6
ottobre

Bake Off 2018: i pasticceri scendono in campo per il Baketlon

Bake Off

Bake Off

La quinta puntata della sesta edizione di Bake Off Italia strizza l’occhio allo sport: i concorrenti devono infatti affrontare un impegnativo Baketlon. Per superare le tre prove, come sottolinea Benedetta Parodi, occorrerà un ingrediente in più rispetto alle precedenti sfide, lo spirito sportivo.

La prova creativa è quindi a squadre: tocca al grembiule blu della scorsa puntata, Beatrice, scegliere i team che saranno composti ciascuno da tre elementi. All’interno dei gruppi si dovrà lavorare a staffetta, ovvero uno per volta. Ecco allora l’equipe verde con Beatrice, Sara e Samanta, l’arancione con Gloria, Irene e Jacopo, la gialla con Federico, AlfredoJolanta e la rossa con Daniele, Luisa e Iolanda. Abbinamenti, questi, che saranno forieri di polemiche, in particolare all’interno dei gialli e degli arancioni. Anche perché il dolce che bisogna realizzare è in assoluto uno dei più difficili, la Millefoglie. Gli autori insomma non si sono risparmiati quanto a perfidia.

E ci ha messo del suo la stessa Beatrice che, almeno apparentemente in maniera innocente, ha messo fianco a fianco Jolanta e Federico: sono stati subito fuochi d’artificio con i due impegnati per tutto il tempo a darsi consigli vicendevolmente suscitando il nervosismo e il disappunto dell’altro. ‘So come fare la crema!’ ha ripetuto più volte il sedicenne comasco, invitando la collega a tacere. A sua volta quest’ultima ha fatto di testa sua al momento di cospargere la torta di zucchero a velo pronunciando un sonoro ‘Stai zitto’ all’indirizzo del giovane.

Una certa tensione anche all’interno degli arancioni con Irene che, confermando una certa presunzione già emersa nelle precedenti puntate, ha preso immediatamente in mano le redini della situazione impartendo ordini a Gloria e Jacopo. ‘Li comando ma è un modo per dimostrare affetto’ ha ironizzato la neo-laureata in biologia. Se il compagno di team l’ha presa con filosofia, lo stesso non si può certo dire della 64enne toscana che, mordendosi la lingua, ha esclamato: ‘Verrebbe davvero da risponderle’.

Dopo le polemiche, nell’ultima parte di puntata, è stata la volta delle lacrime: se Samanta ha pianto ricordando la nonna, Beatrice e Sara si sono lasciate andare allo sconforto per le difficoltà incontrate nella prova a sorpresa che consisteva nella realizzazione del dolce che ciascuno, al momento del provino, aveva indicato come impossibile da fare. Una prova quindi, come sottolineato dalla Parodi, ‘per superare i propri limiti’, da veri sportivi. Proprio Sara è stata alla fine l’eliminata della serata: grande la delusione manifestata dopo il verdetto sfavorevole dei giudici. Ospite della puntata Valeria Airoldi, esperta di dolci per sportivi: per la prova tecnica i concorrenti sono stati infatti chiamati a creare dei pancake assolutamente atipici, senza burro, zucchero e lattosio.

Bake Off 2018: riassunto della quinta puntata

Prova creativa: Millefoglie

Prova tecnica: Pancake senza burro, zucchero e lattosio (gli ingredienti che alzano il glucosio)

Prova a sorpresa: personalizzata. Per ciascun concorrente il dolce indicato come il più difficile da fare

Grembiule blu: Federico e Iolanda ex aequo

Eliminato: Sara

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Bake Off Italia 2018 - Benedetta Parodi e Irene
Bake Off 2018: serata amara, nonostante i chili di gelato


Matteo - Amici 2018
Amici 2018, quinta puntata Serale del 5 maggio. E’ una Caporetto: fuori Valentina, Matteo, Zic e Luca


MasterChef 6
MASTERCHEF 6: NELLA QUINTA PUNTATA LA SVALUTAZIONE DEL MARCO E IL CRACCO VESSATORIO


Flight 616 - Tanya, Paola e Julian
FLIGHT 616: ECCO LE TRE COPPIE FINALISTE

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.