13
dicembre

Nero a Metà: anticipazioni ultima puntata di lunedì 17 dicembre 2018

Nero a Metà - Claudia Amendola, Rosa Diletta Rossi e Miguel Gobbo Diaz

Nero a Metà - Claudia Amendola, Rosa Diletta Rossi e Miguel Gobbo Diaz

Rai 1 dedicherà sei prime serate alla nuova fiction Nero a Metà, diretta da Marco Pontecorvo per Cattleya e Rai Fiction. Ma, fatta eccezione per la prima, ogni serata sarà suddivisa in due episodi da 50 minuti circa ciascuno, che parallelamente racconteranno un singolo caso poliziesco e porteranno avanti la linea orizzontale della serie, quella che ruota attorno ai legami tra i protagonisti e al passato misterioso di Carlo (Claudio Amendola). A seguire le anticipazioni episodio per episodio.

Nero a Metà: anticipazioni sesta ed ultima puntata di lunedì 17 dicembre 2018

Episodi 11 e 12. Carlo viene arrestato e la sua squadra si stringe intorno a lui. La figlia Alba è disperata ed il suo dolore aumenta quando scopre che ad incastrare il padre è stato proprio il suo uomo, Malik. La ragazza a quel punto chiede a aiuto al suo ex, Riccardo, per risolvere la situazione, mentre Malik continua l’indagine, perchè, sentendosi in colpa, vuole dimostrare l’innocenza di Carlo. Riccardo riesce ad ottenere gli arresti domiciliari per il poliziotto, ma quando la figlia Alba corre un pericolo, Carlo rischia di violarli e mettersi in altri guai.

…:Trame Precedenti:…

Nero a Metà: trama prima puntata di lunedì 19 novembre 2018

Episodi 1 e 2. Carlo Guerrieri (Claudio Amendola) è un Ispettore di Polizia ormai stanco, uno a cui la vita non ha fatto sconti. Il Commissariato è diventato la sua casa, la squadra la sua famiglia: Muzo (Fortunato Cerlino) e gli altri lo temono e lo rispettano come un padre e lui ricambia con un sarcasmo puntuale ma affettuoso. Sotto la scorza da duro Carlo ha un cuore docile che batte soprattutto per la figlia Alba (Rosa Diletta Rossi), cresciuta sola con lui e con cui ha un rapporto strettissimo. E proprio Alba sta per dargli un dolore: ha deciso infatti di andare a convivere con il fidanzato Riccardo. Una distanza fisica di soli cinque minuti che però Carlo vive come oceanica. Per fortuna sua figlia è anche medico legale ed è chiamata a collaborare con la Polizia sul caso di un uomo trovato morto in un furgone frigorifero. Guerrieri ne è felice e orgoglioso. Ma il caso non è semplice e, a complicare ulteriormente le cose, nel corso delle indagini fa il suo ingresso in Commissariato un giovane poliziotto di colore fresco di accademia: il vice ispettore Malik Soprani (Miguel Gobbo Diaz). Tra lui e Carlo è incompatibilità a prima vista. Pur tollerandosi a stento, Carlo e Malik devono continuare a lavorare insieme e le indagini li portano in contatto con una comunità di immigrati clandestini: una realtà complessa e non esente da pericoli. Difficoltà di cui Malik, però, testardo e puntiglioso come sempre, sembra non voler tenere conto. Nel frattempo l’attrazione che il giovane poliziotto ha manifestato fin da subito nei confronti di Alba si fa sempre più palpabile e non tarda ad arrivare agli occhi e alle orecchie di Carlo, la cui gelosia per la figlia è nota a tutti. Ma c’è qualcos’altro a turbare il Commissario Guerrieri: un segreto del suo passato che minaccia di riaffiorare con la forza di un tempesta.

