12
marzo

Pagelle TV della Settimana (4-10/03/2019). Promossi Il Collegio e True Detective. Bocciati Sanremo Young e lo scempio Fogli all’Isola

Il Collegio 3

Il Collegio 3

9 a Il Collegio. E’ stato uno dei programmi più rischiosi degli ultimi anni, sia per la collocazione che per i contenuti in sè. E se nelle prime due stagioni si era difeso bene, con l’ultimo ciclo di episodi è esploso con puntate che hanno superato il 10%, con picchi monstre per la Rai sui giovanissimi e sul web. Merito di un cast azzeccato, di un sapiente lavoro autorale che va ad incastonarsi in un ‘formato dritto’ che ti permette di entrarci senza troppe difficoltà.

8 a True Detective 3. Dopo il grande successo della prima annata e la delusione per la seconda, HBO ci riprova affidandosi ad un racconto molto più diretto, che si muove su tre diversi archi temporali ma senza sfilacciarsi. La storia funziona, ci sono pathos e suspance anche se la risoluzione dell’indagine lascia un po’ con l’amaro in bocca.

7 ad Andrea Camilleri. Lo scrittore siciliano, a 93 anni, si guadagna il lusso di un prime time di Rai1 con uno spettacolo teatrale non semplice.

6 a Benedetta Parodi, madre apprensiva nello scherzo de Le Iene in cui sua figlia inizia una ‘relazione pericolosa’ con uno chef molto più grande di lei.

5 all‘eterno ritorno delle commedie di Zalone e Benvenuti al Sud, usati come tappabuchi da Canale 5 quando gli ascolti annaspano. Stasera ci sarà Che Bella Giornata, già trasmesso lo scorso ottobre.

4 a Sanremo Young. Antonella Clerici è una professionista e meriterebbe un buon programma, una volta tanto. Tolto l’effetto novità della prima edizione, la gara canora per i millennials ha ben pochi motivi di esistere su Rai1.

3 a Lorella Cuccarini versione opinionista politica. Anche l’ex più amata dagli italiani ha diritto di esprimere le sue opinioni e tante polemiche sono risultate pretestuose, scaturite con ogni probabilità dal suo pensiero poco ‘radical chic’. Tuttavia dal momento che non è una giornalista nè una politologa ad una certo punto dovrebbe pure evitare i talk show.

2 a Jeremias Rodriguez. L’argentino segue le orme delle sorelle partecipando al reality isolano ma l’esito è ben differente. Eliminato al primo televoto utile, ha mostrato sulle spiagge honduregne il suo carattere irruente e irascibile. Se la giustificazione è che è stato “vero”, allora lo preferivamo falso.

1 all’Isola dei Famosi che ’scivola’ con lo scandalo Riccardo Fogli. Una brutta pagina di televisione, resa ancor più greve dalla gratuità della circostanza. Non è stata una cosa sfuggita di mano ma la scelta di infierire (del presunto tradimento era stato già informato) è stata premeditata e assolutamente indipendente da quel che accade in Honduras. Bocciati tutti.



Articoli che potrebbero interessarti


Gerry Scotti
Pagelle TV della Settimana (11-17/03/2019). Promosso C’è Posta Per Te. Bocciate le scuse a Fogli e la Tittocchia


Jeremias Rodriguez - Verissimo
Jeremias Rodriguez: Fogli stava male, fuori dalle telecamere ha pianto. Soleil non piace a Belen e Cecilia


Ottava puntata Isola dei Famosi 2019
Isola dei Famosi 2019: Jeremias Rodriguez | Eliminato nell’ottava puntata (4 marzo)


Luca e Jeremias isola dei famosi
Aaron fa scoppiare il ‘botte-gate’ all’Isola: Jeremias vuole far picchiare Luca a Milano

15 Commenti dei lettori »

1. YleGi ha scritto:

12 marzo 2019 alle 16:37

Lorella Cuccarini non mi ha mai fatto impazzire, e se chi non fa politica (penso anche alla Marrone) la smettesse di esternare tanto per forse sarebbe meglio per tutti, e per loro in primis.

