17
dicembre

Butterfly: arriva la miniserie inglese su un bambino che vuole cambiare sesso

Butterfly

Butterfly

Ha entusiasmato la critica e commosso e fatto riflettere il pubblico britannico, alle prese per la prima volta con un tema complesso, quale quello dell’identità di genere, affrontato attraverso la storia di un ragazzino. Stasera alle 21 Fox Life trasmette Butterfly, la miniserie di Itv (tre episodi in origine che il canale satellitare ha accorpato in un’unica serata) che racconta l’adolescenza sofferta dell’undicenne Max, prigioniero di un corpo maschile che gli impedisce di esprimere pienamente se stesso e che manifesta quindi il desiderio di avviare il processo per cambiare sesso e diventare Maxime.

Ciò provocherà una frattura profonda in seno alla famiglia a causa delle opposte visioni dei genitori su come stare vicino al figlio e affrontare con lui il dramma che vive. Stephen, il padre, non sopporta che Max si vesta di rosa, si trucchi e ascolti Kylie Minogue, e si aggrappa ostinatamente all’idea che il ragazzino stia vivendo solo un momento di confusione dovuto alla delicata fase della vita in cui si trova. Vicky, la madre, comprende invece le ragioni profonde del malessere del figlio ed è pronta a sostenerlo senza alcuna esitazione, convinta che l’unica cosa che conta che è che lui stia bene fisicamente e mentalmente: la sua salute e la sua felicità non possono essere sacrificati sull’altare dei pregiudizi e a causa delle resistenze e dei dubbi del marito. Il contrasto tra i due si inasprirà a tal punto che arriveranno addirittura alla separazione, che sarà un ulteriore elemento destabilizzante per Max.

Non manca nella storia anche un ulteriore punto di vista, quello della nonna materna del ragazzino, Barbara, ancora legata ai principi del passato e che incarna lo sconcerto della vecchia generazione davanti ai cambiamenti della società: per lei si tratta di “assurdità moderne” e come tali vanno combattute senza se e senza ma. L’originalità della serie è proprio questa: offrire il ritratto di una famiglia trigenerazionale, all’interno della quale convivono diverse sensibilità e quindi differenti modi su come affrontare la questione dell’identità di genere.

Butterfly è firmata da Tony Marchant, sceneggiatore già vincitore di diversi premi Bafta, l’equivalente britannico degli Emmy. La regia è di Anthony Byrne (Peaky Blinders, In Darkness, The Last Kingdom).

Nei panni di Vicky e Stephen, i genitori di Max/Maxime, ci sono il premio Emmy Anna Friel (Marcella, Incontrerai L’Uomo Dei Tuoi Sogni, Limitless) ed Emmett J. Scanlan (Hollyoaks, In The Flesh, Guardiani della Galassia). Il giovanissimo protagonista, elogiato dalla critica, è invece interpretato da Callum Booth-Ford. Completano il cast Millie Gibson che dà il volto alla sorella di Max, Alison Steadman nelle vesti della nonna, Amy Huberman, la nuova fidanzata di Stephen, Gemma, e Sean McGinley alias Peter ‘Nonno’ Duffy.

La colonna sonora di Butterfly è stata scritta dal duo che ha composto le musiche della serie Netflix Stranger Things: Kyle Dixon e Michael Stein.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Fosse/Verdon
Fosse/Verdon: arriva la serie su uno dei più grandi amori di Broadway


Scandal 4
SCANDAL 4: OLIVIA POPE TORNA A “SCANDALIZZARE” FOX LIFE


le streghe dell'east end
LE STREGHE DELL’EAST END 2: DA STASERA SU FOX LIFE NUOVI ARRIVI E ULTIMI INCANTESIMI PER LA FAMIGLIA BEAUCHAMP


CRISIS
SERIE TV CANALI FOX, SETTEMBRE 2014: ARRIVANO CRISIS, BONES 8 E THE CARRIE DIARIES 2

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.