Nero a Metà: trama seconda puntata di lunedì 26 novembre 2018

Episodio 3. Carlo e Malik si ritrovano a investigare sul caso di una ragazza ucraina trovata morta in una valigia all’aeroporto di Roma. Nel corso dell’indagine i due mostrano di avere due approcci molto diversi: Carlo si lascia guidare dal suo intuito e dalla grande esperienza, mentre Malik è più attento ai dettagli e alle nuove tecnologie. Alba, alle prese con la sua nuova vita da convivente, prova a resistere alle avances di Malik: il poliziotto non nasconde l’attrazione che prova nei suoi confronti. Carlo intuisce che il collega appena arrivato nutre una simpatia per sua figlia e non vede la cosa di buon occhio. In Commissariato, invece, per il Dirigente Santagata (Roberto Citran) è arrivato il momento di andare in pensione e dire addio alla sua squadra.

Episodio 4. Carlo e Malik indagano sull’omicidio di una suora ritrovata morta in un sexy shop. L’indagine porta i poliziotti a indagare su un gruppo di giovani ragazze ospiti della casa famiglia nella quale la vittima abitava. Il caso metterà in serio pericolo la vita di Alba, costringendo Malik a intervenire per metterla in salvo. Nel frattempo in commissariato arriva la nuova Dirigente, Micaela Carta (Antonia Liskova), che mostra subito la sua autorità e la sua freddezza. Carlo, infine, prende atto che Cristina (Alessia Barela), la sua compagna, è stanca di vivere la loro storia in clandestinità.

Nero a Metà: trama terza puntata di lunedì 3 dicembre 2018

Episodio 5. Carlo e Malik indagano sulla morte di una giovane donna, ritrovata nuda sulla riva del Tevere. Alba e Malik stanno vivendo la loro relazione cercando però di tenerla il più possibile segreta, mentre Cristina decide di vendere la casa di sua madre, quella che lei e Carlo usano per incontrarsi. Cinzia Repola si sente male e questo fa preoccupare Cantabella, mentre Carlo viene a conoscenza di nuovi dettagli sul caso Bosca.

Episodio 6. Alba scopre il cadavere di un uomo dentro una macchina che è stata incendiata; Carlo indaga a modo suo, scontrandosi con Malik. Cristina è sempre più decisa a lasciare suo marito mentre Cantabella ha troppe attenzioni per Cinzia, cosa che scatena la gelosia della fidanzata. La Carta continua a chiedere a Malik di indagare su Carlo, ma lui non si decide.

Nero a Metà: trama quarta puntata di lunedì 10 dicembre 2018

Episodio 7. Carlo e Malik indagano sulla morte di una rapper, non convinti sull’ipotesi di suicidio. Alba è in crisi e non sa cosa fare della propria vita sentimentale, divisa tra la passione per Malik e l’amore per Riccardo; anche Carlo è in crisi, ora che la sua amante ha lasciato il mariti per lui, e problemi sentimentali attanagliano anche Muzo e sua moglie Olga.

Episodio 8. I due poliziotti indagano poi su un omicidio avvenuto a Chinatown, ed il tema dei migranti torna a metterli in contrapposizione. Alba lasciai il fidanzato torna a vivere dal padre, che è ben felice di accoglierla, ma non ha il coraggio di confessargli nulla riguardo Malik.

Nero a Metà: trama quinta puntata di giovedì 13 dicembre 2018

Episodio 9. Carlo e Malik indagano su uno strano caso che riguarda due donne: entrambe hanno ricevuto un filmato nel quale è mostrato il brutale assassinio di un uomo. La relazione di Malik e Alba è ormai ufficiale e Carlo non riesce ad accettarla, mentre anche tra la Repola e Cantabella sta nascendo qualcosa.

Episodio 10. Un giovane rampollo viene ritrovato morto sulle rive del Tevere e Carlo e Malik devono indagare, ma sono presi da altro: il primo dal caso Bosca, che sembra essere ad un punto di svolta; il secondo, dai propri dilemmi morali.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


L'Amica Geniale - Gaia Girace e Margherita Mazzucco
L’Amica Geniale: anticipazioni ultima puntata di martedì 18 dicembre 2018


L'Ispettore Coliandro 7 - Giampaolo Morelli
L’Ispettore Coliandro 7: anticipazioni ultima puntata di mercoledì 5 dicembre 2018


L'Allieva 2
L’Allieva 2: anticipazioni ultima puntata di giovedì 29 novembre 2018


Gianni Morandi
L’Isola di Pietro 2: anticipazioni ultima puntata di domenica 25 novembre 2018

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.