13
gennaio

La Dottoressa Giò: tutti i personaggi

La Dottoressa Giò 3 - Eleonora d'Urso

La Dottoressa Giò 3 - Eleonora d'Urso

Sono tanti i personaggi che ruoteranno attorno alla dottoressa Giò nella nuova stagione, quasi tutti legati all’ospedale nel quale lavora, e a cui la donna dedica gran parte del proprio tempo. Tra colleghi, capi e specializzandi, la fiction di Canale 5 racconterà le loro storie e quelle dei loro pazienti; e la paziente più interessante è Chiara, una donna che desidera tanto avere un figlio e che la protagonista cercherà di aiutare in tutti i modi, mettendosi anche contro i piani alti dell’ospedale. A prestarle il volto Eleonora d’Urso, la sorella di Barbara, che ha partecipato in passato a diverse altre fiction, tra le quali Stiamo bene Insieme. Conosciamo meglio lei e tutti gli altri personaggi de La Dottoressa Giò 3.

La Dottoressa Giò 3: personaggi ed interpreti

Giorgia Basile (Barbara d’Urso)
E’ passato qualche anno ma la Dottoressa Giorgia Basile, Giò (Barbara d’Urso), è la stessa donna positiva, sensibile e affascinante di sempre. Dopo essere stata a lungo primario, Giò viene accusata di aver contribuito al suicidio di una sua paziente, la moglie del potente dott. Sergio Monti (Christopher Lambert) e così sollevata dal suo incarico, in attesa del giudizio del tribunale. Quando viene scagionata, Giò rientra nell’ospedale da semplice medico, ma con una determinazione nuova. Il suo obiettivo è quello di aprire un centro all’interno dell’istituto, teso a proteggere le donne vittime di violenza. La sua è una battaglia impari: l’etica della sua missione, l’onestà e la brillantezza che da sempre la contraddistinguono, sembrano non poter avere la meglio contro gli interessi politici ed economici della Direttrice sanitaria, Anna Torre (Camilla Ferranti). La donna, in combutta con lo stesso Monti, vuole appoggiare un progetto di alta tecnologia robotica agognato dal nuovo Primario: Paolo Zampelli (Marco Bonini). La coscienziosa Giò e il carrierista Zampelli sono diametralmente opposti nel modo di approcciare il lavoro e la vita. Un conflitto che sembra impossibile sanare, e anzi sembra destinato ad esasperarsi. A meno che…

Paolo Zampelli (Marco Bonini)
Bell’uomo, carismatico, sicuro di sé e dalla brillante carriera professionale, il Dott. Paolo Zampelli (Marco Bonini) è il primario facente funzione subentrato a Giò quando questa è stata sollevata dal suo incarico. La carriera di Zampelli sembra ben salda, visto che è il protetto di Anna Torre (Camilla Ferranti), la direttrice sanitaria dell’ospedale alle cui spalle agisce e trama il potente Sergio Monti (Christopher Lambert). Da loro ha l’appoggio incondizionato per l’acquisto delle macchine robotiche per le quali stravede. Separato e con due figli ancora piuttosto piccoli, ora che la moglie si è trasferita improvvisamente a vivere negli Stati Uniti, Paolo ha difficoltà a svolgere il suo compito paterno, coniugandolo con il suo quotidiano impegno lavorativo. Non è solo un problema di tempo, è che Paolo, abilissimo con le macchine ed i robot, è molto meno a suo agio quando si tratta di dimostrare empatia con gli esseri umani. Lo si capisce anche quando lo vediamo in difficoltà nell’entrare in contatto con alcuni pazienti la cui anamnesi non può prescindere da una conoscenza emotiva della situazione personale. E’ forse una fortuna allora che la sua strada si incroci con quella della Dottoressa Giò, colei che per molto tempo Paolo considererà a torto una semplice antagonista.

