8
aprile

Little Big Italy: sul Nove tre italiani all’estero mandano in sfida i loro ristoranti del cuore

Little Big Italy - Francesco Panella

Little Big Italy - Francesco Panella

Se un tempo i programmi di cucina si basavano soprattutto sulla realizzazione di ricette più o meno elaborate, da qualche anno sono le sfide a farla da padrone: sfide tra aspiranti chef, tra ristoranti, tradizioni, regioni, idee di cucina diverse che hanno in comune il made in Italy. Ora, archiviata la sesta edizione di Cucine da Incubo, nella domenica sera del Nove si continuerà a cucinare con Little Big Italy, stavolta fuori dal Belpaese, ma con lo sguardo sempre rivolto alla nostra Penisola.

Little Big Italy: da questa sera alle 21.25 sul Nove

Il programma, realizzato da Magnolia, girerà il mondo per ritrovare gli autentici sapori italiani all’estero, dagli Stati Uniti all’Europa, passando da New York a Boston, da San Francisco a Londra, da Parigi fino a Berlino e Siviglia. In ognuno degli otto episodi da sessanta minuti, tre italiani all’estero (i concorrenti della sfida ovvero gli expat) proporranno il loro ristorante del cuore e vi condurranno il volto principe del programma, Francesco Panella.

Con una sfida all’ultimo piatto, e ricalcando il solito meccanismo dei programmi del genere, assaggeranno i piatti e voteranno tre categorie: la scelta dell’expat, il piatto forte dello chef e la voglia di italiano all’estero di Francesco, cioè un fuori menù. Alla fine di ogni pasto ci saranno i voti, da 1 a 5 gettoni per ogni piatto, e Francesco contribuirà al risultato finale con un voto in più, quello dedicato all’italianità, che potrà essere decisivo. In palio per l’expat una bonus card valida un anno per mangiare nel suo ristorante del cuore, mentre per il ristoratore il titolo di miglior ristorante Little Big Italy.

Little Big Italy: chi è Francesco Panella

Francesco Panella è un ristoratore ed erede di una grande tradizione, quella dell’Antica Pesa di Roma, storico ristorante. Francesco ha portato il marchio di famiglia nel mondo aprendo nuovi ristoranti a Doha e a New York, ha pubblicato un libro ed è stato protagonista del programma Brooklyn Man su Gambero Rosso Channel. Questo il suo commento sull’avventura che avrà inizio questa sera:

“Oggi fare cucina italiana all’estero vuol dire far viaggiare una persona in un paese fantastico, forse il più ricco e il più bello del mondo. Io non vedo l’ora di andare a scoprire storie, sensazioni, memorie… So quanto amore c’è nell’Italia che non è in Italia, e questo programma è l’occasione perfetta per raccontare tutto questo”.

Condivi questo articolo:
  • Facebook
  • Twitter
  • Digg
  • Wikio IT
  • del.icio.us
  • Google Bookmarks
  • Netvibes

, ,



Articoli che potrebbero interessarti


Maurizio Crozza imita Alberto Zangrillo
Maurizio Crozza imita Alberto Zangrillo – Video


Fred Sirieix e Gino D'Acampo
Gino Cerca Chef: D’Acampo assume sul Nove nuovi cuochi


Avamposti, Nove
«Avamposti»: la docuserie sui Carabinieri del Nove è un anti-Gomorra


Diego Thomas, Csaba Dalla Zorza e Roberto Valbuzzi
Deal With It – Stai al Gioco e Cortesie per gli Ospiti: si riaccende l’access di Nove e RealTime

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.