13
ottobre

Hill House: una casa infestata e una famiglia alle prese con i ‘fantasmi del passato’ nella nuova serie di Netflix

Hill House

Hill House

Se siete amanti del genere horror c’è qualcosa che potrebbe fare al caso vostro: Hill House, nuova produzione Netflix disponibile da questo weekend. Liberamente ispirata al libro di Shirley Jackson The Haunting of Hill House pubblicato nel 1959, la serie tv è stata creata e diretta da Mike Flanagan, conosciuto soprattutto per Ouija – L’origine del male.

Nel cast del telefilm spiccano Michiel Huisman (già visto ne Il trono di Spade), Carla Cugino (Chicago Hope, Californication) e Timothy Hutton, vincitore del premio Oscar nel 1981 – come miglior attore non protagonista – per il film Gente Comune.

Strutturata in dieci episodi, la narrazione della storia si concentrerà sui fratelli Crane: Steven, Shirley, Theo, Luke e Nell. Attraverso diversi flashback tesi a ricostruire l’infanzia dei protagonisti, i telespettatori apprenderanno che i parenti sono stati segnati da un profondo trauma. Dopo essersi trasferiti col padre Hugh e la madre Olivia a Hill House per restaurarla e poi rivenderla, i fratellini hanno infatti dovuto combattere con i numerosi segreti legati all’edificazione della casa e soprattutto con una stanza dall’accesso proibito (nessuno è mai riuscito ad aprire la porta di ingresso).

Un segreto che, col trascorrere dei giorni, è esploso in una escalation di violenza che ha portato i cinque consanguinei a fuggire col papà (e dunque senza la loro madre). Trascorsi tantissimi anni, i Crane (ormai adulti) dovranno così fare nuovamente i conti con il passato poiché un’emergenza li costringerà a rivivere con dolore il loro passato e i conflitti che non hanno mai risolto.

Nessun effetto speciale splatter ma una semplice ghost story dove il sangue non scorrerà a fiumi. Il clima di forte tensione “emotiva” verrà tutto incentrato sulle sensazioni che Hill House –una villa gotica, isolata e avvolta dalla nebbia– lascerà nei suoi fan. Come ogni storia di fantasmi che si rispetti, non mancheranno gli strani cigolii, le ombre nei corridoi scuri dell’abitazione e alcune apparizioni improvvise.

A differenza delle pellicole horror, Flanagan ha scelto però di non puntare su numerosi colpi di scena: oltre ad un ritmo molto calmo, il regista ha dichiarato di essersi posto come obiettivo quello di far entrare in empatia ciascun spettatore con i vari personaggi che ha creato.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes



Articoli che potrebbero interessarti

Non ci sono articoli correlati


IL TELECOMANDO, LA GUIDA TV DI DM: 26 MARZO 2013. MALTA VS ITALIA O DONNE IN GIOCO?

..::Prime Time::.. Rai1, ore 20.30: Calcio - Malta vs Italia (Qualificazioni Mondiali 2014) Dopo lo spettacolare pareggio nell'amichevole...


GABRIELE BELLI: A DOMENICA CINQUE IL CONFRONTO CON LA MAMMA GENERA UN RITRATTO FAMILIARE SHOCK.

Tanta sofferenza, il dolore di chi nasce in un corpo che non sente come proprio, la rinascita con il percorso per diventare uomo, e il racconto...


ASCOLTI TV DI DOMENICA 30 MAGGIO 2010: IL SANGUEPAZZO DELLA BELLUCCI VINCE MA NON CONVINCE. REPORT AL 15.77%, I DELITTI DI BUD SPENCER AL 16.15%, PUPE E SECCHIONI AL 15.46%.

[Ornella Petrucci per Il Velino] In 3 milioni 899 mila telespettatori, con il 17,41 per cento di share, hanno visto ieri in prima serata su...


FALCO: “L’ULTIMO SBIRRO” D’OLTRALPE ARRIVA DA STASERA SU PREMIUM CRIME

Da stasera i fan del commissario Mick Brisgau potranno compensare l’astinenza da “The Last Cop” con le avventure del suo alter ego...

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.