5
dicembre

W l’Italia: Rtl 102.5 vince la causa contro Mediaset per l’utilizzo del marchio

W l'Italia

«W l’Italia», ma solo su Rtl 102.5. L’emittente radiofonica ha vinto la causa contro Mediaset per l’utilizzo del suddetto marchio nel programma di Rete4 condotto da  e intitolato, per l’appunto, W l’Italia – Oggi e domani. La radio diretta da Lorenzo Suraci aveva intrapreso le vie legali contro l’azienda di Cologno per tutelare l’omonima trasmissione degli speaker Angelo Baiguini e Valeria Benatti. La decisione dovrà avere effetto immediato.

Il Tribunale di Roma ha inibito, con effetto immediato, ‘… alla Reti Televisioni Italiane-R.T.I. s.p.a. di utilizzare, anche quale titolo o testata di trasmissione televisiva, il marchio W L’ITALIA nella sua versione grafico figurativa per la quale era stata richiesta inizialmente la registrazione del marchio, così come per la parte denominativa equivalente, dal momento della comunicazione della presente ordinanza, nonché va ordinato il ritiro di eventuale materiale pubblicitario riportante detto contrassegno entro dieci giorni dalla comunicazione dell’ordinanza medesima..’

si legge in una nota di Rtl 102.5. Secondo i giudici il marchio potrà invece essere utilizzato da Rete4 nella sola versione denominativa accompagnata dalle parole “Oggi e domani“, oggetto del deposito del marchio da parte di Rti in data 20 settembre 2018.

Il Tribunale ha inoltre riconosciuto come vi sia il concreto rischio di confondibilità dei marchi delle due trasmissioni e che, quindi, Mediaset possa trarne “un indebito vantaggio pubblicitario a seguito dell’uso di un marchio già utilizzato da una radio tra le più seguite per una trasmissione con ottimi ascolti“.

Al momento non si registrano reazioni da parte di Mediaset.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, , , ,



Articoli che potrebbero interessarti


W L'Italia, Gerardo Greco si vaccina
W l’Italia: Gerardo Greco si vaccina in diretta – Video


W l'Italia, Gerardo Greco
W l’Italia: Gerardo Greco al bivio tra il marciapiede e il talk


Gerardo Greco
Gerardo Greco a DM: «W L’Italia è un reality emozionale. Una nostra inviata marocchina si è finta migrante»


Aida Yespica
W l’Italia, Aida Yespica e Raffaella Fico opinioniste. La showgirl venezuelana parla delle molestie subite da piccola

3 Commenti dei lettori »

1. Vattelalbicocca ha scritto:

5 dicembre 2018 alle 16:33

ah, perchè, W L’Italia alla radio esiste ancora? pensavo avesse chiuso da anni.



2. il-Cla83 ha scritto:

5 dicembre 2018 alle 16:41

mah, non mi sembra nemmeno un titolo molto originale.
non ci sono canzoni o film che hanno lo stesso titolo? è una frase talmente utilizzata…
Certo che anche il Sig. Grego poteva avere un po’ più fantasia..



3. Nina ha scritto:

5 dicembre 2018 alle 17:17

Per me è giusto.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.