18
febbraio

Tiki Taka, telenovela argentina: Wanda Nara in lacrime sul caso Icardi. Beppe Marotta irrompe in diretta

Wanda Nara, Tiki Taka

Gli occhi lucidi, le lacrime. Poi la telefonata a sorpresa e le parole distensive. Volemose bene: “nulla è compromesso“. L’intervista rilasciata ieri da a ha assunto i toni di una telenovela. Argentina, ovviamente. Su Italia1, la moglie e agente del calciatore Mauro Icardi ha ripercorso le burrascose vicissitudini legate alla decisione dell’Inter di togliere la fascia da capitano all’attaccante nerazzurro. Dopo aver ascoltato le sue affermazioni, in diretta è intervenuto anche l’AD interista Beppe Marotta.

A Mauro è come se avessero tolto una gamba. Lui è molto orgoglioso di quella fascia, di questa maglia: non ha mai giocato per i soldi. Mauro ci tiene tantissimo e la fascia la portava con orgoglio. Non avevo avvisaglie, nessuno ci ha detto niente nonostante sento tutti i giorni la società e ho avuto una riunione con loro di tre ore: l’ho saputo tramite Twitter

ha dichiarato Wanda Nara in riferimento al drastico provvedimento della società interista. Dopo una settimana a dir poco movimentata (segnata anche da una sassata contro la sua auto), la moglie di Icardi si è confidata con Pierluigi Pardo, che le ha riservato un’intervista condotta con equilibrio, ma fin troppo prudente e poco incalzante su certi passaggi. Parole e momenti significativi, in ogni caso, non sono mancati.

La moglie dell’ex capitano ha usato toni concilianti (“L’Inter è la nostra famiglia, non ce ne vogliamo andare“) e si è commossa parlando di Massimo Moratti, al quale ha rivelato di aver chiesto aiuto per risolvere la situazione.

Gli ho mandato un messaggio per ringraziarlo delle belle parole che ha speso, perché Mauro stava veramente malissimo. Gli ho chiesto aiuto, se mi dava una mano per farlo giocare…“.

La signora Icardi ha anche aggiunto di non aver mai chiesto un rinnovo. “Ora non è la nostra priorità” ha chiosato. Non ci soffermiamo qui sui dettagli sportivi della vicenda, ma sottolineiamo piuttosto il climax televisivo creatosi a Tiki Taka quando, nei minuti successivi, è arrivata l’inaspettata telefonata dell’AD dell’Inter Beppe Marotta.

Noi intendiamo stemperare questa tensione e ridare serenità a tutti (…) Volevo solo intervenire per rincuorare Wanda, perché l’ho sentita piangente e ciò mi dispiace. Vorrei tanto che lei capisse che quello che facciamo lo facciamo per il bene di Mauro, di Wanda, dell’Inter e dei tifosi (…) Ci vedremo con Wanda presto per parlare di questo e presenteremo una proposta contrattuale. Senza nulla togliere a Wanda il nostro interlocutore ufficiale è Mauro Icardi che è un ragazzo maturo: nulla è compromesso, la vita continua con molta serenità

ha affermato il dirigente. Per dirla con Celentano: una carezza in un pugno. Con il suo inatteso intervento, infatti, il dirigente interista ha teso la mano ad Icardi e consorte, ma allo stesso tempo ha astutamente contro-bilanciato la versione di Wanda, destinata diversamente a restare senza un contraddittorio ufficiale da parte della società.

Altro che social e retroscena per calciofili incalliti. Il capitolo più interessante e notiziabile della ‘telenovela’ sul caso Icardi è avvenuto in tv.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , ,



Articoli che potrebbero interessarti


Pierluigi Pardo, Wanda Nara
Tiki Taka, Pierluigi Pardo: «La presenza di Wanda Nara inconciliabile con la mia deontologia». Ma Mediaset la conferma


Tiki Taka da stasera su Italia 1
TIKI TAKA: DA STASERA SU ITALIA 1. OCCASIONE MANCATA PER ITALIA1 E SPORTMEDIASET?


Wanda Nara - Tiki Taka
Tiki Taka: confermata Wanda Nara, arrivano Bobo Vieri e Antonio Cassano


Pierluigi-Pardo
Tiki Taka alla domenica su Canale 5. Soppresso Pressing

1 Commento dei lettori »

1. Djmarkos ha scritto:

18 febbraio 2019 alle 14:02

E grazie a questa telenovela Pardo fa un ottimo risultato e batte nettamente i competitor sportivo della rai..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.