Ma in questo caso talmente l’hanno massacrata che mi ha fatto quasi tenerezza. Ho rivisto il video domenica a Uozzapp, e mi scompisciavo. Ho apprezzato molto, va detto, la signorilità di Paolo Mieli, che prima ha tentato di sorvolare, poi quando Giannini e la Geloni infierivano, davvero poco carinamente, ha cercato in tutti i modi di salvarla dalla situazione che si era creata. Inutilmente. Mi ha ricordato certe commissioni di esame dei tempi che furono, con il professore maturo e saggio che quando dici una castroneria cerca di aiutarti a venirne fuori, e gli assistenti acidi che invece infieriscono con sadismo. Francamente potevano evitare, la Cuccarini si è incartata ma quello che voleva dire era chiaro (= che per molti anni il presidente del consiglio non è stato espresso dal voto popolare). Per Giannini e la Geloni è stato come fare un gol a porta vuota, fairplay zero proprio.



2. Luna ha scritto:

12 marzo 2019 alle 17:16

Posso dare un 8 a Real Time ? Sta producendo delle trasmissioni veramente carine. Il nuovo Take me out è simpaticissimo cosi’ come Cortesie per gli ospiti. Temevo che il nuovo cast conduttori non sarebbe stato all’altezza del precedente invece il nuovo trio funziona alla grande. Poi Diego mi sembra il cugino di Freddie Mercury :-)) Il salone delle meraviglie è già un must. Federico è un personaggione. Riuscirebbe ad attaccare extensions alla pelata di Enzo Miccio :-)) Pero’ il Boss delle cerimonie è ineguagliabile.
Si possono fare trasmissioni simpatiche, educate e divertenti senza tanti mezzi e senza strafare. Bravo Real Time ! Sono una fan :-))



3. Luca ha scritto:

12 marzo 2019 alle 17:32

Rimpiango il tempo in cui c’erano dei bellissimi e coloratissimi monoscopi
ahahahahahahahaha



4. xxxxx ha scritto:

12 marzo 2019 alle 18:06

YleGi: già, peccato che il presidente del consiglio PER LEGGE non può essere votato dai cittadini. I cittadini, votano per i parlamentari, quindi l’uscita della Cuccarini è sbagliata concettualmente, non si è incartata, ha proprio detto una cosa sbagliata.



5. YleGi ha scritto:

12 marzo 2019 alle 18:16

xxxxx che facciamo, prepariamo una pira sulla pubblica piazza e la immoliamo? Si può sbagliare tutti, non c’era da farne un caso.
Che gli ultimi governi non siano stati espressione della volontà popolare è stato il cavallo di battaglia in campagna elettorale degli attuali governanti e vicepresidenti del consiglio, o ce lo siamo già dimenticati?



6. xxxxx ha scritto:

12 marzo 2019 alle 18:23

Salvini e Di Maio (soprattutto quest’ultimo) hanno insistito su questo punto facendo MOLTA disinformazione. In Italia, il popolo non ha MAI votato per il presidente del consiglio, ma SEMPRE e COMUNQUE per il parlamento.
Un conto è criticare i criteri di scelta del presidente del consiglio dei governi precedenti (perfettamente lecito, ognuno ha le sue opinioni), un conto è fare disinformazione.
Ok, la Cuccarini ha sbagliato, ma quello che dico io è di correggerla educatamente e al limite di non invitarla più, non di insultarla.



7. xxxxx ha scritto:

12 marzo 2019 alle 18:23

Salvini e Di Maio (soprattutto quest’ultimo) hanno insistito su questo punto facendo MOLTA disinformazione. In Italia, il popolo non ha MAI votato per il presidente del consiglio, ma SEMPRE e COMUNQUE per il parlamento.
Un conto è criticare i criteri di scelta del presidente del consiglio dei governi precedenti (perfettamente lecito, ognuno ha le sue opinioni), un conto è fare disinformazione.
Ok, la Cuccarini ha sbagliato, ma quello che dico io è di correggerla educatamente e al limite di non invitarla più, non di insultarla.



