3
agosto

MEL GIBSON : l’ATTO UFFICIALE della PROCURA DI LOS ANGELES

Bentrovati MAGGIOlini…

Come saprete, lo scorso 28 luglio, Mel Gibson è stato arrestato per aver guidato in stato d’ebbrezza sull’autostrada della Costa Pacifica di Malibù. Hanno, poi, scosso gran parte del globo le dichiarazioni antisemite che ha rilasciato ai poliziotti subito dopo l’arresto –> La ABC ha cancellato una serie con Mel Gibson sull’Olocausto e Hollywood starebbe meditando di metterlo al bando.

Mel Gibson ubriaco @ Davide Maggio .it

I lettori più attenti, grazie a questo mio post, avranno già avuto modo di trovare la foto segnaletica di Mel Gibson scattata dalla polizia.

Soltanto oggi, però, l’attore è stato ufficialmente rinviato a giudizio per DUI (Driving Under Influence – Guida in stato d’ebbrezza) e per aver violato anche un’altra norma del Codice della Strada essendo stato trovato in possesso di una bottiglia aperta mentre era alla guida della Sua auto.

Questo è quanto ha richiesto il Capo della Procura della Contea di Los Angeles (si tratta, comunque, di “misdemeanor”, cioè reati minori per i quali è previsto l’arresto sino ad un anno).

Bene!

Sono riuscito a trovare il documento ufficiale della Corte Suprema di Los Angeles.

Eccolo qui (cliccare sulle foto per ingrandirle)

[Segnalato su Libero.it, Davide ringrazia]



Articoli che potrebbero interessarti


Marco Carta
Marco Carta fermato per furto. Ma il giudice non convalida. Processo a settembre


Inzaghi - Mediaset Premium
DM LIVE24: 14 LUGLIO 2014. GIANLUCA GRIGNANI ARRESTATO – INZAGHI E TEVEZ TESTIMONIAL DI MEDIASET PREMIUM


Gabriele Paolini arrestato
GABRIELE PAOLINI ARRESTATO: L’ACCUSA E’ DI SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE MINORILE


ciancimino
ARRESTATO MASSIMO CIANCIMINO, IL SUPERTESTIMONE CHE RACCONTA LA TRATTATIVA STATO-MAFIA IN TV

1 Commento dei lettori »

1. brezina ha scritto:

3 agosto 2006 alle 23:59

MEL GIBSON : lATTO UFFICIALE della PROCURA DI LOS ANGELES nice..



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.