4
aprile

Gettoni d’oro, truffa alla Rai: indagati cinque funzionari della Zecca

Rai, gettoni d'oro

Il raggiro sui interessava i giochi a premi di alcune trasmissioni Rai. Tra di esse, La Prova del Cuoco, Affari tuoi, I Fatti vostri, Super Brain. Ad operarla sarebbero stati cinque fra funzionari ed ex funzionari del Poligrafico e Zecca dello Stato, che sono stati denunciati dalla Guardia di Finanza per truffa aggravata e frode in pubbliche forniture. Secondo l’accusa, gli indagati avrebbero finto di produrre gettoni d’oro facendoli però risultare come emessi tramite documentazioni false, con l’obiettivo di ottenere incentivi legati al raggiungimento degli obiettivi di gestione.

L’avviso di conclusione indagini è stato consegnato giovedì mattina dai militari delle Fiamme gialle, riferisce Il Corriere. Al centro delle investigazioni, svolte dal Nucleo di polizia economico-finanziaria della Gdf, l’accordo quadro tra la Rai e la Zecca per la fornitura (nel triennio 2013-2016) di gettoni d’oro destinati ai vincitori dei concorsi a premi inseriti in diverse trasmissioni, tra cui Red or Black, Unomattina, I Fatti vostri, La Prova del Cuoco, Mezzogiorno in Famiglia, Affari Tuoi, L’Anno che verrà, La terra dei cuochi, Super Brain.

Secondo quanto emerso dalle indagini, cinque dirigenti della Zecca (due ancora in servizio e tre non più) facevano coniare i gettoni esclusivamente nel caso in cui gli aventi titolo avessero rifiutato la proposta di ricevere il controvalore in denaro. In caso contrario, i soggetti creavano una serie di falsi documenti interni (verbali di coniatura, verbali di reingresso in magazzino, documenti di trasporto) per dimostrare in modo fittizio di aver coniato i gettoni.

Lo scopo dell’operazione sarebbe stato, in apparenza, quello di consentire all’Istituto di ottenere un risparmio nell’acquisto di oro. In realtà, gli investigatori ritengono che la loro intenzione fosse quella di raggiungere gli obiettivi aziendali, che consentivano loro di ottenere incentivi annui pro capite fino a circa 45mila euro. La frode ha comportato, tra l’altro, l’indebita fatturazione da parte dell’I.P.Z.S. alla Rai delle spese di produzione dei gettoni d’oro mai coniati, con un danno per l’emittente pubblica di oltre 700mila euro.

A seguito della notizia di conclusione delle indagini, l’Istituto Poligrafico e Zecca ha precisato in una nota che l’indagine nasce “anche a seguito di un esposto presentato dallo stesso Poligrafico alla Procura della Repubblica ad aprile 2016“. Il Poligrafico e Zecca dello Stato – si legge – ribadisce la “piena disponibilità nel continuare a collaborare con la Magistratura per tutti gli approfondimenti che saranno ritenuti necessari“.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pomeriggio Cinque
Barbara D’Urso: «Siamo stati truffati» – Video


Gettoni d'oro
Telequiz, finisce l’era dei gettoni d’oro: dal 2019 si potranno premiare i concorrenti in contanti


Mingo De Pasquale
MINGO, L’EX INVIATO DI STRISCIA LA NOTIZIA ACCUSATO DI TRUFFA A MEDIASET


Report, gettoni d'oro
REPORT: INCHIESTA SUI GETTONI D’ORO ‘TAROCCATI’. CHI FA LA CRESTA SULLA RAI?

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.