8. Vince! ha scritto:

12 marzo 2019 alle 19:12

La Parietti, da sempre una delle “prezzemoline” più presenti nei talk politici ha sempre detto che prima di andare in onda studia e si informa…



9. Cugino ha scritto:

12 marzo 2019 alle 20:43

Vince! era una battuta, immagino …. :D:D:D:D:D



10. Sabato ha scritto:

12 marzo 2019 alle 21:05

Sono completamente d’accordo con il 4 a Sanremo Young (ancora baby talent, nel 2019???) e col commento corrispondente: “Antonella Clerici è una professionista e meriterebbe un buon programma, una volta tanto”. La Clerici è una vera aziendalista e, nel corso della sua carriera, ha accettato di condurre diversi programmi dalle scarsissime potenzialità, mettendoci tuttavia cuore e impegno. Ora però dovrebbe essere un po’ più “egoista” e pretendere proposte più forti. La verità è che, ad Antonella, le sfide piacciono troppo: si imbarca in operazioni davvero improbabili, dalla riesumazione di Portobello al lancio di nuovi programmi che non convincono nemmeno sulla carta, il tutto rigorosamente in diretta, perché le registrazioni la annoiano e non le danno la stessa adrenalina. E questa è, secondo me, la sua forza.

Un solo appunto per quanto riguarda il 3 a Lorella Cuccarini: il motivo per cui l’ex più amata dagli italiani è stata criticatissima è che ha affermato che gli italiani non avevano la possibilità di recarsi alle urne da 10 anni e questo non è un “pensiero poco radical chic”, come scrive Mattia, ma una semplice falsità.



11. Paolo ha scritto:

13 marzo 2019 alle 09:03

C’è una bella differenza tra un’esternazione di Emma fatta durante un SUO concerto davanti a SUOI fans che sono lì per sentirla cantare e – perché no – anche parlare e una di quella ignorante della Cuccarini durante un talk show politico.
Che tutti abbiano diritto a esprimere le proprie opinioni è una sacrosanta verità ma che lei (che tra l’altro è uno dei personaggi più inutili del panorama televisivo) si permetta di farlo un giorno sì e l’altro pure è abbastanza scandaloso. E questo indipendentemente dalle castronerie che dice.



12. Socrate ha scritto:

13 marzo 2019 alle 10:00

Paolo a mio avviso c’è differenza fino a un certo punto. Oggi tutto finisce sui social, e certo Emma questo lo sa, e non usi un argomento così delicato per farne uno slogan per strappare l’applauso facile. Se poi la cosa ti si rivolta contro peggio per te. In comune questi due episodi hanno il fatto che certi personaggi dello spettacolo usanio argomenti che ritengono “popolari” pensando di ricavarne facili consensi, e quando poi accade l’esatto contrario non sanno più come gestire la cosa perchè sono assolutamente impreparati ad affrontare seriamente quegli argomenti. Lasciassero perdere?

Io con la Cuccarini non condivido nulla, ma oggi chiunque si sente in diritto di andare in tv ed esprimere opinioni su qualsiasi cosa, perchè non può farlo lei? La Parietti o Luxuria, per dirne due che appaiono ovunque talk politici compresi, sono forse più titolate di lei? Magari solo per il fatto di essere di sinistra? Io non penso.



13. Socrate ha scritto:

13 marzo 2019 alle 10:05

P.S.: semmai, se devo dirla tutta, trovo abbastanza triste fare il giro delle 7 chiese (cit. Tina) per andare a dire quanto è bello e bravo il governo attualmente in carica. Penso ci siano modi più dignitosi di ottenere scritture in Rai.



14. Paolo ha scritto:

13 marzo 2019 alle 14:45

Socrate si, sul fatto che ognuno poi si debba prendere le responsabilità di quel che dice sono d’accordo, ma il confine tra buona e malafede non posso definirlo io. Un artista durante un concerto dice tante cose e non ci trovo niente di male visto che si trova davanti al suo pubblico. Poi, ripeto, se ti insultano te le tieni.

La signora Cuccarini se non erro era la prima volta che si trovava in un talk politico (la Parietti e Luxuria vengono invece regolarmente invitate) ma ha sempre esternato le sue idee (legittime per carità) in contesti in cui francamente poteva evitare, tipo interviste a settimanali come Oggi o simili o quotidiani online.
Già mi interessa poco conoscere le opinioni di questi politici ridicoli, figuriamoci quanto mi può importare di conoscere le sue idee sul governo, sulle coppie di fatto, sugli immigrati, sul sovranismo e compagnia bella. E’ la sua recidività che contesto.

Poi sono perfettamente d’accordo che sarebbe molto meglio lasciassero perdere e facessero il loro mestiere



15. Salvo ha scritto:

14 marzo 2019 alle 15:54

A me invece piace Sanremo Young, è uno spettacolo in tutti i sensi: ci sono musica, ballo, ospiti, interviste e una giuria molto variegata. Ma purtroppo oggi il pubblico premia programmi trash…



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.