29
ottobre

Julieta, l’ultimo Almodovar ora su Infinity

Julieta

Julieta

Arriva su Infinity l’ultimo film di Pedro Almodòvar, Julieta (2016), opera incentrata sui temi più cari all’autore spagnolo: le donne e l’amore, ovviamente. Per questa pellicola, il cast scelto da Almodòvar è stato formato da: Emma Suàrez, Adriana Ugarte, Blanca Parès, Inma Cuesta, Rossy de Palma e Dario Grandinetti.

Julieta sta per trasferirsi in Portogallo con il proprio compagno Lorenzo, di cui è innamorata. Prepara tutti gli scatoloni ed è pronta al trasloco, ma un imprevisto cambia i suoi piani. La donna, infatti, incontra per caso Beatriz, un’amica d’infanzia della sua unica figlia Antìa, con cui non ha contatti da tredici anni. Beatriz, all’oscuro di questo allontanamento tra le due, le rivela di aver incontrato Antìa di recente, sul lago di Como, e di aver scoperto che in questo periodo è anche diventata madre. Julieta torna così in depressione, abbandona l’amato Lorenzo e si rifugia in un quaderno, dove scrive tutto ciò che non è mai riuscita a spiegare alla figlia. Ripercorre così la propria vita, le cause del distacco e tutti i momenti che hanno caratterizzato la storia della sua famiglia.

L’opera numero venti di Pedro Amoldòvar è differente dalle altre. Egli stesso ha riferito di aver tolto ogni alone umoristico dalla pellicola, rendendola la più drammatica tra tutti i suoi drammi. La sofferenza, il distacco, il silenzio sono i co-protagonisti di questo rapporto madre-figlia. Tant’è che durante la produzione, il film era intitolato “Silencio”. Pedro non delude mai, parola di Julieta.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Animali Fantastici e Dove Trovarli
Animali ancora più fantastici con il 4K di Infinity


The Boss
The Boss, una donna al potere


Non si ruba a casa dei ladri
Non si ruba a casa dei ladri, lo sa anche Infinity


Life Sentence
Life Sentence, quando salvarsi è una condanna

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.