4
febbraio

Primafestival: cinque minuti di mediocrità

Anna Ferzetti, Primafestival

La tradizione è stata rispettata: anche quest’anno il PrimaFestival si sta confermando un programma all’insegna della mediocrità. La striscia quotidiana, che dal 25 gennaio scorso annuncia in access su Rai1 l’arrivo della kermesse sanremese, è infatti caratterizzata dall’inconsistenza dei suoi contenuti e da una conduzione che fa concorrenza – sì, ma al ribasso – a quella già di per sé disastrosa della passata edizione.

A curare il breve spazio televisivo, che per fortuna si esaurisce in soli cinque minuti, sono gli attori Simone Montedoro (in studio) e Anna Ferzetti (in collegamento). I due non sono conduttori tv e l’assenza di questa attitudine la si nota tutta: essi infatti recitano il banale copione con un tono impostato, che tradisce una scarsa spontaneità. Di conseguenza, anche le battute ironiche messe loro in bocca non creano empatia ed anzi lasciano indifferenti.

Rai1 ha così reiterato l’errore commesso lo scorso anno, quando il Primafestival fu affidato a Sergio Assisi ed a Melissa – Chi? – Greta Marchetto (ora piazzata al Dopofestival). Anche in quel caso, la conduzione ed i contenuti non furono all’altezza della mission. Perché, dunque, insistere in quella direzione senza apportare modifiche al format? Dalla Rai fanno sapere che la rubrica sta registrando buoni ascolti (la media riferita è di 4.5milioni di telespettatori), ma è evidente che il dato – al netto della breve durata della trasmissione – benefici del traino del Tg1 e dell’attesa per Soliti Ignoti.

Nelle puntate sinora trasmesse, Montedoro e Ferzetti hanno intervistato alcuni cantanti in gara. Il tutto, in realtà, si è tradotto in domande piuttosto scontate e in risposte telegrafiche per ovvie questioni di tempo. Il che ha contribuito ad alimentare quel senso di inconsistenza di cui scrivevamo poc’anzi. Irrilevanti, se non a fini promozionali, i dati sul Festival elaborati dal main sponsor della rassegna ed inseriti nel programma.

Da stasera, il Primafestival andrà in onda dal red carpet dell’Ariston, dove è stato allestito un apposito studio-vetrina in uso per l’intera durata della kermesse. Immersi finalmente nel folklore sanremese, Montedoro e Ferzetti riusciranno almeno a trasmettere un po’ dell’atmosfera che si vive da quelle parti? Dopotutto, il programma quello dovrebbe fare, soprattutto quello. Dovrebbe, appunto.



Articoli che potrebbero interessarti


anna ferzetti
PrimaFestival 2019: Simone Montedoro ed Anna Ferzetti conduttori sul red carpet dell’Ariston


sanremo terza serata.jpg
Sanremo 2019, le pagelle della terza serata


Sanremo 2019 - Virginia Raffaele tra Baglioni e Bisio (Agi per Ufficio Stampa Rai)
Sanremo 2019: Virginia Raffaele, ma chi?


Bruno Barbieri
Cuochi d’Italia: il Campionato del Mondo targato Barbieri funziona

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.