Sergio Monti (Christopher Lambert)
Il prof. Sergio Monti (Christopher Lambert) è da diversi anni il nemico numero uno per Giò. E’stato lui ad accusarla di aver contribuito alla drammatica morte di sua moglie ed è sempre lui che diventerà il simbolo della piaga che Giò vuole a tutti i costi combattere: la violenza sulle donne. Un uomo che agisce nell’ombra, alle spalle del suo “braccio destro”, Anna Torre (Camilla Ferranti). Un’eminenza grigia, il tipico uomo che comanda tessendo trame oscure, senza sporcarsi le mani. E’così che Monti cerca di trarre profitto in termini economici dalle situazioni che gli si presentano di volta in volta. Giò ha avuto il coraggio di sfidarlo una volta: non ha perso ma ha rischiato seriamente di perdere tutto quello per cui aveva lavorato. Forse non è un caso che i loro percorsi entrino in rotta di collisione nuovamente. C’è qualcosa nel passato di Monti che deve essere ancora chiarito.

Sandra (Alessia Giuliani)
Giornalista, quarantenne, Sandra è una donna piena di energia e dalla simpatia travolgente. Negli anni in cui Giò ha sofferto per l’allontanamento forzato da quel lavoro che per lei rappresenta tutto, Sandra, che è anche la sua vicina di casa, le è rimasta accanto come una vera amica. Quando lavora Sandra non si ferma davanti a nulla, cercando sempre di escogitare una trama o trovare un supporto decisivo che le permetta di mandare avanti il suo coraggioso giornalismo di denuncia. E’ lei la prima ad appoggiare il progetto del Centro Anti Violenza per le donne voluto a tutti costi da Giò. Ed è lei che la spalleggia con caparbietà nel cercare di sbrogliare la trama gialla che riguarda la morte di Michela Monti, la moglie dell’acerrimo nemico della protagonista. Se nella sua professione Sandra si dimostra una battagliera tenace e positiva, nella vita sentimentale palesa invece un’evidente fragilità. Sandra è infatti da tempo alla ricerca dell’uomo giusto, ma invece di cercarlo pazientemente, continua ad aprire e chiudere brevi storie che si rivelano storte sin dalla loro partenza, facendo così disperare e al contempo sorridere la sua cara amica Giò.

Francesca (Desirée Noferini)
Francesca è la specializzanda preferita del dottor Zampelli ma è anche una ragazza dal carattere piuttosto complesso, non così semplice da decifrare. Bellissima, altera, e poco incline al sorriso, il suo mostrarsi snob innervosisce gli altri specializzandi, verso i quali ha talvolta degli atteggiamenti di superiorità piuttosto fastidiosi. Francesca è capace e determinata nel suo lavoro, meritandosi così la stima del primario, ma un compromesso di troppo la porterà ad infilarsi in un tunnel pericoloso. Diventerà una pedina importante nell’intreccio giallo che coinvolge Giò, Anna Torre e Sergio Monti, e solo lo sviluppo della storia ci dirà se il confronto con delle persone senza scrupoli la porterà ad esasperare il suo arrivismo, oppure se l’incontro/scontro con Giò e la passione che esploderà con Giacomo, ci riveleranno la sua parte più nascosta e pulita.

Luca (Simone Corbisiero)
Figlio di un famosissimo chirurgo, ha seguito le orme del padre, forse pigramente, spinto dal genitore che desidera un figlio capace di ripercorrere la sua stessa carriera. Ma il Professor Casiraghi non è in grado di comunicare come si dovrebbe con Luca: non lo ascolta, e lo prende in giro troppo spesso. Luca ha sviluppato così una specie di blocco da sala operatoria: ha paura di fallire e per questo non ha ancora esordito come chirurgo, continuando a rifiutare anche gli interventi più semplici. Sensibile, affettuoso, e onesto, Luca si fa ben voler da tutti. Per questo i suoi colleghi e amici sono tutti molto pazienti, aspettando che lui trovi finalmente il coraggio di compiere la sua prima operazione. Ma la vera trasformazione di Luca avverrà quando finalmente deciderà di rivelare un suo intimo segreto.

Anna Torre (Camilla Ferranti)
E’ la direttrice sanitaria dell’istituto dove esercita Giò. Bella e giovane donna in carriera, è molto attenta ad intessere rapporti politici e di affari. Anna Torre è la pupilla del potente prof. Sergio Mont, da cui viene spesso manovrata. Spinta da quest’ultimo, cercherà un pretesto per allontanare Giò dall’ospedale e così mandare avanti senza intralci il progetto per l’acquisto di macchinari robotici.

