14
febbraio

De Santis su Sanremo: «Salzano organizza i tour di una serie di artisti, non la maggioranza. Giuria d’onore decisa da Baglioni, era meglio con soli musicisti». Valutazioni in corso sul Paradiso delle Signore e sul post TG1

Teresa De Santis

Smaltita l’«ubriacatura di ascolti» del Festival di Sanremo – come lei stessa l’ha definita -  ha fatto il punto della situazione. A due mesi e mezzo dalla sua nomina a direttrice di Rai1, ieri la giornalista è stata ascoltata in Vigilanza, dove ha parlato della kermesse canora appena conclusa (con polemiche annesse) ed ha accennato a due aspetti importanti del palinsesto della rete ammiraglia: la fiction e l’informazione.

Rai1, De Santis su Sanremo e le polemiche

Dopo aver snocciolato gli ascolti del Festival 2019, che in assoluto hanno registrato uno share medio inferiore rispetto alla passata edizione pur riuscendo a coinvolgere un pubblico più giovane, la direttrice è entrata nel merito delle polemiche. Riferendosi alle critiche sulla composizione delle giurie, De Santis ha ammesso:

Nessun sistema è elettorale è perfetto, figuriamoci quello di Sanremo (…) Questo meccanismo è stato poi riconosciuto dallo stesso Baglioni come uno dei non più funzionali, in particolare rispetto alla cosiddetta giuria d’onore. Ritengo che quel tipo di giuria probabilmente sarebbe stato più opportuno fosse stata composta effettivamente da soli musicisti con orientamento musicali differenti“.

La direttrice ha però aggiunto che, per contratto, le decisioni sulla conformazione della giuria spettavano insindacabilmente al direttore artistico, cioè allo stesso Baglioni. Gli oneri, insomma, vanno ricondotti a lui. “La mia opinione non poteva essere in grado di cambiare la sua” ha chiosato.

Quanto alle polemiche sul conflitto d’interessi, la direttrice ha dichiarato:

Al Festival non erano presenti artisti che facessero parte del management di Ferdinando Salzano e della F&P. Non ho deciso io le selezioni degli artisti (…) Salzano è l’organizzatore dei tour di una serie di artisti, non la maggioranza…“.

Poi ha ribadito che gli ospiti della kermesse sono stati pagati, ma con condizioni “di grande favore”, da lei attribuite anche a questo meccanismo (di contiguità tra persone che lavorano nel mondo della musica, ndDM).

Rai1, De Santis: Il Paradiso delle Signore prodotto costoso

Inoltre, tra gli argomenti affrontati in Vigilanza, il futuro incerto della soap Il Paradiso delle Signore.

E’ un prodotto partito abbastanza basso negli ascolti ma poi migliorato. È un ottimo prodotto ma è anche un prodotto costoso, per questa ragione l’Azienda sta valutando

ha affermato De Santis, esprimendo solidarietà ai lavoratori che in quelle ore avevano manifestato davanti alla sede di Viale Mazzini contro la stop alla produzione.

Rai1, De Santis e la striscia post Tg1: “E’ ancora allo studio”

La direttrice ha inoltre parlato del nuovo spazio informativo che dovrebbe accendersi dopo il Tg1 (secondo indiscrezioni a firma di Maria Giovanna Maglie), specificando però che è ancora allo studio.

Va valutato anche il problema eventuale dell’impatto economico (…) E’ evidente che non possiamo permetterci di perdere terreno con facilità perché siamo la cassaforte dell’azienda. Altre valutazioni sono di carattere autoriale. Non è stata definita neanche la conduzione. Non ci sono contratti in essere per la conduzione ma solo una prima idea di valutazione autoriale svoltasi in parte all’interno della rete stessa e in parte coinvolgendo in una serie di colloqui alcuni autori specializzati in questo ambito. La situazione in questo momento è ferma in questa fase“.

Sul fronte culturale, ribadita l’importanza del lavoro della “Fabbrica Angela“, con i programmi di Piero ed Alberto Angela.



Articoli che potrebbero interessarti


Teresa De Santis
Rai1, caos e divergenze sui palinsesti estivi. Salta la conferenza stampa (e meno male!)


Il Paradiso delle signore
Il Paradiso delle Signore rischia la chiusura: attori e fan protestano davanti alla Rai


Claudio Baglioni
Sanremo 2019, conferenza stampa finale. Baglioni: «Ora ho bisogno di ombra. Festival sia deciso solo dal televoto, se vuol essere popolare»


Sanremo 2019, conferenza stampa
Sanremo 2019, conferenza stampa della quarta serata. Baglioni: «Il tapiro di Striscia? Irrilevante»

2 Commenti dei lettori »

1. silvia ha scritto:

14 febbraio 2019 alle 19:02

chiudete sanremo e baglioni!!!!!! spazio ai giovani,,,è stato il festival del passato



2. john2207 ha scritto:

15 febbraio 2019 alle 08:52

Ha passato il tempo a prendere le distante dal festival salvo poi prendersi in meriti del successo. Ottimo direttore, in linea con la gestione politicizzata Rai. Farà rimpiangere Del Noce



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.