14
marzo

Pagelle TV della Settimana (5-11/03/2018). Promossi La7 e Antonia Klugmann. Bocciati Immaturi e Ermal Meta

Antonia Klugmann, Bastianich, Barbieri

Antonia Klugmann, Bastianich, Barbieri

Promossi

9 alla settimana d’oro de La7. Con l’avvento dell’8 e del 9, l’emittente di Urbano Cairo sembrava quasi spacciata. E, invece, complice la tornata elettorale, La7 diventa quinta rete nazionale (ad un passo dalla quarta) con punte di oltre il 10% di share. La rete è diventata un punto di riferimento, sinonimo di affidabilità e completezza quando si parla di informazione politica.

7 a Simone Scipioni, vincitore della settima edizione di Masterchef. Un personaggio pulito, dai modi naif, che al fotofinish ha saputo imporsi e stupire nel tempio catodico dell’alta cucina per amatori.

7 ad Antonia Klugmann. Alla fine ce l’ha fatta: non è diventata la stella di Masterchef (o della pubblicità come Carlo Cracco!) ma nelle dinamiche del cooking show il suo apporto è stato funzionale. Si è posta come la parte seria della brigata, dotata di quell’atteggiamento inflessibile tipico di chi ha dovuto faticare a lungo per ottenere rispetto e di chi è nuovamente alla ricerca di considerazione. Non voleva essere la donna-mamma del gruppo e non lo è stata, sebbene all’occorrenza abbia lasciato intravedere una certa sensibilità.

6 a Masterchef 7. Un’edizione meno brillante delle precedenti non per colpa della mancanza di Carlo Cracco quanto piuttosto per una certa stanchezza del format e di un cast di concorrenti forse non all’altezza dei precedenti.

Bocciati

5 a Immaturi. Canale 5 ci aveva provato con un’idea nuova nel suo genere e dallo stampo giovane che tuttavia non era facile da serializzare. Il risultato è stata una partenza ottima, seguita da un’emorragia di pubblico.

4 a Real Time. Non è un buon momento per il canale 31 che sta soffrendo negli ascolti. Da un lato c’è la decrescita dell’interesse nei confronti delle nuove realtà tv ma dall’altro c’è soprattutto una serie di (prevedibili) passi falsi che ne ha minato l’identità (clicca qui per maggiori info).

3 alle beghe sindacali che hanno impedito la realizzazione a Torino della terza stagione de Il Paradiso delle Signore. Senza entrare nel merito di questioni complesse e/o delicate, ci pare una grossa opportunità persa dalla città. Per la Rai, invece, se la fiction saltasse del tutto potrebbe essere anche un bene, visto che le probabilità di successo dell’operazione sono davvero poche.

2 a Ermal Meta. Il cantante esprime pubblicamente il suo disappunto per le battute (sacrosante) di Noemi e Alessandro Cattelan. Che pesantezza!

1 alla trattazione del “gay gate” da parte dell’Isola dei Famosi. La sensazione è che si sia fatto di tutto per risolvere la questione a tarallucci e vino.



Articoli che potrebbero interessarti


Alessia Marcuzzi finale Isola (abito da sposa)
Le Pagelle TV della Settimana. Speciale Isola dei Famosi


Fabrizio Frizzi
Pagelle TV della settimana (19-25/03/2018)


MasterChef 7 - Vince Simone
MasterChef 7: il vincitore è Simone Scipioni


MasterChef 7 - I Finalisti
MasterChef 7: chi vincerà?

4 Commenti dei lettori »

1. kalinda ha scritto:

14 marzo 2018 alle 13:20

Il paradiso delle signore al posto di un quiz che costa poco e va bene è veramente uno spreco. Speriamo torni in prima serata.



2. Sabato ha scritto:

14 marzo 2018 alle 15:38

A proposito del voto 1, credo che il caso omofobia sia l’unico degli scandali che hanno caratterizzato quest’edizione dell’Isola sul quale si possa sorvolare: io sono molto sensibile a questo tema, ma non esistono testimoni né prove del fatto che quanto denunciato da Craig sia realmente successo ed i problemi di comprensione della lingua di “quello che parla con gli angeli” potrebbero essere alla base di un brutto fraintendimento. Non si può di certo dire lo stesso a proposito del canna-gate, delle censure e dell’inadeguatezza della conduttrice, veri scandali di questa edizione del “reality” (le virgolette sono d’obbligo). A proposito di scandali, non è mai stato sviscerato un argomento potenzialmente esplosivo: i presunti legami di Franco Terlizzi con la malavita, di cui ha parlato Il Fatto Quotidiano. Ho saputo che a Domenica Live Monica Setta, fra gli ospiti dello spazio dedicato all’Isola, avrebbe tentato di parlarne, ma che sarebbe stata bloccata dalla D’Urso che non voleva andare “fuori tema” (o forse le è stato chiesto di glissare?).



3. Anna Maria ha scritto:

14 marzo 2018 alle 15:57

Meritatissimo il voto ad Ermal. Purtroppo su Twitter ci sono molti casi in cui lui scaglia la pietra e ritrae la mano, lasciando gli insulti alle sue fan. Pessimo esempio di come gestire i social.
Buon lavoro.



4. aaaaa ha scritto:

14 marzo 2018 alle 17:59

il caso omofobia è una fanfaronata confezionata ad hoc. basta vedere le ultime puntate di Striscia. lui che sta male e in collegamento da casa e in realtà era in un albergo e cammina benissimo. d’altronde riguardo al canna-gate venne rinominato “Lo smemorato di Cologno”.



RSS feed per i commenti di questo post

Lascia un commento


Se sei registrato fai il login oppure Connetti con Facebook

Per commentare non è necessaria la registrazione, tuttavia per riservare il tuo nickname e per non inserire i dati per ciascun commento è possibile registrarsi o identificarsi con il proprio account di Facebook.