Giacomo (Filippo Gattuso)
Bel ragazzo, moro e dagli affascinanti occhi azzurri, è tra gli specializzandi colui che riscuote più successo con le donne. Giacomo passa da una conquista all’altra e con grande leggerezza, fino a quando non viene stregato da Francesca, trovando così finalmente pane per i suoi denti. Giacomo ama tutti i bambini e di conseguenza il suo lavoro, anche se il suo passato nasconde un segreto molto doloroso.

Roberta (Eleonora Belcamino)
E’ una tipica bellezza del sud: capelli scuri, occhi grandi, formosa. Quello che colpisce di più di Roberta è la sua spontaneità allegra e vitale. Una gioia di vivere istintiva che trasmette con l’ironia e una quotidiana positività. Nel gruppo di giovani specializzandi è ben voluta da tutti, legando in particolar modo con Luca. Roberta non sopporta invece l’atteggiamento di superiorità di Francesca.

Gigliola (Paola Tiziana Cruciani)
Gigliola è la storica capo sala dell’istituto ospedaliero. Giò le chiede spesso degli aiuti “irregolari” per accedere a quelle informazioni riservate utili per le sue anamnesi e le sue indagini approfondite. Apparentemente scontrosa, Gigliola possiede un’ironia pungente, tipicamente romana, che spesso usa per affrontare i frequenti momenti delicati nella vita di un ospedale.

Angela (Teresa Romagnoli)
E’ la puericultrice dell’ospedale. Il suo bel viso pulito esprime la sua indole dolce e romantica. Per una ragazza come Angela, stare con i bambini appena nati è la cosa più naturale e bella che possa esistere, mentre in amore non riesce ad avere la stessa serenità. E’ perdutamente innamorata di Giacomo, di cui crede aver intuito una sensibilità particolare dietro quella maschera da seduttore. Purtroppo per lei, l’oggetto dei suoi sogni preferisce considerarla soltanto un’amica.

Monica (Susy Laude)
Monica è la capo ostetrica dell’ospedale. Conosce Giò da tanti anni, ed è molto legata a lei, condividendone le lotte e la filosofia con cui approccia la professione. Monica è una donna dai modi garbati ed equilibrata, che ha acquisito serenità nel suo mestiere grazie ad una notevole esperienza sul campo. E’ sempre in prima linea nei casi di parti particolarmente problematici ed è anche un importante esempio per i giovani specializzandi.

Chiara Mattioli (Eleonora d’Urso)
La moglie dell’Avvocato Mattioli è una donna dolce e paziente, abituata a seguire i suggerimenti di suo marito, un uomo dal carattere forte ma al limite dell’opprimente, con cui condivide il sogno di avere finalmente un bambino. Chiara si reca in ospedale, pensando che il suo desiderio stia finalmente per compiersi, ma deve invece confrontarsi con una drammatica scoperta che riguarda la sua salute.

Avvocato Mattioli (Fabrizio Coniglio)
E’ riconosciuto come un importante professionista. Il suo nome e quello del suo studio sono tra i più importanti della capitale. Amico del primario, il Prof. Marco Zampelli, Mattioli pretenderebbe di essere trattato con i guanti. Ma a Giò il suo atteggiamento supponente e al limite dell’arrogante non piace e così finirà per scontrarsi con lui in una situazione molto delicata.

Fabio Bracco (Rocco Tanica)
Fabio, ispettore di polizia e caro amico di Sandra, aiuta quest’ultima e Giò a raccogliere più elementi possibili riguardo il mistero sulla morte della moglie del Prof. Monti. Fabio è un uomo serafico ma mosso da una voglia sincera di conoscere la verità e ottenere giustizia.

Prof. Casiraghi (Giuseppe Antignati)
E’ il padre di Luca, uno degli specializzandi. Il Prof. Casiraghi, chirurgo famoso e punto di riferimento per molti colleghi e studenti in medicina, si dimostra un padre incapace di ascoltare suo figlio. Casiraghi non può conoscere la vera natura di Luca, i suoi più semplici e profondi desideri.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Lontano da Te - Megan Montaner
Lontano da Te: tutti i personaggi


L'Aquila - Grandi Speranze  - Rosa Enginoli
L’Aquila – Grandi Speranze: tutti i personaggi


L'Amore strappato - Sabrina Ferilli ed Enzo Decaro
L’Amore Strappato: tutti i personaggi


Gomorra 4 - Cristiana Dell'Anna
Gomorra 4: tutti i personaggi

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.