rom, è arrivato secondo a Megasztàr, programma simile a The Voice, e firma il proprio brano, cantato in ungherese.

BIELORUSSIA – ZENA con Like It
Zinaida Alexandrovna Kupriyanovich ha partecipato a Fabrika Zvyozd, edizione russa di Operazione Trionfo. In precedenza ha preso parte alle selezioni bielorusse per lo Junior Eurovision Song Contest. Il brano è scritto fra gli altri dal russo Viktor Drobysh ed è in lingua inglese.

SERBIA – Nevene Božović con Kruna
Nevena Bozovic è alla seconda partecipazione all’Eurovision dopo quella del 2013, quando vi prese parte insieme a Sara Jovanovic e Mirna Radulovic, sue compagne a The Voice of Serbia: le tre si unirono per l’Eurovision sotto il nome Moje 3. Il pezzo, in serbo ed inglese, è quello con cui ha vinto la selezione serba e porta la firma sua e quella di Darko Dimitrov, autore anche del brano della Macedonia.

BELGIO – Eliot con Wake Up
Eliot Vassamillet è reduce dalla partecipazione all’ottava edizione di The Voice Belgique, dove è arrivato sino ai live. Il brano, in lingua inglese, porta la firma di Pierre Dumoulin, produttore discografico ed autore di Blanche.

GEORGIA – Oto Nemsadze con Keep On Going
Oto Nemsadze si è qualificato vincendo Georgian Idol, concorso di selezione nazionale. Ma è abituato ai talent show: nel 2010 ha vinto Geostar ed ha preso parte a The Voice Ukraine. Il brano è interamente in georgiano, a dispetto del titolo in inglese.

AUSTRALIA - Kate Miller-Heidke con Zero Gravity
Kate Miller Heidke è un soprano con cinque album all’attivo e diverse nominations agli ARIA Awards. Il brano, in lingua inglese, porta la sua stessa firma e quella del marito, il musicista Keir Nuttall.

ISLANDA - Hatari con Hatrið mun sigra
Gli Hatari sono un gruppo multiartistico composto dai cantanti e musicisti Klemens Hannigan, Matthías Tryggvi Haraldsson e Einar Hrafn Stefánsson e dai ballerini Sólbjört Sigurðardóttir, Andrean Sigurgeirsson e Ástrós Guðjónsdóttir. Fanno musica techno punk, lanciano messaggi politici ed il loro brano è in inglese.

ESTONIA – Victor Crone con Storm
Victor Fritz Crone, svedese, si è formato musicalmente a Nashville e Los Angeles. Il suo brano, scritto in inglese e di cui è coautore, ha già raggiunto il primo posto nelle classifiche estoni.

PORTOGALLO – Conan Osiris con Telemóveis
Tiago Miranda, in arte Conan Osíris, è un cantautore e ballerino. Autodidatta, specializzato nell’uso della loop station. E’ autore del proprio brano, interamente in lingua portoghese.

GRECIA – Katerine Duska con Better Love
Katerine Duska, nata in Canada, oggi è cittadina greca. Il suo brano, scritto appositamente per il concorso ed in lingua inglese, ha già raggiunto la top five in patria.

SAN MARINO – Serhat con Say Na Na Na
Ahmet Serhat Hacıpaşalıoğlu è un cantante, intrattenitore, produttore musicale e conduttore televisivo con una trentennale carriera in Turchia. Il brano, in lingua inglese, lo ha scritto lui stesso insieme a Mary Applegate, paroliera statunitense.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti


Mahmood
Pagelle della TV della Settimana (13-19/05/2019). Promossi Mahmood e Made in Sud. Bocciato il caos Rai e la Michelazzo al GF


ESC 2019 - La classifica finale
Eurovision Song Contest 2019: la classifica finale


L'Olanda vince l'ESC 2019
Eurovision Song Contest 2019: vince l’Olanda, secondo Mahmood


Federico Russo e Flavio Insinna
Eurovision Song Contest 2019: problemi tecnici nella diretta Rai

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.